CONFARTIGIANATO

Apprendistato duale:
sgravi per chi assume

17/01/2020 14:05

Giudizio positivo da parte di Confartigianato Imprese Padova per un importante incentivo che riguarda il mondo del lavoro, inserito nella legge di bilancio: dal 1° gennaio 2020, i datori di lavoro fino a 9 dipendenti possono usufruire di uno sgravio del 100% dei contributi dovuti nei primi tre anni di contratto degli apprendisti di primo livello. Lo sgravio vale, dunque, per chi assume giovani dai 15 ai 25 anni con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore. Resta ferma l’aliquota del 10% per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al terzo. “Si tratta di un segnale positivo importante per le piccole imprese artigiane che da sempre guardano con grande interesse all’apprendistato duale, particolarmente utilizzato in Germania – spiega il Presidente di Confartigianato Imprese Padova Roberto Boschetto -. La nostra associazione, da sempre sollecita un’attenzione alla formazione dei giovani che permetta loro un ingresso adeguato nel mondo del lavoro. Puntare a qualificare i giovani fa bene alle nostre imprese, che sempre più richiedono personale pronto a rispondere ad esigenze in continuo mutamento”.

L’uso del contratto di apprendistato, nelle sue diverse forme, in provincia di Padova, negli ultimi cinque anni, ha visto un progressivo incremento: si è passati dai 4940 contratti del 2014 ai 6060 contratti del 2019. “Un incremento di oltre 1100 contratti che conferma l’apprendistato come uno strumento importante di accesso al mondo del lavoro" – continua Boschetto.

Secondo i dati forniti dal Centro per l’Impiego e rielaborati da Veneto Lavoro, alla fine del 3° trimestre del 2019, in provincia di Padova erano 15.300 i giovani disoccupati. “Non c’è dubbio: la ripresa dell’occupazione giovanile – sottolinea Boschetto – passa per l’apprendistato che si conferma il contratto a causa mista più adatto a soddisfare le esigenze formative dell’artigianato e delle piccole imprese e a preparare i giovani ad entrare in un mercato del lavoro che richiede competenze tecniche evolute imposte dalla rivoluzione digitale”.


 
Nessun commento per questo articolo.