I DATI

Crisi, Veneto Lavoro:
coivolte 106 aziende

08/11/2019 07:34

Sono state 106, tra gennaio e giugno 2019, le aziende del Veneto interessate da una situazione di crisi aziendale, poco meno di quanto era accaduto nello stesso periodo del 2018. Il dato emerge dall'ultimo report dell'agenzia Veneto Lavoro sulle crisi aziendali in regione.

In lieve diminuzione anche il numero complessivo delle comunicazioni di crisi inviate nella prima metà dell'anno, 119 contro le 125 del 2018, e gli accordi tra le parti sociali (89). Ad aumentare lievemente è invece il numero dei lavoratori coinvolti complessivamente dalle situazioni di crisi, circa 3.550 a fronte dei 3.250 dell'anno precedente, e dagli accordi sottoscritti (2.932). Ciò è dovuto al coinvolgimento di aziende più grandi e con un numero maggiore di dipendenti.

Tendenza analoga per quanto riguarda il numero dei licenziamenti riferiti ai contratti a tempo indeterminato: nel primo semestre sono stati 15.600, un valore identico a quello del 2018. Di questi, 11.500 riguardano licenziamenti per motivi economici, poco più di 3.000 per motivi disciplinari e circa 900 a seguito di procedure di licenziamento collettivo. Riguardo alla cassa integrazione, quella ordinaria registra un -16% delle ore autorizzate (5,6 milioni, di cui oltre l'80% nel settore industriale) e -39% delle ore autorizzate di cassa straordinaria, che nel 2019 ha coinvolto 43 aziende.

Tra luglio 2018 e giugno 2019 le aziende interessate da almeno un evento di crisi sono state 247, la maggior parte nei settori del metalmeccanico (61) e del Made in Italy (59). Circa un'azienda su dieci risultava multilocalizzata, ovvero con più sedi di lavoro distribuite sul territorio regionale, 51 aziende hanno sede in provincia di Venezia, 44 a Padova, 42 a Vicenza, 33 a Treviso, 28 a Verona, 13 a Belluno e 7 a Rovigo.


 
Nessun commento per questo articolo.