Mazzari premiato per il progresso economico

04/12/2019 09:11

A dire il vero ne sarebbero bastati 35, ma la "Premiazione del Lavoro e del Progresso economico 2019", iniziativa della Camera di Commercio di Padova giunta alla sua 66^ edizione, per la Pasticceria Mazzari è stata la classica ciliegina sulla torta (e mai modo di dire fu più appropriato) di 50 anni di attività raggiunti e valicati da qualche mese a questa parte.

Pur abituati ai riconoscimenti, Vasco, Maurizio e Giulia Mazzari (che con Enrico compongono le due generazioni che hanno proseguito ed ampliato l'attività del capostipite Diego, scomparso qualche anno fa) non hanno potuto nascondere l'emozione quando Antonio Santocono, presidente della Camera di Commercio; Sergio Giordani, sindaco di Padova e Roberto Boschetto, presidente di Confartigianato Padova; hanno consegnato l'attestato che certifica quanto il concorso intende evidenziare, ovvero l'acquisizione di "meriti particolari grazie alla correttezza commerciale e all’impegno imprenditoriale".

"Un'azienda che viene premiata per la sua lunga esperienza - hanno evidenziato i titolari della pasticceria di via dell'Ippodromo, a Mortise - è sicuramente un vanto per chi la conduce ma ancora di più è il nostro ringraziamento verso la numerosa e affezionata clientela che, con la sua fiducia, ci ha permesso di raggiungere un nuovo importante traguardo che, ovviamente, vogliamo sperare non sia l'ultimo".

Email inviata con successo

Move4free da Padova arriva in Europa

04/12/2019 08:15

Il progetto MOVE4FREE, lanciato il 6 aprile 2018 in occasione della giornata mondiale dell’attività fisica, ha lo scopo di promuovere l’attività motoria come strumento fondamentale per lo sviluppo fisico e sociale della persona. La proposta, promossa dall’Associazione Life At Best di Padova rivolge il proprio sguardo verso le persone diversamente abili, perché l’attività fisica possa confermarsi un elemento di inclusione e di integrazione.

MOVE4FREE si rivolge a tutti quei centri fitness che, tra i propri servizi, propongono il personal training. L’obiettivo del progetto è il coinvolgimento del maggior numero di strutture possibile, perché l’offerta di questo servizio GRATUITO possa essere ampia e distribuita in modo capillare sul territorio.

Il progetto è stato presentato nella sede del parlamento europeo a Bruxelles grazie all’iniziativa dell’Europarlamentare della Lega Gianantonio Da Re e da Davide Meneghini, consigliere comunale di Padova.

Email inviata con successo

Progetto SWOT ospite a Padova

03/12/2019 12:52

Si apre domani, alle ore 10, in Sala Paladin la tre giorni padovana del Progetto Europeo “SWOT, School as a Wheel oh Togetherness” cofinanziato dal programma Europeo Erasmus+ nell’ambito dell’Azione KA2.

European Union Erasmus Project "The Role of School in Immigrant Students' Integration to Society- SWOT" è un progetto di ricerca sviluppato simultaneamente in tre paesi (Turchia, Italia e Germania), il cui scopo è quello di esplorare e conoscere le esperienze scolastiche degli studenti immigrati di prima generazione e dei richiedenti asilo al fine di sviluppare un manuale di buone pratiche da utilizzare per l'inclusione degli studenti immigrati nelle scuole degli Stati membri dell'UE.

Gli obiettivi specifici del progetto sono molteplici e vanno dal rivelare i problemi comuni a livello scolastico per quanto riguarda la questione dell'integrazione e dell'inclusione degli studenti immigrati di prima generazione e dei richiedenti asilo, al considerare il ruolo delle scuole nelle questioni migratorie da una prospettiva multiculturale. Lo scopo è determinare e descrivere le buone pratiche scolastiche inclusive esistenti e valorizzarle, sviluppare un nuovo modello scolastico inclusivo, fornire dati per la regolamentazione e la standardizzazione delle pratiche scolastiche in tutta Europa.

