Dopo 30 anni di storia Conca D'Oro si rinnova

08/01/2020 08:32

L'anno nuovo ha portato una grande novità per i clienti affezionati della pizzeria Conca D'Oro di Selvazzano.

I titolari dopo 30 anni di lavoro hanno deciso di crescere e cambiare location rinnovandosi e aprendo una nuova pizzeria che sarà anche un risto-pub. Il nome non cambia, resta sempre Conca D'Oro, ma oggi per trovare Enrico Ravazzi, l'ideatore della Babbi Bike, e la sua famiglia dovrete andare in Via San Daniele 41 a Monteortone di Teolo.

Nel dire arrivederci il 31 dicembre scorso la famiglia Ravazzi aveva scritto su Facebook: "Ogni anno a fine anno si tirano le somme di come è andata nei 12 mesi precedenti. Fai dei ringraziamenti e una piccola o grande lista di buoni propositi. Per noi è arrivato il momento di tirare le somme di trent'anni di storia... di sorrisi, di brindate, di pizzate, di divertimenti ma anche di discussioni e grandi confronti. E' il momento di salutare la storica sede della Conca D'Oro e iniziare a dedicare anima e cuore alla nuova sede e a questa nuova grande avventura. Ogni cambiamento non è mai facile però basta volerlo. Grazie a tutti coloro che in trent'anni ci sono stati e chiariamo subito una cosa: VI ASPETTIAMO TUTTI CON FIGLI, AMICI E PARENTI per almeno i prossimi trenta in Via San Daniele 41 a Monteortone di Teolo".

La nuova sede apre ufficialmente oggi con tante nuove birre e specialità.

Email inviata con successo

Cani e padroni, incontro a Palazzo Moroni

07/01/2020 12:39

Prosegue il ciclo di incontri “Appuntamenti per i proprietari di animali”.

Giovedì 9 gennaio alle 17.30 in Sala Paladin a Palazzo Moroni si affronterà il tema della gestione dell'incontro tra cani e delle loro reazioni. Verrà anche presentata la app Ukidog che consente di localizzare, tramite smartphone, la presenza di altri cani sul territorio e quindi di poter valutare, in tutta sicurezza, i percorsi più indicati per le passeggiate con i propri amici a quattro zampe. Per i padovani è a disposizione gratuitamente la versione più completa della app (tutte le info su www.ukidog.it).

Email inviata con successo

Nannini e Coez: Motivo all'Y-40 The Deep Joy

07/01/2020 12:10

Nella piscina più profonda del mondo e nel tunnel a -5 metri, gli artisti in cima alla classifica italiana hanno girato il video di “Motivo”, tra apneisti in immersione sulla riproduzione del modulo lunare.

Hanno scelto Y-40® The Deep Joy, Gianna Nannini e Coez, per girare il video del nuovo singolo Motivo.

La regina incontrastata del rock italiano con 8 dischi di diamante e 66 di platino ed il rapper noto al grande pubblico con La musica non c’è, hanno duettato nel tunnel sommerso alla profondità di 5 metri nella piscina più profonda del mondo.

Motivo, in rotazione radiofonica dal 3 gennaio, è il secondo estratto dal disco di inediti della cantante senese, La differenza, uscito il 15 novembre scorso.

Il video, on-line da oggi, è già stato definito da Vincenzo Mollica ai microfoni del TG1 “dal sapore cinematografico”. Il brano, che cita “un'astronave, a un milione di anni luce da me” ha, infatti, trovato naturale collocazione in Y-40®, dove da un mese è immersa la riproduzione in scala 1:1 del modulo lunare atterrato sulla Luna nel 1969 nell’ambito della spedizione Apollo 11, ricostruito in collaborazione con la NASA per il progetto Y-40® Dive me to the Moon.

