ULSS 6

Fu investito: lieto fine
per il gatto Tao Tao

22/01/2020 16:44

Si è conclusa con un lieto fine la vicenda di Tao Tao, il gattino randagio vittima lo scorso ottobre di un terribile incidente nella zona di via Tasso, a Cadoneghe. Dopo una delicata operazione e tre lunghi mesi di convalescenza, il personale del servizio veterinario dell'Ulss 6 Euganea ha consegnato il micio alla signora Dina Zannol, residente in via Belli, che lo ha ufficialmente adottato. Il gatto continuerà comunque ad essere accudito da tutte le persone del vicinato, come già avveniva prima che venisse investito da un'auto, rischiando di perdere la vita.

Un'intera comunità si era mossa, alla fine dello scorso ottobre, per soccorrere il micio, trovato in fin di vita da una ragazza, ferito e tremante, seminascosto in un cespuglio di rovi. Subito era stata allertata la Polizia Locale, intervenuta insieme alle guardie Gadit di Vigodarzere e al servizio Veterinario dell'Ulss 6, che si era occupato del trasporto in clinica e dell'operazione.

“Il gatto è arrivato da noi con una brutta lesione all'arto posteriore sinistro, lussazione e frattura della tibia – spiega il dottor Riccardo Friso, responsabile del Presidio Veterinario – abbiamo fatto il possibile per ricomporre la frattura e creare un'articolazione nuova, ma purtroppo il tentativo non ha avuto successo. Siamo stati quindi costretti all'amputazione dell'arto. Il gatto purtroppo ha anche un problema legato a una malattia infettiva, la sindrome da immunodeficienza, che ha creato alcune complicazioni nella fase post operatoria. Le difficoltà sono però state superate, il gattino cammina bene anche con tre arti, e possiamo parlare di un lieto fine. La signora che lo ha adottato è disponibile e competente, ed è bene che il micio possa continuare a vivere nella zona dove è stato accudito per tanto tempo.”

“Quando è arrivato nel nostro quartiere, circa 3 anni fa – racconta la signora Dina – era magro, denutrito, addirittura senza pelo. Ci siamo presi cura di lui tutti insieme, una decina di famiglie, gli abbiamo dato da mangiare e non gli abbiamo mai fatto mancare il nostro affetto. Quando abbiamo saputo dell'accaduto eravamo distrutti. Dall'Ulss ci hanno chiesto un impegno ufficiale e ho subito dato la mia disponibilità, vivrà qui da me insieme agli altri due gatti. Ho promesso di non abbandonarli mai, non vado neanche in ferie perché voglio loro troppo bene.”

“E' un bellissimo esempio di collaborazione tra istituzioni e cittadini – chiosa l'assessore all'ambiente di Cadoneghe Elisa Bettin – un evento spiacevole si è concluso molto bene grazie alla professionalità di Ulss e Polizia Locale. Un ringraziamento speciale va alla nostra cittadina che ha deciso di formalizzare l'adozione del gattino: c'è un grosso sostegno da parte di tutto il quartiere, anche oggi alla consegna era presente una piccola delegazione. Speriamo possa essere un esempio positivo per tutta la comunità di Cadoneghe.”


 
Nessun commento per questo articolo.