Partecipano al progetto, come capofila il Dipartimento di Scienze dell'Educazione - Anadolu Üniversitesi (Turchia) e la Direzione provinciale dell'istruzione nazionale di Eskişehir (Turchia) per l’Italia GEA Cooperativa Sociale di Padova e per la Germania IKS - Interkulturelle Schule Rhein-Main. La fase operativa del progetto è partita lo scorso giugno con attività di ricerca sul campo in tutti e tre i Paesi e l’incontro transnazionale che si apre a Padova domani è lo step intermedio di confronto e elaborazione dei dati raccolti prima del meeting finale che si terrà il prossimo aprile a Francoforte.

All’incontro di apertura in Sala Paladin partecipa l’assessore alle politiche scolastiche del Comune di Padova Cristina Piva che porta anche il saluto dell’amministrazione e della città agli ospiti stranieri. I lavori si sposteranno poi, giovedi 5 dicembre all’Università di Padova presso la Facoltà di Scienze della formazione in Via Beato Pellegrino e venerdì 6 all’ Istituto Comprensivo Donatello in Via Pierobon.

I lavori saranno inframezzati da visite al Palazzo della Ragione, Palazzo Bo dell‘Università e Cappella degli Scrovegni.

Email inviata con successo

Filomena Lamberti in visita in Provincia

03/12/2019 12:35

Il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui e il vicepresidente Vincenzo Gottardo, hanno accolto nella sede di piazza Bardella, Filomena Lamberti, la donna vittima di violenza, sfigurata con l’acido dal marito nel 2012.

Filomena è a Padova per raccontare le sue sofferenze e la sua esperienza in occasione della presentazione del suo libro “Un’altra vita”. Una donna che porta sul proprio volto la prova di un amore malato, di una violenza inaudita, ma che nel contempo dimostra la capacità di riemergere da una vita fatta di maltrattamenti. “La violenza sulle donne – ha detto Fabio Bui – è ancora una grande piaga della nostra società. Ogni giorno in Italia e nel mondo sentiamo casi di donne abusate e aggredite dai propri uomini, spesso all’interno delle mura domestiche. L’occasione di incontrare Filomena Lamberti è stata quindi propizia per accogliere la sua esperienza e riaccendere l’attenzione su questo problema purtroppo così attuale”.

Il racconto di Filomena fa rabbrividire, anche perché è una violenza che è durata più di trent’anni, compiuta dal marito che la picchiava anche in presenza dei loro tre figli. Non è mai riuscita a denunciarlo, non riusciva a separarsene per diversi motivi, uno tra questi la mancanza di indipendenza economica e il fatto di non poter più avere un tetto sopra la testa.

“Il nostro obiettivo – ha detto Vincenzo Gottardo - è quello di collaborare per porre fine a questi crimini ingiustificabili e per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto e che non possiamo continuare a veder crescere il numero delle donne che subiscono violenza. Ogni donna che subisce soprusi deve avere il coraggio di rivolgersi ai centri specializzati, denunciare e farsi aiutare. Il suo libro non è un romanzo, è il coraggio di testimoniare”.

Email inviata con successo

Montegrotto: lavori alla rete idraulica

03/12/2019 11:56

Il Presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione Paolo Ferraresso assieme al consigliere Matteo Rango ha incontrato giovedì scorso il Sindaco di Montegrotto Terme, Riccardo Mortandello, per fare il punto sullo stato dei lavori per la messa in sicurezza degli argini del Rialto, il cui progetto è stato presentato lo scorso giugno a Montegrotto Terme.

Le lavorazioni in corso riguardano la pulizia e la rimozione della vegetazione dalla cinta muraria storica del castello del Catajo lungo la strada provinciale SP63. A partire da lunedì 2 dicembre 2019 fino al 20 dicembre 2019 la strada rimarrà chiusa al traffico per permettere lo svolgimento dei lavori. "Sono molto soddisfatto nel veder realizzati i lavori attesi da tempo in questa zona. Come amministrazione siamo molto favorevoli a interventi di questo tipo sul territorio in quanto sono fondamentali per ridurre il rischio idraulico. Questo è un chiaro esempio di come la filiera Comune, Consorzio Bacchiglione e Stato funzioni, – afferma Riccardo Mortandello, Sindaco di Montegrotto Terme – siamo fiduciosi che l’efficace collaborazione che si è creata sarà un buon esempio per realizzare in futuro altri interventi".