Sul LEM e nelle acque termali della piscina più profonda del mondo, i due apneisti extraterrestri Antonio Mogavero, della squadra nazionale italiana, e Lucia Natale hanno mosso alcuni passi coreografati dalla stessa Natale e ripresi in acqua dal videomaker Fabio Ferioli.

Gianna Nannini, da 43 anni sulla cresta dell’onda con 30 album all’attivo, fresca vincitrice del premio Tenco 2019, è ripartita dalle origini folk, blues e rock, per questo nuovo lavoro in cui come unico duetto ha scelto, appunto, la collaborazione con Coez, da 10 anni giovane protagonista del rap italiano, ora al suo quinto disco.

Il video, prodotto da Maestro Production, è stato girato tra il pomeriggio e la notte del 17 dicembre scorso, e i due artisti e la troupe, dopo le riprese, hanno soggiornato presso l’Hotel Terme Millepini.

Gianna Nannini, ringraziando personalmente l’architetto di Y-40® Emanuele Boaretto, ha confidato “Da grande amante dell’acqua e appassionata nuotatrice e triatleta sono rimasta molto impressionata da questa piscina! Non vedo l’ora di tornarci con la mia famiglia, slegata dagli impegni professionali”.

Email inviata con successo

Museo della navigazione: gli orari di visita

07/01/2020 09:41

Il MUBA, Museo dei Barcari di Battaglia Terme, resterà aperto fino all'8 marzo 2020 con i seguenti orari:

- tutta la settimana da lunedì a venerdì su prenotazione, con visita guidata a € 7.00;

- sabato, domenica e festivi: apertura dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30, con visite guidate barcare alle ore 16.00.

Costi: biglietto ordinario euro 5,00 (ridotto 3,00), visite barcare con ingresso euro 10,00 (ridotto 7,00).

Email inviata con successo

Torna l'esposizione canina internazionale

06/01/2020 07:53

Ben 56 anni di età e non sentirli, anzi sentirli dentro il cuore dichi si professa  amico di "Fido".

L'Italia è seconda in Europa per animali domestici subito dopo l'Ungheria, con una presenza nel 52% delle abitazioni italiane. In Italia vivono 53,1 animali da compagnia ogni 100 abitanti. Nello specifico ci sono 7 milioni di cani nelle famiglie degli italiani numero in costante aumento secondo un'indagine del Censis dal titolo "Il valore sociale dei medici veterinari".

Con questi numeri e premesse sabato 11 e domenica 12 gennaio 2020 torna, all'interno dei padiglioni di PadovaFiere, l'Esposizione Internazionale Canina a cura del Gruppo Cinofilo Padovano arrivata appunto alla 56° edizione.

Il Gruppo Cinofilo Padovano è delegazione Enci per la Provincia di Padova. La Fiera di Padova ancora una volta accoglierà il più grande appuntamento cinofilo della città: due giorni di esposizione con i cani più belli del mondo, ricchi di spettacoli e dimostrazioni offerti  da allevatori provenienti da tutta Europa. "Aspettiamo tutti gli amanti dei cani, anche i più piccolini per i quali riserveremo un simpatico omaggio” - spiega Zeus Caliri Presidente del Gruppo Cinofilo Padovano -. “Il nostro intento è quello di coinvolgere i nostri concittadini nella cinofilia attraverso questo ed altri eventi ele esposizioni sono il metodo più immediato per immergersi in questo mondo che merita rispetto, cure e tanta passione".

L'EVENTO

L'appuntamento prenderà vita nei padiglioni 7 e 8 della Fiera dove giungeranno allevatori da tutta Europa in gara per i campionati italiano e internazionale.

A giudicare tutte le razze sarà una giuria di 20 esperti internazionali provenienti da Canada, Germania, Romania, Norvegia, Slovenia e naturalmente Italia.

I cani  in gara saranno ben 1300 provenienti da tutta la penisola, appartenenti ai 10 gruppi di riferimento. La competizione premierà i migliori soggetti di razza (BOB), i primi tre classificati di ogni raggruppamento, coppie e gruppi di allevamento ed infine il Best in Show, il miglior soggetto assoluto della manifestazione.

