Ernesto Canella va in pensione

02/12/2019 09:51

Ernesto Canella, storico Direttore Acquisti dei supermercati Alì va in pensione.

Raggiunto il cugino Francesco Canella quasi agli albori della grande impresa, oggi leader in Veneto della Grande Distribuzione Organizzata, Ernesto, cominciò a lavorare nel primo Alì di Via Curzola a Padova e grazie agli insegnamenti del fondatore Comm. Dott. Francesco Canella, imparò ben presto il mestiere del compratore.

Ernesto, abilissimo comunicatore, nel tempo ebbe cura di accrescere i rapporti con tutti i fornitori, grandi e piccoli; diventò maestro nelle tecniche negoziali seguendo sapientemente l'andamento del mercato proprio e dei fornitori. Quello che ancora oggi lo accompagna al lavoro è l'amore per ciò che fa e questo è l'insegnamento che ha tramandato a tutti i buyer, dei quali è stato oltre che il mentore, in tante occasioni anche un padre di famiglia.

Perché la capacità di ascoltare e di comunicare di Ernesto, sapendo entrare in confidenza con ciascuno dei collaboratori e facendosi punto di riferimento per qualsiasi tipo di confronto sia personale che professionale, l'hanno sempre distinto. "Ernesto si è sempre rapportato con noi in maniera ferma ma paterna, ci ha insegnato a fare squadra. Se avevamo bisogno di un consiglio sapevamo che da lui c'era sempre la porta aperta, perché Ernesto è così: come un padre di famiglia, ti rimprovera ma ti dà il modo di riscattarti." comunica in modo corale la seconda generazione della famiglia Canella.

"La vita ci ha fatto codividere molto, abbiamo affrontato momenti difficili ma anche assaporato grandi gioie." afferma Francesco Canella "Insieme però siamo riusciti a portare l'azienda a questo livello. Adesso tocca alla seconda generazione proseguire per questa strada."

Per Ernesto Canella da fine anno si aprirà un nuovo capitolo di vita, ma in azienda continuerà a crescere ciò che ha saputo seminare, tanto dal lato commerciale quanto dal lato umano.

Email inviata con successo

Grande successo per la festa del ringraziamento

02/12/2019 08:05

Agricoltori da tutta la provincia e insieme a loro oltre trenta sindaci con la fascia tricolore, consiglieri provinciali, parlamentari, autorità militari e istituzionali per la sessantanovesima edizione della giornata Provinciale del Ringraziamento di Coldiretti Padova celebrata quest'anno a Este.

È stata una domenica di festa e di riflessione sul ruolo ed il valore dell'agricoltura nel territorio padovano e nel tessuto economico locale. In primo piano i prodotti agricoli arrivati dalle zone di tutta la provincia, presentati all'offertorio durante la celebrazione nel Duomo di Santa Tecla. E le tipicità made in Padova sono state protagoniste per tutto il giorno in piazza Maggiore nel mercato di Campagna Amica animato dalle aziende agricole. "Al termine dell'annata agricola, come da tradizione - spiega il presidente di Coldiretti Padova Massimo Bressan - rendiamo grazie per i doni della terra e per il raccolto. Non sono mancate le difficoltà e le emergenze, in particolare per alcuni settori, a partire dall'ortofrutta flagellata dalla cimice asiatica, proprio in questo territorio, o dai danni provocati dai cinghiali sui Colli Euganei. Abbiamo avuto anche diverse soddisfazioni e sappiamo che possiamo contare dell'appoggio della società civile, al nostro fianco della difesa del vero made in Italy agro-alimentare. E in queste settimane vogliamo coinvolgere la cittadinanza sul tema della tutela e della salvaguardia del territorio in occasione delle elezioni del 15 dicembre per il rinnovo dei vertici dei Consorzi di Bonifica. Il mondo agricolo si è presentato compatto a questo appuntamento importante per garantire il buon governo nella gestione della risorsa acqua, in un territorio che rivela le sue fragilità in tempi di cambiamenti climatici".

