Piante nuove per 8 rotatorie

16/01/2020 08:45

Novantamila euro per la sistemazione del verde di otto rotatorie a Montegrotto Terme: l’investimento del Comune riguarda le due rotatorie in via via Caposeda - agli incroci con via Fornace e via Circonvallazione - che sono state recentemente asfaltate e dove sono stati costruiti i cordoli nuovi, e altre sei agli incroci tra via Castello e via Circonvallazione, tra via Mezzavia e via Falcone a Mezzavia, tra via Lachina e via Vivaldi in zona Palaberta, tra via Aureliana e via Tiberina, tra via Cesare e via Tiberina e tra via Roma e via Vivaldi. “Il criterio scelto dai tecnici - spiega il consigliere delegato alle Manutenzioni, Lodino Zella - è stato quello di creare delle composizioni di piante arbustive e tappezzanti perenni selezionate, di colorazioni e altezza appropriata, oltre che a fini decorativi, anche ai fini della visibilità e sicurezza stradale. I settori e gli inserti sono riempiti con ciotoli e scagliame di pietra di vari colori, oppure con pacciamatura in lapillo. Tutte le piante messe a dimora sono servite da impianto di irrigazione a goccia”.

“Le scelte progettuali - afferma il sindaco Riccardo Mortandello - sono state fatte per ridurre, in futuro, i costi di manutenzione al minimo”.

Le sistemazioni delle piante non si possono ammirare al momento al meglio in quanto con le basse temperature la vegetazione è in quiescenza. In primavera però i cittadini potranno ammirare l'avvicendamento delle varie fioriture e dei colori del fogliame in maniera appropriata.

Email inviata con successo

SuperEnalotto: sfiorato il 6 a Rovolon

15/01/2020 12:40

Fiorato il 6 al SuperEnalotto in provincia di Padova.

La dea bendata ha premiato con un 5 da 62.642,30 euro un giocatore di Rovolon. La schedina vincente è stata giocata al Banco Lotto di via del Commercio 2.

Attualmente il Jackpot ammonta a 61,5 milioni di euro.

Email inviata con successo

CRI: via a diagnosi precoce e cura epatite C

15/01/2020 11:59

Nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 gennaio 2020 in città prende avvio il progetto “Eliminazione del virus epatite C” coordinato dal Comitato di Padova della Croce Rossa Italiana in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Chirurgiche Oncologiche e Gastroenterologiche di cui fanno parte la UOSD Trapianto Multiviscerale e la U.O.C. Gastoenterologia dell'Azienda Ospedaliera-Università di Padova, con il contributo di Gilead Sciences.

Si tratta di un progetto per la diagnosi precoce e per la cura dell'infezione dovuta al virus dell'epatite C, rivolto alla popolazione del Comune di Padova, basato sull'esecuzione di un test rapido su saliva, anonimo e totalmente gratuito, in grado di identificare la presenza del virus.

In caso di positività le persone verranno avviate al percorso di cura presso l'Azienda Ospedaliera-Università di Padova. L'eradicazione dell’infezione è garantita oggi, da farmaci antivirali ad azione diretta, ben tollerati ed estremamente efficaci, che hanno cambiato radicalmente il panorama della terapia.

Una importante opportunità per tutti i cittadini di poter effettuare un controllo in modo rapido e nel massimo rispetto della riservatezza, nella considerazione che l’infezione è sostanzialmente asintomatica.

Il test si effettua sabato 18 gennaio dalle 10 alle 17 e domenica 19 gennaio dalle 10 alle 13, nell’Ambulatorio Polispecialistico all’interno degli spazi del Comitato CRI di Padova, in via della Croce Rossa 130 a Padova.

Per informazioni sull’iniziativa contattare: 049.8075313, [email protected]

Email inviata con successo

Fattorie Sociali, buono il lavoro di Coldiretti

15/01/2020 08:20

Buone notizie per le fattorie sociali, ovvero quelle aziende che hanno sperimentato una nuova frontiera dell’agricoltura multifunzionale come accoglienza, inclusione, inserimento di persone in difficoltà. A fronte di un contesto che segnala presenze in crescita di nuove povertà, disagio minorile con frequenti casi di bullismo ed emergenze familiari, la Regione Veneto risponde inserendo le aziende solidali nella programmazione sanitaria riconoscendone l’importanza strategica nel terzo settore assistenziale.

L’emendamento presentato dall’Assessore alla sanità Manuela Lanzarin e votato oggi all’unanimità dal Consiglio regionale soddisfa Coldiretti che negli ultimi anni ha sostenuto con azioni e attività formativa centinaia di operatori agricoli vocati ai servizi verso l’altro. “Il Veneto primo in Italia per aver legiferato sull’agricoltura sociale – spiega Coldiretti – ha istituito un albo professionale al quale fa riferimento un grande potenziale di imprese. Il provvedimento odierno colma un vuoto sulla legalità di alcuni servizi rivolti in particolare a soggetti deboli, svantaggiati, carcerati e diversamente abili”.