In giudizio ci saranno non solo gli amici pelosi ma anche i loro padroni o comunque chi porterà in gara il cane :immancabile infatti l'edizione "Junior Handler"  che premia appunto i giovani presentatori di cani.

Durante il fine settimana si alterneranno anche dimostrazioni di obbedienza e dei cani da soccorso del gruppo “S.pa.sso” (di Sandro D'alò) e di altre discipline sportive come ad esempio il gioco del frisbee con il gruppo “No-Drop”.

Naturalmente il fulcro sarà come sempre l'esposizione delle diverse razze e dei cani, le più diverse, le tradizionali, le novità. Sabato e domenica sarà dunque un'ottima occasione per avvicinare centinaia di allevatori, se magari si è interessati ad un acquisto particolare, o per vedere da vicino cani anche particolari come il Cao de Agua, una razza di cane d'acqua di origine portoghese,  famoso per le sue  doti natatorie storicamente considerato un “cane marinaio” e reso celebre dall'ex Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, il quale aveva ricevuto in dono un esemplare di questa razza dal compianto senatore Ted Kennedy il 14 aprile 2009, rendendolo un vero “first dog” poichè apparso in molti eventi, anche ufficiali, a fianco del presidente americano o il simpatico Australian Shepherd Dog il quale, dopo una gloriosa storia da pastore, viene sempre più scelto come cane da compagnia complice anche la particolarità di avere spesso un occhio per colore che lo rende particolarmente simpatico.

Queste due razze, durante la due giorni padovana, avranno due momenti dedicati: il primo il sabato per il concorso internazionale mentre la domenica si disputa il raduno dei Club di queste razze.

Le esposizioni di tutte le razze presenti in fiera si alterneranno tra sabato e domenica. In particolare il primo giorno è in programma l'esposizione dei soggetti appartenenti ai gruppi 1, 3, 4, 5, 6, 7 e 8 con le Mostre Speciale delle razze Australian Cattle Dog, Bassotti Tedeschi, Spitz Tedeschi, Setter Inglese, la domenica saranno giudicati i gruppi 2, 9 e 10 con la MostraSpeciale della razza Levriero Afgano.

ORARI E COSTI

La mostra sarà aperta  sabato dalle 9 alle 17; domenica dalle 9 alle 18. Le gare avranno inizio alle ore 10.00 di entrambe le giornate, il Ring d'Onore con i finalisti alle 15:30 di entrambe le giornate.

I biglietti interi costano 10 euro ma sono gratuiti per i bambini fino a 5 anni, per i disabili e per i Soci del Gruppo Cinofilo Padovano.

Dai 6 ai 12 anni il biglietto è ridotto a 5 euro e così pure per l'accompagnatore del disabile e per tutti i soci Enci.

C'è anche un Biglietto famiglia a 20 euro per 2 adulti e un bambino dai 6 ai 12 anni.

Si ricorda che non è consentito l'accesso in fiera ad animali non iscritti alla manifestazione. Per informazioni e iscrizioni online: www.expocani.com

Email inviata con successo

Contatori a rischio gelo ecco come proteggerli

04/01/2020 08:50

Con l’arrivo dei geli invernali, occorre porre maggiore attenzione anche sugli impianti idrici esterni alle abitazioni, in particolare su condotte e contatori dell’acqua, che possono anche arrivare a rompersi. Nel caso di contatori posti all’interno di proprietà private, la corretta custodia (e dunque anche la sostituzione) spetta al cliente del servizio e, dunque, è di assoluto interesse del cittadino provvedere alla sua protezione. Anche in caso di contatore posto in pozzetto all’esterno del fabbricato (dunque al di fuori della proprietà privata) è utile attivare accorgimenti utili a non fare gelare l’acqua nei tubi. Il gelo all’interno della proprietà del cliente, può infatti rapidamente propagarsi fino al contatore esterno, determinandone la rottura. Nel caso venisse rilevata incuria nella manutenzione della rete privata, AcegasApsAmga può riservarsi il diritto di addebitare il costo dell’intervento di sostituzione. A questo proposito, dunque, la Multiutility ricorda alcune semplici precauzioni che possono permettere di evitare disagi nella fruizione del servizio e scongiurare spese impreviste.