"È la festa della concretezza e della nostra vita" ha ricordato nell'omelia don Giorgio Bozza, consigliere ecclesiatico di Coldiretti Padova, sottolineando il ruolo di custodi del territorio degli agricoltori, impegnati ogni giorno nel garantire il "pane" che sta la, "frutto della terra e del lavoro dell'uomo".

Il sindaco di Este Roberta Gallana ha sottolineato come dietro "ai prodotti portati oggi all'altare ci sia il lavoro di tutti i nostri agricoltori. Grazie a Coldiretti, sempre in prima linea per il nostro settore primario".

Roberta Toffanin, senatore di Forza Italia ha ribadito come “essere al fianco del mondo agricolo e vicino alla Coldiretti significa essere vicini ai cittadini per avere garantiti prodotti agroalimentari di qualità. Spesso ci dimentichiamo quanta fatica ci sia nel lavoro dei campi e quanti problemi assillino l’agricoltura, a partire dai cinghiali, per citare un’emergenza a noi vicina. Este oggi accoglie con orgoglio e gratitudine gli agricoltori padovani".

Fabio Miotti, consigliere provinciale con delega all’agricoltura: “grazie a Coldiretti che ha portato a Este la buona agricoltura a difesa produzioni agroalimentari e a tutela delle nostre eccellenze e per tutto ciò che è stato fatto in un intero anno per tutto il settore”. Antonio Santocono, presidente della Camera di Commercio di Padova, ha portato il saluto delle 120 mila aziende che rappresenta e ha lanciato un appello per le imminenti elezioni dei consorzi di bonifica, sottolineando l’impegno del mondo agricolo per la salvaguardia della sicurezza idraulica del territorio”. Presenti, fra gli altri, i consiglieri provinciali Elisa Venturini, Vincenzo Gottardo, Loredana Borghesan, Marcello Bano e Alessandro Bisato.

Email inviata con successo

Musei gratis dal 7 dicembre al 7 gennaio

30/11/2019 12:06

Dal 7 dicembre al 7 gennaio il Comune di Padogva ha deciso di rendere i musei comunali gratis per tutti i residenti in città e provincia di Padova e per tutti gli studenti di UNIPD.

La gratuità riguarda i Musei Civici agli Eremitani, Palazzo Zuchermann il Museo del Risorgimento e il Palazzo della ragione. Restano esclusi la Cappella degli Scrovegni e le Mostre con biglietto SIAE.

Email inviata con successo

A Tribano i dissuasori della velocità

30/11/2019 10:51

A Tribano sono stati installati due pannelli dissuasori di velocità in entrata del paese.

Si trovano rispettivamente in via Barbarigo di fronte alla Caserma dei Carabinieri e in via Mazzini prima della rotatoria. I pannelli dissuasori permettono di rilevare istantaneamente la velocità degli automobili mostrandola sullo schermo. A questo farà seguito un simbolo di ringraziamento o di pericolo in caso d'infrazione.

Gli apparecchi registrano ogni singolo passaggio e daranno modo di raccogliere le statistiche riguardanti traffico e velocità. Seguirà l'azione diretta sul campo da parte dell'agente di polizia locale che, oltre a svolgere servizio di prevenzione, provvederà a reprimere determinati comportamenti contrari al codice della strada.

Email inviata con successo

Carmignano: pista ciclabile in via Spessa

30/11/2019 09:34

Verrà inaugurata domenica 1° dicembre alle 15 il primo stralcio della pista ciclopedonale di via Spessa, che comprende il tratto da via Carducci alla chiesetta di S.Anna. “Un passo importante nella direzione dello sviluppo di piste ciclabili nel nostro territorio comunale, che già ora si colloca tra i primi posti in Italia, e tra le più virtuose città europee, con 1,2 metri di pista ad abitante - ha commentato il Sindaco Alessandro Bolis –. Il risultato? Un minore impatto ambientale ed una mobilità più sicura”.

E non è finita qui. “Entro i prossimi tre anni abbiamo inserito nel Piano Triennale delle Opere pubbliche ulteriori tratti di piste ciclabili - commenta il vicesindaco assessore ai lavori pubblici Eric Pasqualon - che ci porteranno ad un totale di 10 chilometri di percorsi protetti grazie ad investimenti dal 2020 al 2022 per oltre 4 milioni di Euro”.

