PALAZZO MORONI

Parcheggi: ecco come si
paga con EasyPad

14/02/2020 15:27

Il sistema EasyPad si basa su un sistema di identificazione di veicoli in sosta attraverso sensori ottici ed elettromagnetici, che inviano informazioni ad una regia centrale (server Aps) che a sua volta, tramite la rete internet, può inoltrarle a terminali, telefoni cellulari, altri dispositivi.

Secondo alcune stime, il 30% del traffico nelle ore di punta deriva dalla ricerca di parcheggio: uno degli strumenti più efficaci per la gestione dei flussi del traffico è il sistema di organizzazione della sosta tramite ragionate politiche tariffarie ed è per questo che si è deciso di investire su un sistema di questo tipo.

Il progetto è reso possibile da Nexi, la PayTech leader nei pagamenti digitali in Italia: Nexi, infatti, ha realizzato l’infrastruttura tecnologica che permette il processo di pagamento, consentendo un customer experience comoda e veloce per gli utenti e garantendo, al contempo, la massima sicurezza di ogni transazione. L’attivazione dei servizi di pagamento dei parcheggi online e via app è stata realizzata da Nexi per garantire un servizio efficace, efficiente, sicuro.

“Attendevo da molto questo passaggio importante - spiega il vicesindaco Lorenzoni -. Questo progetto è un modo per proiettare Padova verso una città ancora più accessibile, gradevole e conciliante, grazie alle nuove tecnologie. La conoscenza di tutti i parcheggi presenti e la loro valorizzazione spero serviranno anche a limitare le polemiche sulla carenza di aree di sosta in città: abbiamo 6500 posti, se gestiti in maniera intelligente sono una grande risorsa. Grazie a questo progetto possiamo infatti ottimizzare i flussi del traffico indirizzando utenti e cittadini verso i posteggi liberi più vicini, riducendo anche il traffico. Inoltre la disponibilità di dati statistici come gli indici di occupazione, i tempi medi di sosta e la distribuzione della sosta sono una risorsa preziosa per lo sviluppo del servizio e più in generale per il piano del traffico. Questa app può essere il nucleo attorno al quale sviluppare nuovi servizi.”

Siddisfatto Riccardo Bentsik, direttore di Aps Holding:

“Stiamo parlando della prima realizzazione di un progetto di ampio respiro che porterà importanti vantaggi per l’utenza e per l’amministrazione. L’utente potrà prolungare la sosta in qualsiasi momento e non perdere tempo alla ricerca di un parcheggio, venendo addirittura guidato nel parcheggio libero disponibile più vicino. L’amministrazione invece potrà monitorare in tempo reale la situazione della sosta, ottimizzare i controlli verso le aree ad alto tasso di evasione ed individuare rapidamente le auto in infrazione. Le indicazioni fornite dalla app permetteranno a tutti di avere informazioni più precise e maggior consapevolezza per muoversi in città. Il progetto muove i primi passi con la messa online della app l’ultima settimana di febbraio, entro luglio sarà completo e per allora avremo uno dei sistemi di monitoraggio e gestione della sosta più evoluti in Italia."


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.