Da venerdì 28 sportelli Etra di nuovo aperti

26/02/2020 15:16

Da venerdì 28 febbraio riapriranno gli Sportelli Clienti di Etra in tutte le nove sedi dotati di misure di prevenzione e contenimento. La decisione è stata presa in coordinamento tra il Responsabile della Sicurezza e i vertici aziendali, a fronte dei chiarimenti applicativi forniti dalla Regione Veneto riguardo all’ordinanza contingibile e urgente n. 1 del Ministero della Salute.

In questi giorni, nel frattempo, agli Sportelli sono state implementate le misure di sicurezza precauzionali: sono stati installati sia aerosol che diffondono nell’aria uno spray disinfettante, sia erogatori di gel disinfettante; si farà in modo che non entrino più di 5 persone alla volta e sono state approntate delle barriere divisorie trasparenti che eviteranno il contatto tra operatore e Cliente.

Restano attivi i provvedimenti presi per il servizio di Raccolta Differenziata, dove per gli operatori è imposto l’obbligo di utilizzare i dispositivi di sicurezza, mascherine e occhiali, fino a revoca dello stato di emergenza.

Restano sempre operativi con il consueto orario, dalle 8 alle 20, i Numeri verdi telefonici (che in questi giorni ricevono più chiamate del solito), 800 247842 per il Servizio rifiuti e 800 566766 per il Servizio idrico, oltre ai Servizi Online sul sito www.etraspa.it, che sono attivi 24 su 24, 7 giorni su 7, dove gli utenti registrati possono svolgere, in autonomia e con comodità ovunque si trovino, la maggior parte delle pratiche. Il Numero Verde 800 566766 è a disposizione anche per i Contratti telefonici nei giorni lavorativi: dal lunedì al giovedì (con orario 8.30-13 e 14.30-17), al venerdì (8.30-13).

Email inviata con successo

Pozzonovo: comune sanifica gli uffici

26/02/2020 13:50

Il Comune di Pozzonovo, a scopo precauzionale e per andare incontro alle legittime preoccupazioni dei cittadini, ha deciso di sanificare tutti gli uffici pubblici e gli immobili (anche attualmente chiusi a causa dell'ordinanza di Regione e Ministero), tra cui le scuole, il centro anziani, il municipio, gli stabili comunali, le palestre, il palazzo delle associazioni. "I lavori inizieranno e termineranno nella giornata di domani, giovedì 27 febbraio, utilizzando una ditta autorizzata - precisa il sindaco Arianna Lazzarini -: nessun costo per l'Amministrazione e i cittadini, è un'iniziativa personale e come tale sarà persolmente da me sostenuta e lo facciamo per una nostra tranquillità e a scopo di prevenzione. Nessun allarmismo, è l'occasione per offrire ai futuri utenti degli ambienti comunque sicuri".

Domenica scorsa, dopo l'incontro col prefetto, il sindaco ha convocato anche i medici di base del territorio, per coordinare le azioni e la comunicazione allineandosi con le disposizioni regionali e dell'Iss.

Email inviata con successo

L'ultimo saluto a Anna a Terranegra

26/02/2020 10:45

Il coronavirus non ferma l’amore per Anna e il desiderio di salutare la ragazzina che studiava al Duca D’Aosta morta lo scorso 20 gennaio dopo un arresto cardiaco.

Se le messe e le concentrazioni di gente in luoghi chiusi sono al momento proibite a causa dell’emergenza contagio, i padovani e non solo stanno partecipando in massa al funerale della 14enne allestito fuori, all’aperto, sul sagrato del Tempio dell’Internato Ignoto di Terranegra.

Presenti i compagni del liceo, i vigili urbani colleghi del papà, tante famiglie in questi giorni a casa.

C’è anche il coro che canta mentre soffia un forte vento gelido, ci sono anche gli alunni del conservatorio Pollini dove Anna studiava il flauto.

Ci sono i medici che hanno provato a salvarle la vita. C’è anche il sindaco di Padova, Sergio Giordani, a dare sostegno ai famigliari della ragazza.

Email inviata con successo

Gli uffici della CIA chiusi in provincia

25/02/2020 13:33

Ecco il comunicato della Confederazione Italiana Agricoltiri di Padova: "Al fine di tutelare la salute di tutte le persone che transitano nei nostri uffici e in riferimento all'ordinanza congiunta di Regione Veneto e Ministero della Salute, la Cia di Padova ha disposto la CHIUSURA degli uffici di ESTE, MONSELICE, CONSELVE e ANGUILLARA VENETA fino al 01 marzo. Gli altri uffici saranno aperti al pubblico con il consueto orario ESCLUSIVAMENTE su appuntamento per evitare alti numeri di persone in sala d'attesa. Ci rendiamo conto del disagio, ma la salute di tutti è la cosa più importante".