L’opera, costata 450 mila euro, interamente finanziati dal Comune, ha una lunghezza di 450 metri e si snoda lungo via Spessa dall’incrocio di via Carducci alla chiesetta di S.Anna. Rappresenta un primo stralcio di lavori che permetteranno di collegare il centro del paese a S.Anna. Il secondo stralcio, previsto per il 2021, partirà da via Carducci per terminare nel centro di Carmignano.

La pista è percorribile da pedoni e ciclisti, e sono stati installati 25 nuovi punti luce con fari a led a basso consumo, cestini e la segnaletica orizzontale e verticale. Il tracciato è separato dalla carreggiata della strada da una aiola piantumata e da cordoli. Con l’occasione è stato riasfaltato tutto il tratto di strada che va da via Ippolito Nievo a via Cerato, ben oltre, dunque, la chiesetta, e sistemate le banchine. Etra ha ampliato la rete fognaria e idrica per le utenze delle vie laterali di via Spessa, in precedenza sprovviste di allacciamento alla rete pubblica, che sono anche state asfaltate.

Ricco il programma: alle 15 il ritrovo presso l’entrata della Pista in via Ippolito Nievo e l’arrivo e il taglio del nastro alla Chiesa di S.Anna con la benedizione del parroco. Quindi, un rinfresco per tutti i partecipanti offerto dalle ditte costruttrici. Ad arricchire la cerimonia la presenza della BandOrchestra G.Bovo e l’accensione del Presepe del quartiere Spessa allestito dall’Associazione Sant’Anna. “Ci auguriamo una folta partecipazione degli alunni delle Scuole, cui nei giorni scorsi sono stati distribuiti dei biglietti gratuiti per partecipare ad una lotteria che vede in palio tre biciclette - conclude Pasqualon -. I premi saranno estratti a sorte solo tra i presenti alla cerimonia”.

Email inviata con successo

Geox: pronta una gran stagione di concerti

30/11/2019 08:47

"Sono stati dieci anni di emozioni, questa sarà una stagione spettacolare, all'insegna dell'internazionalità, che è la cosa più bella che possiamo offrire quest'anno al nostro pubblico".

Così Valeria Arzenton, 'boss' di Zed, alla presentazione della stagione dei concerti al teatro Geox. "Avremo anche il grande Tiziano Ferro, che è la nostra star italiana nel mondo, siamo felici di poter portare grandi artisti nel nostro territorio tra cui Pat Metheny" afferma.

Superata la soglia dei 650 eventi dal 2009, il Gran Teatro Geox di Padova guarda al 2020 come all'anno della prima decade di attività. Il 2019-2020 vedrà il ritorno in Italia del musical We Will Rock You, il virtuosismo nel violino di Ara Malikian, la potenza benefica del coro Summertime. Daniel Ezralow, Momix e Circus-Theatre Elysium con 'Alice'; Angelo Branduardi e Paolo Conte, per un teatro moderno nel cuore della storia della musica tradizionale italiana. Musical - in primis School of Rock, nella nuova produzione italiana - e comicità - torneranno Giacobazzi e Giovanni Vernia - fino al 21 maggio, data dell'arrivo dei Kraftwerk. E poi il grande Prog Rock con una stagione che vedrà protagonisti i Marillion nel tour 'with friends from the Orchestra', il 13 dicembre; a marzo torneranno e Padova i Procol Harum, leggendaria band di Gary Brooker e Geoff Whitehorn, e da poco sono state aperte le vendite per gli Yes, a Padova con il tour che celebra 40 anni di dischi.