L’intervento prevede il ripristino e l’adeguamento delle arginature ed è volto alla risoluzione delle criticità idrauliche nella porzione di valle del bacino Colli Euganei. Il Consorzio Bacchiglione ha ricevuto il finanziamento di 2.500.00, 00 euro, con fondi della Protezione Civile Nazionale assegnati dalla Regione del Veneto in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici dell’autunno 2018. "La vera forza di questo intervento è la funzione che ha per il territorio, il Consorzio Bacchiglione svolge in questo intervento un ruolo di Protezione Civile, per risolvere in maniera definitiva la criticità di questa zona. I lavori sullo scolo Rialto rientrano all’interno di un progetto più ampio – afferma il Presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione Paolo Ferraresso – che si pone come obiettivo la messa in sicurezza del bacino idraulico Colli Euganei e, in particolare del comune di Montegrotto Terme".

Email inviata con successo

Ulss 6: cambia l'orario per il ritiro referti

03/12/2019 08:51

Per ritirare un esame di laboratorio con esenzione agli Ospedali Riuniti Padova Sud i nuovi orari sono: da lunedì a venerdì 7.30 - 8.30 e 17.30 - 18.30, sabato 8.00 - 9.00. Al totem elimina coda premere il tasto dedicato "Laboratorio Analisi ritiro referti esenti“.


Email inviata con successo

Premio Galileo, ecco i cinque finalisti

02/12/2019 18:29

Selezionata oggi dalla Giuria scientifica del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica la cinquina che accede alla fase finale del concorso. I cinque volumi prescelti sono "Il giro del mondo in sei milioni di anni" (Il Mulino) di Guido Barbujani e Andrea Brunelli; "Senza confini. Le straordinarie storie degli animali migratori" (Codice Edizioni) di Francesca Buoninconti; "La trama della vita. La scienza della longevità e la cura dell'incurabile tra ricerca e false promesse" (Marsilio Editori) di Giulio Cossu; "Il senso perfetto. Mai sottovalutare il naso" (Codice Edizioni) di Anna D'Errico; "Cybercrime. Attacchi globali, conseguenze locali" (Hoepli) di Carola Frediani.

La cerimonia di consegna del Premio Galileo si terrà l'8 maggio 2020 a Padova, nell'Aula Magna del Palazzo del Bo.

Email inviata con successo

Alberghi:dal 2020 stop a tariffa su acque reflue

02/12/2019 15:16

Con delibera di Giunta e di Consiglio Comunale, Montegrotto Terme ha deciso di abolire la tariffa di fognature delle acque termali reflue per il 2020. La novità interesserà i soggetti che hanno aderito alla transazione proposta dal Comune per chiudere la controversia relativa agli anni dal 2012 con la cosiddetta “pace fiscale”. “Abbiamo mantenuto - afferma il sindaco Riccardo Mortandello - un impegno che avevamo preso in campagna elettorale, definendo una questione che era aperta da tempo immemore".

“Gli imprenditori che ancora non hanno ancora aderito - specifica l’assessore al Bilancio, Pier Luigi Sponton - hanno ancora la possibilità di farlo cogliendo l’opportunità di chiudere il contenzioso con una transazione, usufruire degli sconti per il pregresso e garantirsi una tariffa a zero per il futuro”.

Per il 2020 a Montegrotto Terme per le attività alberghiere che che hanno firmato l’atto transattivo della pace fiscale, il servizio di fognatura per gli scarichi delle acque termali sarà completamente a zero per coloro che scaricano nei canali del Consorzio. Coloro che usufruiscono della fognatura comunale avranno invece una tariffa che compre le spese di manutenzione e gestione dell’impianto, calcolata in 0,01 euro per ogni metro cubo di acqua prelevata. A fine anno la spesa verrà sottoposta a conguaglio. L'accordo prevede anche l'impegno a far conferire le acque reflue, pulite dai residui di fango, a punti di raccolta pensati nel progetto di teleriscaldamento sul quale l'amministrazione in coordinamento con il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Padova e Bioce (Bacino idrominerario omogeneo dei Colli euganei) è arrivata a definire il progetto pilota.