CONTATORI SU PROPRIETA' PRIVATE

I contatori a rischio sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente, come le seconde case.

Lasciare un filo d’acqua in uscita da un rubinetto: se i misuratori si trovano nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, e se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sottozero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi.

Isolare i vani esterni che contengono i contatori: i bauletti o le nicchie, compresi gli sportelli, devono essere opportunamente coibentati, ovvero rivestiti di materiale isolante. Si può usare polistirolo o poliuretano espanso, materiali facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile, purché di spessore di almeno due centimetri e mezzo. Occorre evitare, invece, di rivestire le tubature avvolgendole con lana di vetro o stracci. Si tratta di materiali che assorbono l’acqua e, ghiacciandosi, possono aumentare il rischio di guasti.

Chiudere l’acqua nelle case disabitate: se i contatori sono in fabbricati disabitati, è bene chiudere il rubinetto che si trova sopra il misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto. Con temperature particolarmente basse e per lunghi periodi è possibile installare cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.

CONTATORI SU POZZETTI ESTERNI

Premesso che le condotte idriche interrate non “gelano” in quanto di per sé protette, la formazione del ghiaccio può avvenire in quei tratti di tubazione di piccolo diametro quali impianti antincendio, utenze domestiche, condominiali ed industriali passanti (ad es. vani aperti o esposti al vento, nicchie, scantinati, sotto-intonaco in ambienti non riscaldati e in generale in locali non frequentati abitualmente). Come detto, tale “innesco” si può però propagare rapidamente fino a raggiungere anche i contatori posti nei pozzetti all’esterno del fabbricato.

Lasciare un filo d’acqua in uscita da un rubinetto: per prevenire la formazione del gelo sulle condotte idriche private, è anche in questo caso utile lasciar scorrere “un filo” d’acqua da un rubinetto dell’impianto interno.

Proteggere la rete idrica su proprietà privata: inoltre, occorre proteggere/coibentare i tratti di tubazione scoperta evitando l’esposizione diretta agli agenti atmosferici.

Scaricare gli impianti terminali: un altro consiglio importante, infine, è di scaricare e vuotare completamente gli impianti di irrigazione posti, ad esempio, nei giardini.

PRONTO INTERVENTO

Si ricorda che in caso di rotture o danni al contatore, i clienti possono dare immediata comunicazione ad AcegasApsAmga, telefonando al numero verde del Pronto Intervento: 800 996 062, attivo tutti i giorni 24 ore su 24.

Email inviata con successo

"Campagna Amica" saluta Valerio Ravazzolo

03/01/2020 12:31

Gli imprenditori agricoli di Campagna Amica Coldiretti salutano e piangono Valerio Ravazzolo. Padovano, 53 anni compiuti il primo gennaio scorso, titolare di una storica azienda orticola in via Villa Ruffina, Valerio è mancato all’improvviso giovedì, poche ore dopo il suo compleanno. Lascia la moglie Valeria e i figli Gianluca e Federico, quest’ultimo al suo fianco nell’attività di vendita diretta dei prodotti aziendali per la quale Valerio era molto conosciuto e apprezzato in città. Per parecchi anni infatti l’imprenditore ha venduto gli ortaggi prodotti in azienda al mercato in piazza delle Erbe, finché, dallo scorso anno, ha scelto di trasferirsi al Mercato Coperto di Campagna Amica in via Vicenza 23. Insieme al figlio Federico, che ora prosegue l’attività di famiglia, aveva intrapreso con entusiasmo e convinzione questa nuova avventura, scommettendo sulle potenzialità della vendita diretta insieme agli altri venti imprenditori agricoli che ogni mercoledì pomeriggio e sabato mattina animano il punto vendita di Campagna Amica. “Perdiamo un amico prima che un collega - afferma Giovanni Dal Toso, presidente dell’agrimercato padovano - a nome di tutti gli imprenditori di Campagna Amica e dello staff di Coldiretti Padova rivolgo un pensiero di affetto e vicinanza alla moglie e ai figli. Valerio se n’è andato troppo presto, lo vogliamo ricordare per le sue doti umane e professionali, per l’entusiasmo e la simpatia che ha sempre dimostrato. Sentiremo la sua mancanza tra i banchi del nostro mercato e porteremo sempre con noi il suo ricordo”.