Email inviata con successo

Mercoledì 26 l'ultimo saluto a Anna Modenese

25/02/2020 13:06

La famiglia di Anna Modenese, la 14enne di Camin colpita da infato mentre era in classe e morta pochi giorni dopo all'ospedale di Padova ha voluto ricordare la figlia attraverso un comunicato.

“Ho tanti problemi nella mia vita. Ma le mie labbra non lo sanno...e sorridono sempre” (Charlie Chaplin)

Questa era lo spirito con cui Anna voleva affrontare la vita, sempre con il sorriso in volto, in qualsiasi occasione, dalla più semplice alla più difficile.

Anna era speciale perché il suo cuore puro e la sua intelligenza emotiva sapevano trasformare un gioco, un dialogo, una cena in compagnia in un momento magico, unico e irripetibile. Frequentava il primo anno sia del liceo Scienze Umane ‘Duca d’Aosta’ che del corso pre accademico di flauto traverso presso il conservatorio ‘Cesare Pollini’ di Padova.

Era recentemente entrata nell’orchestra dei Pollicini junior del medesimo conservatorio. Amava tanto leggere ed avere tempo per incontrare gli amici.

In seguito all’arresto cardiaco avvenuto martedì scorso appena arrivata a scuola, Anna è rimasta ricoverata nella terapia intensiva del Centro Gallucci, fuori dalla quale c’è stata una presenza costante di amici, colleghi di lavoro dei genitori e conoscenti che in mille modi hanno fatto sentire ai familiari la loro vicinanza, fino a quando il suo cuore ha definitivamente finito di battere giovedì 20 febbraio.

I famigliari di Anna desiderano ringraziare pubblicamente tutti gli amici, colleghi e conoscenti, il personale medico dell’UCIC del Centro Gallucci, il corpo della Polizia Locale di Padova, il Sindaco e il Vescovo di Padova per la loro vicinanza, il personale di Pronto Soccorso e rianimazione intervenuto presso il Liceo Duca d’Aosta e tutti coloro che in qualsiasi modo hanno manifestato la loro vicinanza".

Il saluto di commiato ad Anna è fissato per mercoledì 26 febbraio alle ore 10,00 nel sagrato del Tempio dell’Internato Ignoto.

Email inviata con successo

Messa delle Ceneri in diretta su YouTube

25/02/2020 11:01

Domani, Mercoledì delle Ceneri, alle ore 19, sul canale Youtube della Diocesi di Padova verrà trasmessa la celebrazione della santa messa del vescovo Claudio.

Domenica 1 marzo, Prima domenica di Quaresima, la celebrazione del vescovo Claudio sarà trasmessa alle ore 10, sempre sul canale Youtube della Diocesi di Padova.

Email inviata con successo

Misure di tutela di Acegasapsamga

24/02/2020 19:04

Con riferimento alle misure di tutela dal Coronavirus (COVID - 2019), il AcegasApsAmga ha reso noto che ad oggi tutti i servizi gestiti sul territorio risultano regolari, così come i servizi di pronto intervento.

Gli sportelli sul territorio sono regolarmente aperti, si invitano in ogni caso i clienti a privilegiare i canali di contatto telefonici e online, recandosi agli sportelli solo in caso di necessità.

A questo proposito AcegasApsAmga ricorda che, oltre ai servizi on line, sono attivi i numeri verdi 800.237.313 (servizio clienti idrico; da cellulare 199.501.099) e 800.955.988 (servizio clienti ambiente, compreso informazioni sul pagamento del tributo Tari Padova) e le caselle di posta elettronica [email protected] (per l’area di Padova), [email protected] (per l’area di Trieste).

Poiché per la multiutility le persone sono l’asset principale e la loro tutela rappresenta la priorità, sono state messe in campo misure aggiuntive cautelative per contenere la diffusione del virus.

Fermo restando l’indicazione di contattare il numero 1500 per tutte le informazioni di carattere sanitario e il numero 112 per le richieste di assistenza sanitaria in caso di sintomatologia evidente, l’Azienda ha dato diffusione capillare alle comunicazioni del Ministero della salute contenenti i comportamenti da seguire, affisse in tutte le bacheche e la intranet aziendale, e attivato un indirizzo mail dedicato a cui i colleghi possono scrivere al fine di ottenere informazioni e chiarimenti. In via cautelativa sta intensificando tutte le attività di pulizia delle sedi e sportelli.