Per l’operatività ufficiale occorre attendere l’istituzione di un tavolo tecnico al fine di discutere le modalità e i criteri atti ad evidenziare le caratteristiche uniche del settore primario. Coldiretti vede positivamente il dialogo tra le varie materie coinvolte come lavoro, sociale, salute, agricoltura ritenendole tutte insieme una delle espressioni di una politica d’avanguardia.

Bene, inoltre per Coldiretti, il coinvolgimento dell’Anci in rappresentanza delle amministrazioni comunali che per prime intercettano le esigenze delle famiglie e dei cittadini.

Email inviata con successo

Grande Guerra: Mibact sosterrà due progetti

15/01/2020 07:52

Il Comitato tecnico scientifico per la tutela del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale, presieduto dal Direttore Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo guidato dal Ministro Dario Franceschini, ha selezionato cinque progetti in Veneto.

In particolare verranno sostenuti il restauro e la digitalizzazione dei volumi pergamenacei miniati del Museo Storico della III Armata in Padova presentato dalla Soprintendenza di Venezia, Belluno, Padova e Treviso e il progetto "Vestigia della Grande Guerra a Comelico" presentato dalla Fondazione Centro Studi Transfrontaliero.

È questo l'esito del bando 2019 per l'assegnazione di contributi a progetti e iniziative riguardanti le vestigia della Grande Guerra, frutto del lavoro dei componenti del Comitato designati dalla Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali, da quella degli Archivi, dai Ministeri della Difesa, degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dalla Conferenza Stato - Regioni, dall'Unione Province Italiane, dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani e dalle associazioni di settore.

Email inviata con successo

Ricarica elettrica: sei colonnine a Montegrotto

14/01/2020 09:43

Montegrotto Terme si appresta a installare nel proprio territorio 6 colonnine di ricarica che potranno servire contemporaneamente 12 veicoli o motoveicoli elettrici. Dopo la delibera della Giunta comunale, l’amministrazione ha scelto di procedere con la società Civiesco di Udine, che ha presentato la migliore tra le proposte pervenute.


«È una scelta importante - spiega il vicesindaco Luca Fanton - per una politica attenta all’ambiente e alla sostenibilità. Vogliamo incentivare l’uso di veicoli elettrici per ridurre l’inquinamento atmosferico e acustico”. “Nel prossimo futuro - aggiunge il consigliere Omar Turlon che ha seguito da vicino la questione - ci sarà un maggior impiego di auto elettriche e per questo abbiamo pensato di venire incontro alle esigenze dei cittadini e dei turisti”.


Le colonnine saranno installate una in zona piazza Roma e una in parco Mostar, le altre aree verranno individuate in accordo tra la Civiesco e il Comune di Montegrotto Terme.


Le postazioni saranno facilmente rintracciabili tramite segnaletica stradale orizzontale e verticale e ciascuna sarà attrezzata per il parcheggio di due auto o di due veicoli leggeri (motocicli o altro). Il tempo indicativo per effettuare la ricarica completa di un’auto è di 3 - 4 ore. Potranno essere utilizzate tramite tessere ricaricabili Mobilitycard disponibili presso gli uffici del Comune o richiedibili online, o per accessi occasionali (per esempio dei tanti turisti presenti a Montegrotto Terme) si potrà pagare il dovuto attivando le colonnine tramite smartphone.


La Civiesco riconoscerà al comune a titolo compensativo per l’uso dello spazio pubblico la possibilità di usufruire gratuitamente delle postazioni di ricarica per alimentare i propri veicoli elettrici e un corrispettivo del 10% degli incassi derivanti dalle ricariche effettuate dagli utilizzatori del servizio. L’accordo avrà una durata di 10 anni, rinnovabile per altri due.

Email inviata con successo

Sport for family per il doposcuola a Montegrotto

14/01/2020 09:42

Un contributo di 13 mila euro all’associazione Calcio Montegrotto per la gestione per quest’anno scolastico di “Sport for Family”, il doposcuola per gli studenti delle scuole primarie e della secondaria residenti a Montegrotto Terme.

