AmoPadova, l'incontro: quale "ruolo e identità"

09/11/2019 09:33

l'Associazione AmoPadova presenta l'incontro "Padova nel Veneto: ruolo e identità": l'appuntamento avrà luogo l’11 novembre alle 20,45 in Sala Anziani del Municipio. Si discuterà con l’avvocato e scrittore padovano Romolo Bugaro, già finalista al Premio Campiello, autore di vari romanzi in cui si rivela attento osservatore dei fenomeni socio-economici del Nord Est. Con lui si potranno valutare ed approfondire attuali e future tendenze di tale area e della città di Padova che ne è il fulcro.


Dal suo romanzo “Effetto domino” è stato tratto il film omonimo presentato al recentissimo ultimo Festival del Cinema di Venezia, e già premiato al Festival del Cinema di Annecy. Prende spunto da tristi vicende realmente accadute nel Nord Est d'Italia, tracciando degli indimenticabili ritratti di personaggi travolti l'uno dopo l'altro dai giochi dell'economia e della finanza.


Presenzierà inoltre il produttore del film Francesco Bonsembiante di Jolefilm, attivissima società di produzione padovana che vanta opere di grande spessore realizzate con Marco Paolini, con il regista Andrea Segre e vari altri. Verranno proiettati nell’occasione ampi estratti del film.

Email inviata con successo

Palù inizierà a lavorare a Villa Maria

08/11/2019 13:24

Da oggi è a tutti gli effetti uno degli specialisti del Centro di medicina e Casa di cura Villa Maria Padova. Il professor Giorgio Palù, presidente delle Società Italiana ed Europea di Virologia, ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università di Padova e direttore del Laboratorio regionale di Microbiologia, fresco vincitore del prestigioso Premio Internazionale Guido Lenghi e Flaviano Magrassi 2019, dell’Accademia Nazionale dei Lincei, per “la Virologia biologica o clinica”, fa parte del Poliambulatorio specialistico della storica Casa di cura convenzionata patavina, con la specializzazione in oncologia e patologia generale. “E’ un grande onore per noi accogliere nelle nostre fila mediche un professionista di così alto profilo, una figura di caratura internazionale e di grandissima competenza – spiega l’amministratore delegato, Vincenzo Papes – la sua presenza qui porterà una spinta innovativa nella valutazione clinica in ambito interdisciplinare e concorrerà alla crescita in termini di sviluppo dei servizi ai pazienti del territorio”.

Tra le aree di approfondimento, il professor Giorgio Palù si occuperà di malattie sessualmente trasmesse, malattie infettive acute e croniche, terapia delle infezioni da agenti resistenti agli antimicrobici, analisi del microbioma ed impatto sulla salute.

Il Gruppo Centro di medicina è una realtà privata e convenzionata, nata nel 1982, con oltre 1300 specialisti, 500 dipendenti ed oltre 1.5 milioni di pazienti tra Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. L’ammiraglia del gruppo è la Casa di Cura Villa Maria, fondata nel 1956, realtà accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale di riferimento a livello regionale e nazionale per la chirurgia e la riabilitazione ortopedica. Entrata a far parte del Gruppo dal 2013, è protagonista di importanti rinnovamenti in termini di spazi e servizi sia in ambito ambulatoriale sia a supporto dei Reparti.

La Casa di Cura Villa Maria dispone di una capacità ricettiva di 140 posti letto di cui, alla luce della recente Dgr 614 del 15/05/2019, 88 accreditati nelle branche di Riabilitazione ortopedica e neurologica, Medicina generale, chirurgia ortopedica, e 25 accreditati per pazienti provenienti da fuori regione. Ogni anno sono oltre 35 mila le giornate di degenza. La Casa di Cura Villa Maria è inoltre assegnataria dalla Regione del Veneto di 24 posti letto di ODC (Ospedale di Comunità). Svolge inoltre un’importante attività ambulatoriale sia convenzionata che privata con servizi di eccellenza tra i quali spicca la Radiologia di alta specializzazione, il Laboratorio Analisi e il Poliambulatorio specialistico con molteplici branche specialistiche.

