VIDEOCONFERENZA

Nuova sezione su portale
cultura della Regione

24/03/2020 16:24

L’assessore regionale Cristiano Corazzari ha insediato oggi con una videoconferenza il Tavolo territoriale con gli assessori alla cultura dei Comuni capoluogo di provincia (Marco Perale, Belluno; Andrea Colasio, Padova; Roberto Tovo, Rovigo; Lavinia Colonna Preti, Treviso; Paola Mar, Venezia; Francesca Briani, Verona; Simona Siotto, Vicenza) per promuovere un’azione coordinata delle attività culturali nel Veneto in questo difficile momento caratterizzato dall’emergenza per il coronavirus. “Si tratta – ha spiegato Corazzari – di un altro importante tavolo di lavoro dopo quello avviato dalla Regione con le principali istituzioni culturali del Veneto, comprendente, tra gli altri, l’Agis e il Teatro Stabile del Veneto. Su richiesta degli stessi assessori comunali questo appuntamento avrà una cadenza settimanale al fine di monitorare costantemente le varie criticità che stanno affrontando enti, istituzioni e amministrazioni nella gestione e nel funzionamento di attività e di servizi in ambito culturale, ma anche per confrontare e divulgare esperienze e iniziative promosse in questo periodo di ‘chiusura’ fisica di musei, biblioteche, archivi, teatri, compatibili con le restrizioni imposte per impedire il diffondersi del contagio”.

“Da questo confronto – continua l’assessore regionale – sono emerse proposte e istanze che, in modo organizzato, presenteremo al Governo utilizzando tutti i canali, compreso quello della Conferenza Stato-Regioni, anche proiettandoci alla fase successiva all’emergenza, quando finalmente, e speriamo presto, l’offerta culturale tornerà a essere pienamente fruibile da parte dei cittadini”.

Queste le necessità emerse nel corso della videoconferenza:

- fare un fronte unico e coeso, con il coordinamento della Regione, pur nella diversità delle caratteristiche e dei bisogni delle diverse aree, per rappresentare in modo più incisivo le istanze del mondo culturale veneto;

- individuare forme di aiuto e sostegno economico alle imprese della cultura e dello spettacolo, alle associazioni e ai tanti addetti del settore, puntando il più possibile alla conservazione dei posti di lavoro, attraverso aiuti statali che possano supplire alla crescente perdita di risorse degli Enti locali;

- supporto tecnico-amministrativo per l’applicazione dei Decreti Ministeriali; 

- definizione di un piano strategico per essere pronti a ripartire nel post coronavirus.

Corazzari ha comunicato che da domani sarà disponibile una nuova sezione del portale Cultura Veneto (www.culturaveneto.it) che raccoglie l’offerta digitale delle istituzioni culturali della nostra regione per favorire una diffusa fruizione online, sui siti e sui social, del nostro patrimonio materiale e immateriale: Cultura Veneto Bacheca 2020 #iorestoacasa #condividiamolacultura.

“La Regione intende sfruttare sempre più le potenzialità della Rete – ha sottolineato Corazzari –, aprendo virtualmente nuovi sipari su spettacoli teatrali e musicali, suggerendo originali tour artistici e itinerari museali: l’obiettivo è fare del nostro portale un vero e proprio luogo di cultura, un catalizzatore e propagatore dei vari percorsi e proposte disponibili on line”.

“Ritengo – ha concluso Corazzari – che tale modalità di offerta del vasto patrimonio veneto possa essere implementata per garantire stabilmente in futuro, anche dopo l’emergenza coronavirus, a chi non ha la possibilità di muoversi per visitare i siti artistici o partecipare alle manifestazioni culturali, di godere comunque di questi beni preziosi: garantire il diritto a una vita culturale attiva è un dovere civile”.


 
Nessun commento per questo articolo.