SAN LORENZO DI ALBIGNASEGO

Don Marino, la Diocesi:
“Condotta non conforme”

11/01/2020 20:28
È arrivata una prima spiegazione ai parrocchiani di San Lorenzo di Albignasego da parte della Diocesi dopo le dimissioni in accordo con il Vescovo del parroco Don Marino Ruggero. “Nel corso dell’ultimo anno sono giunte all’attenzione del vescovo Claudio varie segnalazioni a carico di don Marino per comportamenti personali non conformi allo stato clericale”: questo parte del messaggio riportato ai parrocchiani durante la celebrazione delle 18 di sabato 11 gennaio, la prima messa del weekend a cui officiata per l’occasione dai delegati della Diocesi di Padova. Don Marino, invece, ha ritenuto opportuno non essere presente.

La “condotta non conforme” del parroco hanno portato la Diocesi, nei giorni passati, all’apertura di un’indagine “previa”. Raccolti altri elementi, il vescovo Claudio Cipolla ha così avviato nei confronti di don Marino un provvedimento di rimozione. Da qui, le dimissioni del prete comunicate lo scorso 2 gennaio 2020. Il vescovo, dopo averle accolte, ha nominato mons. Giovanni Brusegan come amministratore parrocchiale. Mons. Brusegan è già intervenuto in simili casi “spinosi” per la diocesi di Padova: i più recenti, nella parrocchia di San Lazzaro e in quella di Legnaro.

Durante le celebrazioni, è stato riportato anche un messaggio del Vescovo di Padova in cui si è detto addolorato del provvedimento preso, anche se “urgente e rispettoso nei confronti di don Marino stesso e della comunità per l’accertamento della verità per la serenità di tutti”. Il Vescovo ha poi voluto sottolineare come nella sua recente visita pastorale abbia apprezzato l’ampia e rinnovata partecipazione della comunità cristiana di Albignasego, grazie proprio anche al lavoro di Don Marino. Contestualmente ha espresso la speranza che la nomina ad amministratore parrocchiale di don Giovanni Brusegan, con il supporto di don Pietro Cervaro e di don Lorenzo Celi, aiuti la comunità a riconquistare la serenità. Con don Marino, ha concluso il Vescovo, “verificheremo quanto dovuto”.
 
Nessun commento per questo articolo.