Il violinista Mintz all'Auditorium Pollini

20/11/2019 08:14

Domenica 24 novembre alle ore 11.00 all’Auditorium Pollini di Padova si terrà il recital violinistico di Shlomo Mintz, violinista fra più importanti del nostro tempo, che per la prima volta si esibisce a Padova.

62 anni, nato a Mosca ed immigrato con la famiglia quando aveva 2 anni in Israele, Shlomo Mintz è considerato un violinista simbolo del secondo Novecento. Solista, direttore d’orchestra, compositore e perfino organizzatore di eventi, Mintz è da 40 anni al centro della vita musicale mondiale, come testimoniano le sue collaborazioni con i più rappresentativi protagonisti della storia della musica degli ultimi decenni. Il pianista Sander Sittig (Rotterdam 1961) che da lungo tempo lo accompagna regolarmente nei recital solistici sarà al suo fianco anche in questa occasione.

Il programma, librato tra Otto e Novecento, ammiccante tanto al secondo Romanticismo quanto alle avanguardie novecentesche, propone un accostamento tra Brahms e Prokofiev. Si comincia con la Sonata in re minore n°3 op.108 di Brahms. Brahms pubblicò solo tre Sonate per violino e pianoforte. La composizione della Terza Sonata impegnò l'autore per circa due anni (1887/88). Nata durante i soggiorni sulle rive del lago di Thun, la Sonata ci offre una pienezza di suono, grande virtuosismo e felice creatività.

E se Brahms fu un autentico innovatore, un vero rivoluzionario non da meno fu Prokofiev, nel cui nome proseguirà il programma con due pagine geniali: “Cinque Canti senza parole” op 35 bis e la “Sonata n° 2 in re maggiore op. 94 bis.

Il concerto rientra nel programma dei Solisti Veneti de i concerti della domenica dedicati al maestro Claudio Scimone.

Email inviata con successo

Renato Zero dal palco difende titolare di Zed

20/11/2019 07:39

Renato Zero scende in campo in difesa di Valeria Arzenton, l'imprenditrice a capo della holding Zed Entertainment dalla cui denuncia all'Agcm era stata aperto nel settembre 2018 un procedimento che coinvolge TicketOne e le società che controlla, per presunto abuso di posizione dominante. Zero era in concerto a Mantova, ieri sera, e dal palco ha lanciato un accorato messaggio sulla vicenda della promoter padovana: "Vorrei parlarvi di Valeria Arzenton - ha detto - che sostiene questa struttura e molte altre. Questa donna è soggetta a violenze verbali e non verbali solo perchè sostiene l'integrità e la magnificenza dell'arte e della comunicazione, vi prego di fare in modo che lei possa ottenere lo scettro di grande amazzone della cultura presso la Regione e le istituzioni affinchè questa struttura possa funzionare senza minacce e senza violenze".

Dopo la denuncia della titolare di Zed, l'Aurority ha acceso il riflettore su alcune aziende che gravitano attorno al gruppo TicketOne per alcune presunte azioni di boicottaggio e ritorsione nei confronti di Zed. Arzenton ha anche denunciato alcuni fatti che hanno coinvolto lei personalmente e la sua azienda Zed.

Email inviata con successo

Addio a Roberto Puliero volto di Telenuovo

19/11/2019 12:40

Addio a Roberto Puliero. Il celebre attore veronese è morto questa mattina, dopo una lunga malattia, all'età di 73 anni. Puliero, fondatore della compagnia teatrale "La Barcaccia", è stata la voce storica dell'Hellas che ha raccontato lo Scudetto del 1985 e volto di Telenuovo.

Alla famiglia di Roberto le condoglianze della redazione di Telenuovo.

Email inviata con successo

Pneumologia misura il tuo respiro

19/11/2019 11:17

L’UOC di Pneumologia dell'Azienda Ospedaliera di Padova, in occasione della giornata mondiale della BPCO organizza un evento rivolto ai cittadini che fumano e che desiderano “misurare il loro respiro”.

Sabato 23 Novembre 2019, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, in Piazza Eremitani a Padova, il personale Medico della Pneumologia eseguirà gratuitamente un esame semplice del respiro: la spirometria.

L'invito è rivolto a tutte le persone che fumano e a cui manca il respiro o hanno la tosse persistente ed è stato organizzato in collaborazione con il servizio di Psichiatria-Tossicologia dell'Azienda Ospedaliera di Padova (che si occupa del percorso di disassuefazione da fumo di sigaretta) e con l’Unione Trapiantati Polmone ONLUS.

Durante l’evento gli specialisti potranno anche fornire informazioni sulle malattie respiratorie e indicazioni per iniziare un percorso di prevenzione.