CURRICULUM VITAE – PROF. GIORGIO PALÙ

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università diPadova e specializzato in Oncologia ed in Patologia Generale presso l’Università di Pavia. Research Associate presso l’Istituto dei Tumori Jules Bordet, Université Libre diBruxelles e l’Institute of Cancer Research di Londra; Visiting Professor presso l’Università di Yale (Connecticit, USA), di Harvard (Boston, Massachusetts, USA) e di Londra dove ha condotto studi di virologia clinica e molecolare. Guest Professor e docente di Medicina Molecolare presso l’Università di Ulm(De), Adjunct Professor di Neuroscienze e di Biotecnologie preso l’Università di Temple (Philadelphia, Pennsylvania, USA). Professore di Microbiologia e Virologia presso l’Università di Padova.

Già primario presso l’Azienda Ospedaliera-Università di Padova. Ha sviluppato le sue competenze principalmente nel campo della terapia antitumorale ed antimicrobica. Si è dedicato in particolare alle patologie sostenute da agenti di infezioni sessualmente trasmesse, alle malattie infettive acute e croniche, alla terapia di infezioni virali e batteriche resistenti agli antimicrobici, alla terapia genica con impiego di cellule staminali, allo studio del microbioma.

Relatore a conferenze/seminari/corsi in tutto il mondo ed in particolare presso prestigiose istituzioni quali l’Accademia Nazionale delle Scienze di Washington, La Royal Society di Londra, La Royal Academy di Amsterdam, le Università di Harvard, Stanford, Yale, University College, Imperial College e molte altre.

Autore di oltre 600 pubblicazioni scientifiche oltre ad una trentina di trattati evolumi. Membro di Associazioni/Società Scientifiche di Microbiologia, Malattie Infettive,Terapia Genica. Presidente delle Società Italiana ed Europea di Virologia.

Email inviata con successo

Strada Padana Inferiore: Lazzarin:"Tempi biblici"

08/11/2019 12:11

"Quanto tempo dovremo ancora aspettare prima che il governo emani il decreto per finanziare la Sr10-Strada Padana Inferiore e Superiore e la Galleria Pala Rossa a Lamon? La Regione Veneto ha già fatto la sua parte, in accordo con Anas. A Roma il parere delle commissioni parlamentari e del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici è stato favorevole ed è stato inviato dal Mit alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. È tutto pronto. Manca solo la firma. Basta con questi tempi biblici. Il governo ci dica che intenzioni ha". Lo dichiara la deputata della Lega e sindaco di Pozzonovo, Arianna Lazzarini.

"Ho presentato in proposito un'interrogazione - fa sapere in una nota l'esponente leghista - per sapere dal Presidente Conte e dal Ministro De Micheli quali ostacoli impediscano la firma del Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) e se ci sia la volontà o meno di rispettare la riclassificazone degli elenchi delle strade già predisposta dal precedente esecutivo. Come la Sr10-Strada Padana Inferiore, che interessa numerosi comuni della Provincia di Padova: Montagnana, Urbana, Megliadino San Fidenzio, Santa Margherita d’Adige, Ponso, Ospedaletto Euganeo, Carceri, Este e Monselice. Rappresentanti e responsabili degli enti locali e territoriali, soprattutto i sindaci, sono preoccupati per le complicazioni economiche che potrebbero derivare da ulteriori rallentamenti nell'esecuzione dei lavori e per le inevitabili conseguenze per tutti i cittadini interessati. Parliamo di tratti stradali con grandi flussi di traffico, già programmati per importanti interventi di ammodernamento e che rivestono una funzione rilevante di collegamento di livello regionale e nazionale. Se il governo giallofucsia vuol fare marcia indietro lo dica chiaramente e se ne assuma la responsabilità".

Email inviata con successo

8 e 15 novembre asta delle biciclette

08/11/2019 11:09

Venerdì 8 e 15 novembre 2019, alle 15:30 all'istituto vendite giudiziarie di via Venezia, 77 (telefono 049 8756509), il Settore Contratti, Appalti e Provveditorato mette all'asta biciclette e oggetti vari acquisiti in proprietà dal Comune di Padova.

E' possibile visionare le biciclette e gli oggetti, il giorno dell'asta, dalle ore 9:00 alle 12:00. L'elenco delle biciclette e degli oggetti all'asta è scaricabile QUI.

Email inviata con successo

Corso per fare pacchi di Natale sold out

08/11/2019 09:08

Sold out nella sede dello Shopper Center al Centro Grossisti di Padova per il corso “Natale con i fiocchi” espressamente destinato ai panificatori e teso ad insegnare ad impacchettare ad arte i prodotti di panificazione e pasticceria tipici del periodo festivo.

