PROSTITUZIONE

Guizza: chiusa la casa
d'appuntamenti

09/11/2019 12:17

La notte dello scorso giovedì 7 novembre gli operatori di Polizia Locale della squadra Investigativa - Reparto Polizia Giudiziaria - hanno accertato che alcuni appartamenti all'interno di un residence in via Guizza, situato in prossimità al confine con il comune di Albignasego, venivano utilizzati da lungo tempo per attività di prostituzione. Gli agenti, intervenuti a seguito di numerose segnalazioni, sono entrati in 4 appartamenti di proprietà di una società con sede nel vicentino e di alcuni privati, dopo aver sentito come testimoni alcuni clienti che avevano appena usufruito delle prestazioni a luci rosse, pagando il corrispettivo richiesto direttamente nelle mani della prostituta (importi da 30 a 100 Euro circa), all'interno dei locali presi in affitto. Nel residence sono state identificate alcune prostitute dell'est e provenienti da paesi del Sud America. Le prostitute contattavano i potenziali clienti tramite internet, dando loro appuntamento nel residence. La Polizia Locale stava osservando la struttura (composta da circa 25 unità abitative) tramite specifici appostamenti già da qualche tempo, raccogliendo le testimonianze dei clienti, talvolta anche in orario antimeridiano. Nella blitz del 7 novembre, l'assiduità delle particolari frequentazioni si è ben compresa dall'elevato numero di persone che nella mezz'ora precedente all'intervento sono giunte in prossimità al residence e che già dalla strada tentavano di mettersi telefonicamente in contatto con le donne. Sono in corso accertamenti da parte della Polizia Locale per verificare eventuali responsabilità a carico di terzi in ordine ai reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, dato che il semplice esercizio della prostituzione in luogo privato da parte della persona direttamente interessata non costituisce alcun tipo di illecito.


 
Nessun commento per questo articolo.