Email inviata con successo

Upa: nuova piattaforma per la formazione

19/11/2019 08:51

Si chiama UPAFLearning ed è la prima piattaforma e-learning in Italia ad utilizzare la tecnologia blockchain.

La propone Upa Formazione, l’ente di formazione di Confartigianato Imprese Padova: “Ci siamo chiesti quali fossero i nuovi bisogni degli imprenditori artigiani rispetto alla formazione – spiega Antonio Morello, Presidente di Upa Formazione -. Ciò che è emerso è la necessità di accedere, in modo comodo e veloce, a forme di apprendimento online, senza rinunciare a tracciabilità e sicurezza”.

Per questo, l’ente di formazione si è rivolto a Noima, startup innovativa, specializzata in soluzioni digitali avanzate per la web reputation e il risk management, che con il partner tecnologico EZ Lab ha messo a punto una piattaforma che prevede, come valore aggiunto, la sicurezza della tecnologia blockchain. Chi sarà in possesso di un attestato, certificato tramite blockchain, potrà garantirne l’autenticità e l’integrità a potenziali datori di lavoro, clienti e ad altre istituzioni. Basterà un click per verificarne la validità, senza aver bisogno di farne richiesta, risparmiando in tempistiche burocratiche. “La piattaforma permette di stare comodamente in azienda e poter fare i corsi di formazione desiderati in ogni momento che si desidera – continua Morello -. E’ sufficiente collegarsi, scegliere il corso, registrarsi, fare il pagamento. A questo punto vengono inviate immediatamente le credenziali e da quel momento si può iniziare il percorso formativo. Al completamento del corso, viene rilasciato un attestato garantito dalla tracciatura Blokchain”.

La costante tensione verso l’innovazione ha portato inoltre all’avvio di un altro progetto di ricerca per il riconoscimento biometrico dell’identità dei corsisti impegnati nella formazione online, a garanzia della trasparenza del servizio.

UPAFLearning si compone di undici categorie con oltre trecento titoli in costante evoluzione: In Academy, soft skills, sicurezza, lingue, turismo, sanità, finanza, procedure aziendali professionisti, pubblica amministrazione. Inoltre, sarà possibile costruire percorsi formativi personalizzabili e specifici su richiesta delle aziende, sia per i titolari che per i loro dipendenti. “UPAFLearning non intende smaterializzare i servizi – precisa Morello - ma vuole introdurre una nuova opportunità per le imprese, continuando ad assisterle con una stabile struttura di docenti e consulenti, di aule, segreteria e progettazione, di tutoraggio e visite in azienda. Il nostro ente, forte di oltre trentacinque anni di esperienza, offrirà soluzioni formative in linea con le diverse esigenze delle imprese, individuando le forme di finanziamento più adeguate”.

Email inviata con successo

ArtePadova: sono state 26mila le presenze

19/11/2019 08:43

“Centrato l’obiettivo dei 26.000 visitatori”. Così, con soddisfazione Nicola Rossi ideatore e direttore artistico di ArtePadova, commenta a caldo l’esito della 30^ edizione che nei quattro padiglioni della Fiera di Padova dal 15 al 18 novembre ha visto l’adesione di 300 gallerie giunte da tutta Italia oltre che da Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Iran, Spagna, Turchia. Gli artisti internazionali rappresentati con ben 15.000 opere sono stati 725 e tra essi i più bei nomi del moderno e del contemporaneo: Picasso, Modigliani, Matisse, Warhol, Morandi, Fontana, De Pisis, De Chirico, Guttuso, Haring, Christo, Balla, Carrà, Sironi, Burri, Schifano, Pomodoro, Rotella, Manzoni, Scanavino, Baj, Vedova, ma anche Lichtenstein, Indiana, Arman, Jenkins, Mitoraj, Xhixha. In aumento la presenza delle artiste, tra le quali: Giosetta Fioroni, Beatrice Gallori, Carla Accardi o Maria Lai che da Christie’s a Londra ha avuto aggiudicata un’opera a 80.000 sterline; Nanda Vigo, Carla Bedini e Francesca Pasquali.

Come avviene da otto anni in questa che è per importanza la seconda fiera dell’arte moderna in Italia e la principale del Nordest, l’esposizione è stata arricchita dalla vivace presenza di 140 tra gallerie, associazioni, scuole, fondazioni, artisti indipendenti e collettive nei due padiglioni di Contemporary Art Talent Show, riservati a quadri, sculture, installazioni di artisti emergenti dal costo oscillante dai 200 ai 5.000 euro. In questa sezione che ha avuto per madrina l’artista russa (già modella di successo) Ludmilla Radchenko, si sono tenuti tre premi: l’8° Premio Contemporary Art Talent vinto dallo scultore Thomas Pacher di Milano con Boy no connection Teddy, davanti ai veronesi Alketa Bercaj Delishaj con Tennis Match e Denis Gambaretto con Feelings in the subway; il Premio Mediolanum (promosso dallo sponsor di ArtePadova) vinto da Maurizio Rosella di Orvieto (Tr) per Still Present (Ancora presente); il Contest Show and Tell - Pensa, Crea, Mostra per il miglior progetto espositivo di artisti e curatori under 30 vinto da Cristina Materassi di Firenze con Passaggio in zone di spazio.