Per coloro che non hanno aderito all’atto transattivo, la tariffa sarà invece di 0,035 euro al metro cubo per a fognatura comunale, e di 0,020 per gli scoli consortili. Il tema della contesa che va avanti da anni è che alcune strutture alberghiere ritengono di non dover versare la tariffa del servizio di fognatura per le acque termali reflue al Comune sostenendo che questo non ne sostiene effettivamente le spese. Il fatto è che, essendo questa tariffa prevista, l’amministrazione che rinunciasse al pregresso farebbe un danno erariale per tutta la collettività. Per uscire da questo complicato contenzioso, l’amministrazione ha proposto una transazione per chiudere le cause pendenti che prevede un consistente sconto per il dovuto attraverso la cosiddetta “pace fiscale”, una proposta che da una parte bilancia i mancati introiti con la riduzione delle spese per le controversie pendenti e dall’altra favorisce il recupero, seppur in parte, del credito vantato, oltre a consentire di stabilire in via definitiva l’importo da versare a carico delle società ricorrenti, dando finalmente una certezza economica a entrambe le parti e individuando una metodologia di calcolo condivisa anche per gli anni futuri.

Per il pregresso, grazie all’accordo transattivo, i ricorrenti che hanno aderito alla pace fiscale avranno per gli anni dal 2012 al 2016 un abbattimento del 20% sulla tariffa deliberata di 0,07 euro al metro cubo. Per gli anni 2017, 2018 e 2019 ci sarà una riduzione del 20% sulla tariffa di 0,035 al metro cubo per chi versa negli scoli comunali, e di 0,020 euro al metro cubo per chi sversa negli scoli consortili.

Il pagamento del pregresso potrà essere rateizzato in 5 anni per il dovuto delle annualità dal 2012 al 2016, e in un massino di 12 rate mensili per le somme dovute in relazione agli anni 2017 - 2018 e 2019.

Email inviata con successo

Ernesto Canella va in pensione

02/12/2019 09:51

Ernesto Canella, storico Direttore Acquisti dei supermercati Alì va in pensione.

Raggiunto il cugino Francesco Canella quasi agli albori della grande impresa, oggi leader in Veneto della Grande Distribuzione Organizzata, Ernesto, cominciò a lavorare nel primo Alì di Via Curzola a Padova e grazie agli insegnamenti del fondatore Comm. Dott. Francesco Canella, imparò ben presto il mestiere del compratore.

Ernesto, abilissimo comunicatore, nel tempo ebbe cura di accrescere i rapporti con tutti i fornitori, grandi e piccoli; diventò maestro nelle tecniche negoziali seguendo sapientemente l'andamento del mercato proprio e dei fornitori. Quello che ancora oggi lo accompagna al lavoro è l'amore per ciò che fa e questo è l'insegnamento che ha tramandato a tutti i buyer, dei quali è stato oltre che il mentore, in tante occasioni anche un padre di famiglia.

Perché la capacità di ascoltare e di comunicare di Ernesto, sapendo entrare in confidenza con ciascuno dei collaboratori e facendosi punto di riferimento per qualsiasi tipo di confronto sia personale che professionale, l'hanno sempre distinto. "Ernesto si è sempre rapportato con noi in maniera ferma ma paterna, ci ha insegnato a fare squadra. Se avevamo bisogno di un consiglio sapevamo che da lui c'era sempre la porta aperta, perché Ernesto è così: come un padre di famiglia, ti rimprovera ma ti dà il modo di riscattarti." comunica in modo corale la seconda generazione della famiglia Canella.

"La vita ci ha fatto codividere molto, abbiamo affrontato momenti difficili ma anche assaporato grandi gioie." afferma Francesco Canella "Insieme però siamo riusciti a portare l'azienda a questo livello. Adesso tocca alla seconda generazione proseguire per questa strada."