Email inviata con successo

Ordine ingegneri dona 4 progetti per l'agordino

29/11/2019 08:25

A poco più di un anno dal passaggio del devastante ciclone, denominato “Tempesta Vaia”, che si è abbattuto sull’arco alpino, non mancano le proposte e i progetti per far rinascere le aree montane del nord Italia messe a dura prova dalla violenza della tempesta. Arrivano dall’Ordine Ingegneri di Padova, e precisamente ad opera di tre giovani professionisti, quattro progetti finalizzati al ripristino del territorio montano, a seguito degli eventi avvenuti tra il 26 e il 30 ottobre 2018, che interessano quattro comuni dell’Unione Montana Agordina pesantemente colpiti in provincia di Belluno: Vallada Agordina, San Tomaso Agordino, Rivamonte Agordino e Colle Santa Lucia.

Una forte passione per la montagna e la voglia di rendersi utili in maniera concreta ha spinto i tre ingegneri - Gaia Berto, Riccardo Bertaggia ed Elia De Marchi - liberi professionisti tra i 30 e i 36 anni, ad offrire le proprie competenze per elaborare interventi di sistemazione idraulico-forestale e di ripristino a seguito dei dissesti. “Io personalmente adoro la montagna e sono rimasta particolarmente colpita dal disagio che hanno subito le zone interessate dalla tempesta Vaia - dichiara l’Ing. Gaia Berto -. Si può aiutare in tanti modi ma grazie al nostro lavoro possiamo entrare nell’operativo per questo ho accolto con piacere quest’opportunità.”

“Andare sul campo e vedere la devastazione è stato molto impattante – commenta l’Ing. Riccardo Bertaggia – e poter far qualcosa per dare una mano alle comunità montane è stato lo stimolo per partecipare.”

Diversi sopralluoghi e il continuo relazionarsi con l’ufficio tecnico dei vari comuni ha portato così, dopo circa un anno di lavoro, alla formulazione dei quattro progetti che, se da una parte hanno permesso loro di fornire una risposta attuabile per la comunità montana, dall’altra hanno contribuito ad affinare capacità e crescita professionale. “Anch’io sono molto legato a quelle zone e volevo fare qualcosa di concreto – continua l’Ing. Elia De Marchi -. Fare un bonifico è facile ma è una goccia nel vaso, mentre studiare ed elaborare questi progetti rappresenta un contributo effettivo che mi ha regalato anche molta soddisfazione.”

“La raccolta economica che avremo potuto ottenere attraverso la richiesta di donazioni agli iscritti dell’Ordine Ingegneri - precisa Mauro Tortorelli, coordinatore del team di ingegneri - non avrebbe mai raggiunto l’utilità di disporre dei progetti finiti e spendibili da parte dei Comuni coinvolti. Lo sforzo dell’Ordine di Padova è stato quello di individuare una proposta di aiuto tangibile che ha portato alla sottoscrizione di un protocollo di intesa tra l’Ordine e l’Unione Montana, che ha coordinato e tutt’ora coordina le attività per i comuni beneficiari. Ai giovani professionisti, che si sono resi disponibili, su base volontaria, a fornire il proprio contributo l’Ordine ha deliberato di riconoscere un importo forfettario a copertura delle spese, quali ad esempio i costi di trasferta e per riproduzione di stampe ed elaborati, sostenute per la redazione dei progetti”.

I PROGETTI

E’ già stato ultimato e consegnato al comune di Vallada Agordina, il progetto che pianifica gli interventi necessari al ripristino della strada silvo-pastorale Todesch-Cogul e che prevede la sistemazione di alcuni punti critici e la stabilizzazione del fondo dell’intera strada. Attualmente, la strada comunale che collega la frazione di Cogul al resto del comune può essere soggetta a frane ed essere interrotta in caso di eventi eccezionali per questo l’obiettivo è quello della messa in sicurezza della stessa, per renderla fruibile come via di fuga secondaria all’abitato di Cogul. Il quadro economico di progetto prevede un importo lavori di circa 96.000 euro a fronte di un finanziamento complessivamente necessario alla realizzazione dell’opera di 140.000 €. I lavori sono già appaltati e attualmente in attesa di essere avviati con la consegna formale dei lavori.