In quattro giorni ArtePadova ha ospitato 33 fra incontri, performance, anteprime internazionali e mostre personali dedicate ai disegni di Fabio Civitelli illustratore storico di Tex, alle sculture giganti di Giorgio Laveri, all’artista della luce Jorrit Tornquist, al cantante Ivan Cattaneo con 43 tele in tecniche miste e al critico musicale Red Ronnie che ha proposto 40 sue foto scattate ai big della musica internazionale.

Si sono anche registrate per la prima volta la presenza espositiva di 13 artisti portati al Contemporary Art Talent Show dalla prestigiosa Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia e di 5 scultori del legno che nel carcere di alta sicurezza Due Palazzi di Padova seguono un corso di scultura.

Tra i visitatori della 30^ edizione, oltre alle autorità locali sono intervenuti: la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il cantante Ivan Cattaneo, il critico musicale Red Ronnie, l’artista della luce austriaco Jorrit Tornquist, l’artista (già modella) Ludmilla Radchenko, l’illustratore di Tex Fabio Civitelli, lo street-artist Alessio-B, la storica Maria Beatrice Autizi. “Nonostante la drammatica coincidenza con i disastri climatici che hanno colpito il Veneto – conclude Nicola Rossi presidente di Nord Est Fair srl di Padova, società che oltre ArtePadova organizza fiere dell’arte a Bari, Forlì, Genova, Parma e Vicenza – la manifestazione ha richiamato molti visitatori soprattutto nel week-end con soddisfazione dei galleristi che come noi continuano a promuovere un settore come l’arte moderna e contemporanea capace di arricchire ancora di più il patrimonio culturale italiano. Il prossimo appuntamento sarà in Liguria per la 16^ ArteGenova dal 14 al 17 febbraio 2020”.

Email inviata con successo

Montegrotto si veste di rosso contro la violenza

18/11/2019 12:45

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (25 novembre) Montegrotto Terme istallerà una panchina rossa in piazza Roma, di fronte al Municipio. Si tratta della prima iniziativa della neonata Consulta delle Pari Opportunità del Comune di Montegrotto Terme.

L’inaugurazione è in programma sabato 23 novembre alle 10 alla presenza di una rappresentante del Centro Antiviolenza di Padova e dell’assessora al Sociale del Comune, Elisabetta Roetta. “Per tutta la giornata, e se il tempo sarà clemente anche domenica mattina dalle 10 alle 13 - spiega l’assessora Roetta - una T-shirt rossa appositamente creata per questa giornata sarà regalata a chi farà una donazione a favore del Centro Veneto Progetti Donna che gestisce il Centro Antiviolenza”.

Email inviata con successo

Miglior panettone del Mondo: Luni è secondo

18/11/2019 10:23

Il pasticcere padovano Francesco Luni si è aggiudicato la medaglia d'argento per il miglior panettone del Mondo 2019.

La competizione ha visto la premiazione ieri a Roma nell'evento organizzato dalla federazione internazionale di Pasticceria. Francesco Luni, pasticcere, figlio d'arte e che lavora nell'attività di famiglia, all'Estense, si è piazzato al secondo posto mondiale nella categoria Miglior Panettone Classico.

165 i pasticceri in gara anche da Cina, Giappone, Arabia Saudita o da Francia e Spagna.

Email inviata con successo

Cornaro: cortometraggio proiettato al Senato

18/11/2019 07:57

Martedì 19 novembre, alle ore 12.00, in Sala Caduti di Nassirya, a Palazzo Madama, su iniziativa del Senatore Antonio De Poli, si svolgerà una conferenza stampa di presentazione del cortometraggio "Dentro di noi", prodotto dal Liceo Statale Alvise Cornaro di Padova, nell'ambito del progetto "Cinefumando".