Per Ernesto Canella da fine anno si aprirà un nuovo capitolo di vita, ma in azienda continuerà a crescere ciò che ha saputo seminare, tanto dal lato commerciale quanto dal lato umano.

Email inviata con successo

Grande successo per la festa del ringraziamento

02/12/2019 08:05

Agricoltori da tutta la provincia e insieme a loro oltre trenta sindaci con la fascia tricolore, consiglieri provinciali, parlamentari, autorità militari e istituzionali per la sessantanovesima edizione della giornata Provinciale del Ringraziamento di Coldiretti Padova celebrata quest'anno a Este.

È stata una domenica di festa e di riflessione sul ruolo ed il valore dell'agricoltura nel territorio padovano e nel tessuto economico locale. In primo piano i prodotti agricoli arrivati dalle zone di tutta la provincia, presentati all'offertorio durante la celebrazione nel Duomo di Santa Tecla. E le tipicità made in Padova sono state protagoniste per tutto il giorno in piazza Maggiore nel mercato di Campagna Amica animato dalle aziende agricole. "Al termine dell'annata agricola, come da tradizione - spiega il presidente di Coldiretti Padova Massimo Bressan - rendiamo grazie per i doni della terra e per il raccolto. Non sono mancate le difficoltà e le emergenze, in particolare per alcuni settori, a partire dall'ortofrutta flagellata dalla cimice asiatica, proprio in questo territorio, o dai danni provocati dai cinghiali sui Colli Euganei. Abbiamo avuto anche diverse soddisfazioni e sappiamo che possiamo contare dell'appoggio della società civile, al nostro fianco della difesa del vero made in Italy agro-alimentare. E in queste settimane vogliamo coinvolgere la cittadinanza sul tema della tutela e della salvaguardia del territorio in occasione delle elezioni del 15 dicembre per il rinnovo dei vertici dei Consorzi di Bonifica. Il mondo agricolo si è presentato compatto a questo appuntamento importante per garantire il buon governo nella gestione della risorsa acqua, in un territorio che rivela le sue fragilità in tempi di cambiamenti climatici".

"È la festa della concretezza e della nostra vita" ha ricordato nell'omelia don Giorgio Bozza, consigliere ecclesiatico di Coldiretti Padova, sottolineando il ruolo di custodi del territorio degli agricoltori, impegnati ogni giorno nel garantire il "pane" che sta la, "frutto della terra e del lavoro dell'uomo".

Il sindaco di Este Roberta Gallana ha sottolineato come dietro "ai prodotti portati oggi all'altare ci sia il lavoro di tutti i nostri agricoltori. Grazie a Coldiretti, sempre in prima linea per il nostro settore primario".

Roberta Toffanin, senatore di Forza Italia ha ribadito come “essere al fianco del mondo agricolo e vicino alla Coldiretti significa essere vicini ai cittadini per avere garantiti prodotti agroalimentari di qualità. Spesso ci dimentichiamo quanta fatica ci sia nel lavoro dei campi e quanti problemi assillino l’agricoltura, a partire dai cinghiali, per citare un’emergenza a noi vicina. Este oggi accoglie con orgoglio e gratitudine gli agricoltori padovani".

Fabio Miotti, consigliere provinciale con delega all’agricoltura: “grazie a Coldiretti che ha portato a Este la buona agricoltura a difesa produzioni agroalimentari e a tutela delle nostre eccellenze e per tutto ciò che è stato fatto in un intero anno per tutto il settore”. Antonio Santocono, presidente della Camera di Commercio di Padova, ha portato il saluto delle 120 mila aziende che rappresenta e ha lanciato un appello per le imminenti elezioni dei consorzi di bonifica, sottolineando l’impegno del mondo agricolo per la salvaguardia della sicurezza idraulica del territorio”. Presenti, fra gli altri, i consiglieri provinciali Elisa Venturini, Vincenzo Gottardo, Loredana Borghesan, Marcello Bano e Alessandro Bisato.

Email inviata con successo