CAMBIO AL VERTICE

Aragona, nuovo dirigente
della Polstrada Veneto

14/01/2020 14:14

Si chiama Ottavio Aragona il nuovo dirigente della Polizia Stradale del Veneto, compartimento che conta circa 600 agenti. 57 anni, originario di Reggio Calabria, è stato per anni al servizio della Questura di Milano, a dirigere commissariati e divisioni fino all’ultimo ruolo di vicario del questore.

Esperto di ordine pubblico a livello metropolitano, userà quest’esperienza per gestire la sicurezza sulle strade della regione.

L’emergenza sono gli incidenti, troppo spesso mortali. Su strade statali e urbane. Alcol, droga, cellulare alla guida i problemi più urgenti. Priorità, dice, al contrasto delle stragi del sabato sera e annuncia più pattuglie e controlli con etilometro.

"Fondamentale, oltre al rispetto delle regole - ha detto Aragona - è lo stile di vita dei conducenti".

Non solo repressione, però. Oltre alle sanzioni, aggiunge, “soprattutto per i giovani serve una comunicazione efficace”. Non demonizza foto dal forte impatto, ma più che i mezzi incidentati vorrebbe fossero i testimoni diretti a raccontare la loro storia. Dall’uso di sostanze stupefacenti, dalla sbornia, all’incidente per colpa del telefonino.

A dargli oggi il benvenuto ufficiale il questore di Padova Paolo Fassari nel suo ufficio.

Aragona sostituisce Cinzia Ricciardi, una delle poche donne al comando dei corpi di Polizia. Dopo 4 anni a Padova, dirigerà ora la Polstrada dell’Emilia Romagna, a Bologna.


 
Nessun commento per questo articolo.