Un momento “scintillante”, è il caso di dirlo, fortemente voluto da Paola Bagordo, titolare del Panificio Jessica e consigliera del Gruppo Panificatori, che si è spesa intensamente per organizzare questo momento formativo.

Dopo i saluti del presidente dei Panificatori Confcommercio Ascom Padova, Carlo Quartesan, il corso, tenuto dalla maestra Maria Pia Rosso, ha coinvolto una cinquantina di professionisti del settore, con lo scopo di dare ai loro prodotti, già eccellenti sotto il profilo qualitativo, anche una veste nuova e attraente, di marketing avanzato, aggiungendo valore al proprio negozio e rendendo l’esperienza di acquisto per i propri clienti ancora più speciale.

Email inviata con successo

Arcelliadi, la festa dello sport all'Arcella

08/11/2019 08:08

Dopo il grande successo delle giornate del 26, 27 e 28 settembre, che hanno coinvolto in totale circa 600 ragazzi delle scuole elementari e medie, tornano le Arcelliadi, la festa dello sport del quartiere Arcella.

Il progetto, promosso da Cps Libertas Padova, Xena -Centro Scambi e Dinamiche Culturali, Sphera Ssdrl, Assindustria Sport Padova, Padova Baseball e Braves Softball e sostenuto dal Comune di Padova attraverso il bando “La Città delle Idee”, prevede infatti degli incontri di approfondimento e delle borse sportive per gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Le borse sportive prevedono delle quote agevolate, che potranno essere richieste attraverso le scuole del quartiere che hanno partecipato al progetto, per diverse attività sportive che i ragazzi hanno potuto provare anche nel corso delle Arcelliadi: baseball e softball, ginnastica ritmica, atletica leggera.

Lunedì 25 novembre alle 20.45 allo stadio Colbachini invece partiranno gli incontri di formazione previsti dalle Arcelliadi. Si comincerà con un incontro dedicato al rapporto tra genitore e allenatore, figure fondamentali per ogni ragazzo, tenuto da Roberto De Vivo, insegnante, allenatore e formatore. Il 9 dicembre invece Federica Fornasiero, tecnico della nazionale paralimpica di nuoto, e Ruggero Vilnai, presidente del Cip Veneto, approfondiranno il tema dello sport per persone con disabilità, con un focus particolare sugli sport che possono essere praticati dai giovani.

Si proseguirà poi fino a marzo 2020 con incontri dedicati al fundraising per associazioni sportive (13 gennaio), sport e alimentazione (10 febbraio) e alle pari opportunità nello sport il 9 marzo.

Tutti gli incontri, della durata indicativa di circa due ore, sono gratuiti e aperti a tutti.

Sempre nell’ambito delle Arcelliadi sono previsti anche dei laboratori ludici per bambini nel corso della Settimana dello Sport nel febbraio 2020.

Email inviata con successo

Strade chiuse per lavori in città, ecco dove

07/11/2019 11:37

Per lavori di scavo e posa di cavi elettrici, chiusura temporanea al traffico veicolare di via Caprera, tratto compreso tra via Vicenza ed il numero civico 7, da lunedì 11/11/2019 a venerdì 15/11/2019, dalle ore 8.30 alle ore 18.30.

Per lavori di smontaggio di ponteggio metallico di protezione, chiusura temporanea al traffico veicolare di via Sperone Speroni, tratto compreso tra via Brondolo e via Santa Rosa, giovedì 14/11/2019, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

Email inviata con successo

Corri per Padova, dove parcheggiare

07/11/2019 09:52

Torna la Corri per Padova, l’evento più amato dai podisti padovani. La decima edizione dell’allenamento collettivo organizzato dal Comune di Padova e dalla Polizia di Stato partirà la sera di giovedì 7 novembre dalla sede tradizionale di Prato della Valle

Come ogni giovedì il villaggio sarà attivo dalle 19.30, mentre alle 20.30 è prevista la partenza. "La Corri per Padova è ormai un appuntamento fisso per gli sportivi, particolarmente amato perché mette assieme attività fisica e aggregazione, animando le strade della nostra bellissima città. Un evento frutto dell’impegno del Comune, della Polizia di Stato e di tantissimi volontari indispensabili per dare vita a questa grande festa" commenta l'assessore allo Sport Diego Bonavina.