“Il doposcuola - spiega l’assessore all’Istruzione e allo Sport Pier Luigi Sponton - si è dimostrato negli anni un importante strumento per assicurare a tutti i ragazzi accesso alle strutture sportive e offrire opportunità di successo scolastico anche alle fasce più deboli della popolazione. Si tratta di un servizio importante e molto richiesto dalle famiglie che integra una mancanza strutturale dell’offerta scolastica nel nostro Comune che non riesce a garantire il tempo pieno nella misura in cui le famiglie lo richiedono. Il servizio è attivo già da diversi anni nella frazione di Turri e la dirigenza scolastica è molto soddisfatta dei risultati ottenuti, per questo, su richiesta dei genitori e con l’accordo della dirigenza scolastica, abbiamo deciso di attivarlo anche per la parte centrale di Montegrotto Terme. In questo modo il Comune si fa carico di integrare con un servizio di doposcuola l’offerta scolastica tempo normale o lungo con il doposcuola, venendo incontro a un’esigenza importante delle famiglie dove ci sono entrambi i genitori che lavorano e anche fornendo un sostegno importante ai ragazzi più vulnerabili”.

Obiettivo principale del servizio attivo dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 16.30 con servizio di refezione e accompagnamento dal plesso scolastico alla sede del doposcuola è di fornire un supporto nello svolgimento dei compiti, fornendo nel contempo agli studenti strumenti che li aiutino nelle relazioni sociali, nell’accettazione delle regole, nell’avvicinamento alla condivisione.

Email inviata con successo

Le star di Star Wars dai bambini in pediatria

14/01/2020 09:13

Serata stellare in pediatria a Padova. L'associazione Gioco e Benessere ha portato i protagonisti di Star Wars al dipartimento di Pediatria dell'azienda ospedaliera per allietare il ricovero dei bambini malati.

Alle 19.30 gli amici di Star Wars Cosplay Treviso sono entrati in reparto salutando bambini, genitori, infermieri e operatori portando tanta felicità. Dall'associazione dicono: "Tra i nostri obiettivi sicuramente quello di sentirci dire: 'Non mi sembrava di essere in ospedale!', molte volte capita e questo ci conferma il raggiungimento di un meraviglioso traguardo raggiunto con quel bambino o ragazzo!"

Email inviata con successo

Polizia: morto il Commissario Rasi

14/01/2020 07:55

E' morto, dopo una lunga malattia, il Commissario Andrea Rasi, della Polizia di Frontiera Aerea di Verona. Nato a Padova, 58 anni, nel corso della sua carriera professionale ha prestato servizio nelle Questure di Rovigo, Treviso e Verona e nel 1988 era stato assegnato alla Polizia di Frontiera all'Aeroporto Catullo.

Lo scorso 15 dicembre, in occasione della 24/a Cerimonia di Commemorazione del Disastro Aereo dell'Antonov, in cui persero la vita 41 passeggeri e gli otto membri dell'equipaggio, a Rasi era stata consegnata dall'Associazione Familiari delle Vittime una targa commemorativa "Per l'indimenticabile calore umano e la sensibilità profuse". Rasi fu premiato per l'umanità mostrata nelle ore seguenti il disastro aereo nel supportare i parenti diventando un vero e proprio riferimento.

"Il Questore di Verona Ivana Petricca, Il dirigente della Polaria Roberto Salvo ed i colleghi lo ricordano con profondo affetto e stima, come un uomo al servizio di tutti fino all'ultimo - scrive in una nota la Questura - apprezzato e stimato da chiunque lo abbia conosciuto per le sue eccezionali doti morali e professionali che lo hanno reso un grande Servitore della Polizia di Stato".

Email inviata con successo

Trasporto pubblico agevolazioni per anziani

13/01/2020 18:58

Anche per l'anno 2020 l'Amministrazione comunale ha reso gratuiti, per i residenti nel Comune di Padova, gli abbonamenti annuali o trimestrali in base al limite Isee. Per la verifica del requisito di reddito è necessario presentare l'ultima attestazione Isee. Per chi è in possesso della tessera L.R. 19/1996, in corso di validità, non è necessario presentare l'attestazione Isee.

Possono usufruire delle agevolazioni i residenti che risultano:

- pensionati con trattamento di vecchiaia,

- pensionati sociali,

- portatori di handicap,

- mutilati ed invalidi con un grado di invalidità non inferiore al 74% o equiparato.

PROSPETTO DELLE AGEVOLAZIONI

- Possessori di tessera L. R. 19/1966: Sì

Tipo di utente Isee: Limite L. R. 19/1966

Tipo di abbonamento: annuale

- Possessori di tessera L. R. 19/1966: NO

Tipo di utente Isee: Isee fino a 13.338,26 euro (il doppio del valore minimo Inps)

Tipo di abbonamento: annuale

- Possessori di tessera L. R. 19/1966: NO

Tipo di utente Isee: Isee da 13.338,27 euro a 20.007,39 euro (triplo del valore minimo Inps)

Tipo di abbonamento: trimestrale

Gli abbonamenti possono essere richiesti presso le biglietterie di Busitalia in via Rismondo o in piazza dei Signori, presentando copia dell'attestazione Isee e copia della carta d'identità.

Gli abbonamenti in scadenza al 31 dicembre 2019 sono prorogati fino al 31 gennaio 2020.

Email inviata con successo