Si tratta - si legge in una nota - di un progetto didattico per la promozione della ricerca scientifica e della lotta al cancro polmonare. Tale progetto è stato supportato dall'AIRPP (Associazione italiana ricerca patologie polmonari) e dalla Bristol Myers Squibb. Nel corso della conferenza, interverranno: Antonio De Poli, senatore questore, Fortunata Marchese, ideatrice del progetto "Cinefumando"; Massimo Vezzaro, già dirigente scolastico del Liceo Statale "Alvise Cornaro"; Silvia Desideri, coordinatrice scolastica del cortometraggio; Angelo Paolo Dei Tos, ordinario di Anatomia patologica all'Università degli Studi di Padova; Fiorella Calabrese, presidente AIRPP Onlus; Barbara Ammanati, sceneggiatrice e coach attori e gli studenti attori Lisa Romanato e Federico Valerio, conclude la nota.

Email inviata con successo

Champions League degli scacchi: vince Padova

18/11/2019 07:49

Una squadra italiana ha vinto la Champions League degli scacchi: la Obiettivo Risarcimento Padova si è aggiudicata la European League Chess Champions, il torneo che raccoglie i club vincitori dei rispettivi campionati nazionali e che quest'anno si è svolto a Ulcinj, in Montenegro.

La formazione veneta, che accanto ai grandi maestri Brunello e Vocaturo ha schierato delle superstar come Rapport, Adams, Leko, Vallejo Pons, Jones e Saric, ha totalizzato 14 punti su 14 in una competizione che raccoglieva alcuni fra i più forti giocatori del mondo.

E' la prima volta che l'Italia conquista la prestigiosa competizione. “Un'emozione unica – ha detto il capitano, Cristiano Quaranta -. Quando sul podio è partito l'inno mi sono commosso ripensando a tutti gli ostacoli di questi anni”.

Prima di Padova nessuno era riuscito nell’impresa: dominare il panorama internazionale degli scacchi, primeggiare tra le più forti squadre europee riuscendo ad ottenere la vittoria della più avvincente competizione a squadre d’Europa. La squadra da sempre conta sul sostegno dello sponsor trevigiano Obiettivo Risarcimento dei fratelli Paolo e Roberto Simioni, azienda leader in Italia per il giusto risarcimento da danno causato da responsabilità professionale medica.

LA SQUADRA

La squadra a Montenegro ha schierato otto grandi maestri. La stella in ascesa Richard Rapport (Ungheria) che sta per entrare nella top 10 mondiale. Michael Adams (Inghilterra), più volte candidato al titolo mondiale, è stato numero 3 al mondo. Peter Leko (Ungheria), vice campione mondiale nel 2004. Ivan Saric (Croazia), già campione europeo individuale. Francisco Vallejo (Spagna), sin da quando era giovanissimo ai vertici mondiali. Gawain Jones (Inghilterra), cresciuto in Italia, con Adams ha appena ottenuto un terzo posto all'europeo per nazioni. Daniele Vocaturo (Italia) numero 1 delle graduatorie nazionale da anni, vicino ad entrare nella top 100. Sabino Brunello (Italia) stabilmente nella top 5 italiana, che ha partecipato a innumerevoli olimpiadi ed europei a squadre. Stabilmente nella squadra, da anni, c’è il capitano Cristiano Quaranta, che recluta i giocatori e decide le strategie durante le partite.

IL COMMENTO

“Le vittorie di squadre occidentali sono un'eccezione – afferma il capitano Quaranta -. Siamo la prima squadra italiana a riuscire a lottare per le posizioni di testa, ovviamente i primi a portare a casa una medaglia. Noi abbiamo vinto tutti i sette incontri, non c’è un precedente simile. È stato un viaggio lunghissimo iniziato nel precedente millennio, che ci ha portato prima a scalare il campionato italiano, partendo dalla terza divisione, poi a lottare per i primi scudetti. Infine dal 2012 gli assalti al titolo continentale che fino e ieri sono stati una delusione incredibile. Nel 2014 e nel 2016 partivamo numeri due di tabellone e siamo entrati a fatica nei primi 10, nel 2015 siamo stati gli unici a non perdere con i vincitori, siamo arrivati secondi ex aequo con altre due corazzate, per poi ritrovarci ai piedi del podio per il minimo scarto possibile nello spareggio. Lo scorso anno nell'ultima partita abbiamo avuto la mossa vincente, ma il nostro giocatore l'ha mancata, arrivando così terzi ex aequo, poi nuovamente quarti”. Ma la voglia di riscatto è forte e la squadra padovana non molla la presa. “Quest'anno è stata una cavalcata trionfale – aggiunge Quaranta -. Nelle prime 5 partite abbiamo battuto avversari di caratura inferiore, nella sesta i campioni in carica di San Pietroburgo. Nella settima siamo stati di fronte alla squadra Macedone di Alkaloid, i favoriti della vigilia. In caso di sconfitta saremmo arrivati terzi. Ed invece una grande partita di Daniele Vocaturo, unico italiano schierato ieri, ci ha aperto le porte del paradiso”.

Email inviata con successo