PARCHEGGI

Il parcheggio disponibile si trova nell’area dell’Ex Foro Boario – Park Rabin e nei dintorni, rispettando i divieti presenti.

È possibile parcheggiare gratuitamente nel Park Rabin, con accesso dalle 19.30 e uscita entro le ore 23, ritirando oltre al biglietto ordinario, il pass-ticket dal personale incaricato.

Per uscire ci si può portare alla cassa, inserendo prima il biglietto ordinario poi quello consegnato dai volontari, ovvero con le stesse modalità nella colonnina presente alla sbarra d'uscita.

Per poter usufruire della gratuità del parcheggio è necessario presentare la tessera, o in alternativa, il coupon d’iscrizione con il pagamento.

Si avvisa che l’accesso al Park Rabin deve avvenire esclusivamente da via 58° fanteria, provenendo da Prato della Valle.


Email inviata con successo

Università aperta, 4 mila studenti in fiera

07/11/2019 09:47

Da Ferrari a Lamborghini, Ferrovie Italiane, Despar, Deloitte, Decathlon e il colosso della moda Otb. Sono solo alcune delle numerose aziende che oggi, alla Fiera di Padova, parteciperanno al Career Day – IES, dedicato alle scuole di Ingegneria, Economia e Scienze. È l’ultimo di un ciclo di quattro appuntamenti organizzati nel corso del 2019 dall’ufficio Career Service dell’Università di Padova, che ogni anno offre ai suoi studenti e laureati la possibilità di incontrare centinaia di imprese pronte ad inserirli nel proprio organico.

Ogni azienda presente al Career Day – IES avrà a disposizione un desk per interagire con studenti e laureati, in modo da far conoscere la propria realtà e i propri fabbisogni formativi e professionali. Gli studenti potranno lasciare il curriculum, informarsi sulle posizioni aperte e fissare eventualmente un colloquio. Nel corso della giornata sono previsti, inoltre, numerosi workshop di presentazione aziendale, incontri one-to-one tra professori dell'Università di Padova e aziende partecipanti che hanno prenotato un colloquio su argomenti specifici.

Email inviata con successo

Montegrotto: alberi di vetro verranno rimossi

07/11/2019 08:47

Gli alberi di vetro che da quasi vent’anni decorano piazza Roma, di fronte al municipio, verranno rimossi per ragioni di sicurezza. Il Comune di Montegrotto ha deliberato lo smontaggio e il trasporto in un luogo sicuro dell’opera realizzata dal professor Umberto Del Negro. L’ufficio tecnico darà ora avvio alla procedura amministrativa per l’assegnazione dei lavori di rimozione. “La decisione - spiega il sindaco Riccardo Mortandello - parte dalla constatazione dello stato di degrado dell’opera d’arte in vetro-mosaico, che in anni di esposizione alle intemperie si è degradata”.

Nell’ultimo periodo è successo che si sono staccati pezzi di vetro dalla legatura cementizia e dal contro-vetro di supporto, anch’esso fratturato. “All’inizio del nostro mandato - prosegue Mortandello - abbiamo promosso un sondaggio tra i cittadini per conoscere il gradimento anche rispetto alla collocazione. Da quel sondaggio è emerso che la maggioranza ci chiedeva di pensare a una diversa soluzione. Abbiamo quindi incaricato un’azienda veronese leader nel settore del vetro artistico di fare una perizia sull’opera. Da questa perizia è emerso che i materiali che sono stati usati per la sua costruzione non sono idonei per un'opera artistica da collocare all’aperto”.

La relazione tecnica commissionata ha messo in evidenza che l’attuale stato di conservazione rende l’opera un pericolo sia per la cittadinanza, sia per i turisti sia per chiunque sia intenzionato a visionarla da vicino o a farsi una foto accanto ai vetri e spiega che per un’efficace messa in sicurezza dell’area non si può prescindere dallo smontaggio dell’opera e dal trasporto in un diverso luogo di carattere temporaneo in vista di un futuro restauro. “Per il momento - spiega il sindaco - collocheremo quindi l’opera in sicurezza in un magazzino, rimandando a un secondo momento la valutazione sul restauro e sulla futura collocazione dell’opera d’arte”.

Il costo per lo smantellamento e il trasporto degli Alberi di vetro è stato quantificato in circa 20 mila euro.

Email inviata con successo