I dipendenti in stato di gravidanza o che soffrono di immunodepressione, così come quelli che presentano sintomatologia respiratoria o influenzale, anche lieve, o che sono entrati in contatto con persone che potrebbero avere contratto il virus sono stati invitati a contattare il medico curante per considerare l’astensione dal lavoro. Sempre in via cautelativa, tutti i dipendenti sono stati invitati a ridurre le trasferte verso le aree limitrofe alle zone interessate dai provvedimenti delle Autorità preferendo, quando possibile, riunioni in videoconferenza o telefoniche.

I fornitori sono stati invitati ad attenersi alle stesse misure adottate dall’azienda.

Email inviata con successo

Appe: nessuna chiusura per bar e ristoranti

24/02/2020 14:06

"Nell’ordinanza congiunta Ministero della Salute - Regione Veneto di domenica 23 febbraio non si fa cenno a bar, ristoranti e pubblici esercizi in genere, tranne “le discoteche e i locali notturni”, e questo conferma quanto da noi affermato già dalla giornata di venerdì scorso".

Così l’APPE (Associazione Provinciale Pubblici Esercizi) commenta il documento con cui il Governatore Zaia e il Ministro Speranza hanno limitato o sospeso specifiche attività, senza tuttavia toccare i pubblici esercizi, con l’unica eccezione, appunto, di discoteche e locali notturni. "Ricordiamo – specifica l’Associazione degli esercenti – che il virus non si trasmette attraverso il cibo e che i pubblici esercizi, per la loro natura, sono attività particolarmente curate sotto il profilo igienico-sanitario grazie al pieno rispetto delle procedure del sistema HACCP".

Vengono inoltre sospese almeno fino al 1° marzo (compreso) “manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico”: niente feste di Carnevale, balli o momenti aggregativi, anche se organizzati da ristoranti, bar, pub o altro genere di locali. Le previsioni dell’ordinanza, unite alla psicosi collegata al Coronavirus, rischiano seriamente di incidere in modo drammatico sui bilanci di attività come locali serali/notturni, discoteche, ristoranti e pasticcerie. "Stante l’attuale situazione – dichiara l’APPE – chiediamo fin da subito, per le aziende che rappresentiamo, la sospensione del pagamento dei tributi periodici e la sospensione dei mutui, spese che metterebbero in ginocchio tante aziende".

Ricapitolando:

• nessuna prescrizione per bar, ristoranti, pasticcerie, pizzerie, pub e similari, che possono rimanere aperti nei consueti orari;

• ordinanza di chiusura per discoteche e locali notturni;

• divieto di organizzare feste ed eventi per tutte le tipologie di attività.

L’APPE ha preso contatti per le vie brevi con la Regione Veneto, che ha chiarito come eventuali prescrizioni maggiormente restrittive possono essere adottate dai singoli Sindaci di tutti i Comuni del Veneto, così come accaduto a Vo: l’invito, pertanto, è quello di contattare gli uffici del proprio comune per avere maggiori informazioni.

Email inviata con successo

Ascom, Sattin:"Chiarezza su svolgimento mercati"

24/02/2020 13:53

L’ordinanza regionale sul coronavirus sta creando il caos nei mercati. “Sull’argomento – spiega Ilario Sattin, presidente regionale degli ambulanti di Confcommercio Veneto - la Regione deve fare chiarezza e la deve fare subito”.

Il problema è sorto dal momento che l’ordinanza non prevede espressamente la sospensione dei mercati ma vieta le manifestazioni o le iniziative di qualsiasi natura. “Nel dubbio – continua Sattin – da questa mattina stiamo assistendo a sindaci che vietano lo svolgimento del mercato e sindaci che lo autorizzano. E’ una situazione di enorme disagio per gli operatori che deve trovare una risposta da parte della Regione che, una volta per tutte, deve dare immediatamente un’indicazione precisa evitando di trasferire la responsabilità ai singoli sindaci”.

Email inviata con successo

Casa su Misura in fiera viene rinviata

24/02/2020 10:20

In osservanza dell’ordinanza emanata domenica 23 febbraio dal Ministero della Salute, la fiera di Padova comunica che la manifestazione Casa su Misura – in programma dal 29 febbraio all’1 marzo e dal 5 all’8 marzo – è stata rinviata. Allo scopo di evitare il diffondersi del COVID-19 nella Regione Veneto” l’ordinanza dispone infatti alcune misure straordinarie fra cui la “sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luogo pubblico o privato sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico...” (art.1).

Email inviata con successo