Il progetto che interessa il comune di Rivamonte Agordino prevede invece gli interventi necessari per la Regimazione delle acque meteoriche in località Paluch: questo insieme di opere creerà un nuovo sistema di intercettazione delle acque meteoriche provenienti dai versanti posti a Ovest e Nord-Ovest dell’abitato, impedendo l’allagamento delle aree attualmente soggette a questo fenomeno. Attualmente l’acqua tende ad accumularsi nella zona centrale di questa località, in corrispondenza della vasta area verde centrale, rischiando di invadere scantinati e abitazioni circostanti e il sistema attuale di drenaggio delle acque non risulta rispondere efficacemente alla necessità di raccogliere l’acqua per farla defluire fuori dal centro abitato: da qui nasce l'esigenza di creare un nuovo sistema sotterraneo di deflusso per le acque meteoriche che, convogliando al suo interno quanto raccolto dai pozzetti posti lungo il percorso stradale, allontani il flusso dalle proprietà scaricandolo nel torrente. Il quadro economico di progetto prevede un importo lavori di circa 50.000 euro a fronte di un finanziamento complessivamente necessario alla realizzazione dell’opera di 75.000 €.

Nel territorio del Comune di San Tomaso Agordino i giovani ingegneri stanno mettendo a punto un progetto che riguarda il torrente Rù Col da Riz e prevede le operazioni necessarie al ripristino del corretto funzionamento delle 4 briglie ubicate sopra la Strada Regionale 203 e conseguente verifica delle stesse. Il quadro economico di progetto prevede un importo lavori di circa 107.000 euro a fronte di un finanziamento complessivamente necessario alla realizzazione dell’opera di 150.000 €.

Infine, per il comune di Colle Santa Lucia, l’Ordine degli Ingegneri si sta occupando della progettazione degli interventi di sistemazione della strada comunale al servizio della frazione di Colcuc che, durante la tempesta “Vaia” è stata pesantemente danneggiata, coinvolta da smottamenti e dalla caduta di alberi sulla carreggiata. In fase emergenziale si è provveduto a realizzare alcuni muri di sostegno per permetterne la riapertura ma tali lavori necessitano di essere completati per poter mettere definitivamente in sicurezza l’unica strada carrabile che collega la frazione di Colcuc alla S.P. 251 della Val Zoldana. La progettazione di tale intervento non è ancora partita e l’importo complessivo previsto è di circa 510.000 €.

Email inviata con successo

Tornano i sabati del Riuso all'Arcella

28/11/2019 17:01

Sabato 30 novembre tornerà all’Arcella il penultimo appuntamento per quest’anno dei “Sabati Ecologici”, iniziativa lanciata da Comune e AcegasApsAmga per contrastare l’abbandono dei rifiuti ingombranti nel territorio. I cittadini che si recheranno in piazzale Azzurri d’Italia, dalle ore 9 alle ore 13, troveranno ad accoglierli gli operatori della Multiutility, pronti ad assisterli nella consegna di quelle particolari tipologie di rifiuti che non possono essere conferite nei contenitori stradali della raccolta differenziata, come ad esempio piccoli e grandi elettrodomestici, RAEE, materassi, divani, pile e batterie.

Nel piazzale, nei pressi dell’area destinata al centro di raccolta mobile, i cittadini troveranno come sempre anche il desk gestito dall’associazione “Rete Riuso Padova”, presso cui donare i propri oggetti in alternativa al conferimento ad AcegasApsAmga. Gli oggetti, anziché essere trattati come rifiuti, potranno essere portati a nuova vita. Quanto raccolto e recuperato da Rete Riuso Padova contribuirà a sostenere progetti di inserimento lavorativo, accoglienza residenziale e solidarietà. Inoltre, la promozione del riuso mira a sensibilizzare tutti verso una cultura del consumo responsabile e del risparmio sia economico che di risorse. Gli operatori di Rete Riuso raccoglieranno solo alcune tipologie di oggetti, fra cui: mobili, soprammobili, casalinghi, biciclette, dischi vinile, dvd, libri.