Email inviata con successo

Lo spettacolo per bambini al San Gaetano

02/01/2020 14:03

Domenica 12 gennaio, alle ore 16,30, al Centro Altinate San Gaetano, la compagnia “I Fantaghirò”, con un proprio spettacolo, presenterà a ragazzi d'ogni età la vera storia di Indiana Jones, che altri non era che Giovanni Battista Belzoni, il cui nome è famoso più per la scuola e la via a lui intitolate in città che per la sua vita emozionante e per i suoi grandi ritrovamenti, che segnano di fatto gli inizi dell’archeologia moderna.

Conosceremo così l’intelligenza, la curiosità, le abilità pratiche e diplomatiche, il coraggio, lo spirito d’avventura e la creatività di questo padovano. Spesso, infatti, l’occhio guarda ma non vede. Il grande Belzoni invece guardava e vedeva misteri nascosti da millenni….

In un certo qual senso lo spettacolo, che nel proprio iter narrativo ripercorre le tappe essenziali della mostra “L’Egitto di Belzoni” allestita all’interno del Centro Altinate San Gaetano, è l’occasione per conoscere questo “gigante” – gigante sia per le dimensioni fisiche che per spirito di iniziativa e coraggio- , un “concreto sognatore” lo potremmo definire, capace di confrontarsi con una cultura ed un popolo distanti nel tempo e nello spazio.

Il tutto raccontato nel rispetto degli accadimenti reali, con ironica leggerezza, alternando il lavoro degli attori a divertenti incursioni tra fumetti creati da Ennio Marchetto, maestro di travestimenti, e videoproiezioni che restituiscono intatto il fascino dell’antico Egitto.

Lo spettacolo, prodotto con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, sarà replicato a marzo nel cartellone della rassegna Teatro Ragazzi.

Il 12 gennaio l’ingresso è gratuito, ma con obbligo di prenotazione al numero 348 2611352.

Email inviata con successo

La Daigo canta per gli ospiti dell'OIC

02/01/2020 11:43

Domenica prossima dalle ore 16.30 ci sarà un concerto all’Auditorium della Fondazione OIC, nella struttura della Civitas Vitae Nazareth. Protagonisti saranno il Piccolo Coro della Daigo Music School e il Daigo Choir che si alterneranno sul palco con un repertorio di canzoni del repertorio natalizio internazionale e gospel, con una scaletta piena di energia ed emozioni. Sarà l’occasione per portare un po’ di gioia ed allegria agli ospiti della struttura.


Email inviata con successo

San Leopoldo: veglie ogni 12 del mese

02/01/2020 11:40

Uscito il primo numero di Gennaio-Febbraio 2020 di "Portavoce", la rivista dei frati cappuccini di San Leopoldo Mandic.

Tra gli appuntamenti in Santuario “San leopoldo, un religioso sulle orme di San Francesco”, la veglia di preghiera ogni 12 del mese dalle ore 21 alle 21. Il primo appuntamento del 2020 il prossimo 12 gennaio avrà come tema "l'uomo povero e solidale".

Email inviata con successo