Email inviata con successo

I 5 seconds of summer alla Kioene Arena

28/11/2019 13:17

5 Seconds of Summer arrivano in Italia con il loro “NO SHAME WORLD TOUR 2020” con due attesissimi concerti: il 30 maggio a Padova (Kioene Arena). I 5 Seconds of Summer pubblicheranno presto il loro quarto album in studio (il primo sotto l’etichetta Interscope Records), che promette di essere il loro lavoro più ambizioso e innovativo. Fin dal suo esordio, la carismatica band di Sydney ha portato una grande energia punk nel mondo del pop. Ora con questo nuovo disco il gruppo sperimenta con nuove sonorità, abbattendo i confini tra generi musicali. Il disco, che fa seguito al precedente Youngblood pubblicato nel 2018, è realizzato in collaborazione con Andrew Watt (Post Malone, Camila Cabello). “Andrew è come il quinto membro della nostra band!” – racconta Luke Hemmings, voce e chitarra del gruppo – “lui ama il rock ‘n’ roll proprio come noi ed è un grande innovatore nel campo della musica pop”.

Il singolo che lo anticipa è Teeth, direttamente dalla colonna sonora della terza stagione del telefilm 13 Reasons Why. Nella sua realizzazione, il singolo può vantare il sound della leggendaria chitarra solista di Tom Morello (Rage Against the Machine) e la collaborazione di Ryan Tedder, leader degli OneRepublic. La pubblicazione di Teeth segue il successo del precedente singolo “Easier” che in Italia si è stabilito nella Top 50 dell’Airplay, oltre a raggiungere 140 milioni di stream su Spotify e più di 37 milioni di visualizzazioni su YouTube. I 5SOS hanno consolidato il loro successo in Italia lo scorso anno grazie al singolo certificato Platino “Youngblood”, che a novembre 2019 ha superato i 780 milioni di stream su Spotify e 100 milioni di visualizzazioni su YouTube.

La band è formata da Luke Hemmings (voce/chitarra), Michael Clifford (voce/chitarra), Calum Hood (voce-basso) e Ashton Irwin (voce-batteria). I biglietti saranno disponibili tramite prevendita MyLiveNation dalle ore 10 di giovedì 5 dicembre e via Ticketmaster Italia dalle ore 11 di venerdì 6 dicembre.

Email inviata con successo

Pulizie intensive alla Sacra Famiglia e Guizza

28/11/2019 11:04

La zona di Altichiero è stata interessata dalle “Pulizie Intensive”, iniziativa di Comune e AcegasApsAmga per restituire ai cittadini le strade in cui si abita o si lavora pienamente igienizzate. L’intervento si è concentrato principalmente lungo l’omonima via Altichiero e via Leogra, dove fin dalle prime luci del mattino, una decina di mezzi e altrettanti operatori della multiutility si sono impegnati per far risplendere l’area. Dopo l’attività di spazzamento meccanizzato, gli operatori hanno effettuato il lavaggio stradale. Infine, nell’area è stata eseguita una accurata pulizia delle caditoie con idropulitrice e la sostituzione dei cestini.

DUE GLI INTERVENTI A DICEMBRE

Le “Pulizie Intensive” proseguiranno nel mese di dicembre con due interventi. Giovedì 12 sarà il turno del quartiere Sacra Famiglia con le vie Siracusa e Salerno, mentre giovedì 19 dicembre si interverrà alla Guizza, con le vie Monti, Pindemonte e Alfieri. Per agevolare l’operatività dei mezzi, le strade interessate dovranno essere completamente sgombre dalle auto in sosta. L’Amministrazione Comunale ha già emesso un’ordinanza di divieto di sosta su entrambi i lati delle strade interessate, per tutta la durata dell’operazione. Dal provvedimento saranno sempre esclusi i vialetti privati di accesso ai singoli condomini. Per assicurare ai residenti la più ampia informazione possibile sul divieto di sosta provvisorio, nelle prossime settimane (a partire dal 9/12 per Sacra Famiglia e dal 16/12 per la Guizza) sarà puntualmente attivata la distribuzione di volantini e locandine informative presso le abitazioni delle strade coinvolte e l’esposizione dei divieti di sosta nei tratti stradali interessati.

Email inviata con successo