E-LEARNING

Scuola: "Strumenti per
i meno abbienti"

25/03/2020 15:57

"Ho insistito affinché nel decreto-legge n. 18 si reperissero risorse - pari a 85 milioni di euro - per consentire alle istituzioni scolastiche, che ne fossero prive, di dotarsi immediatamente di piattaforme e di strumenti digitali utili per l'apprendimento a distanza e per mettere a disposizione degli studenti meno abbienti dispositivi digitali individuali e connessione alla rete per garantire la parità di accesso alla didattica a distanza, salvaguardando così il diritto allo studio di tutti. Firmerò a breve, una volta terminati tutti i passaggi previsti dalle disposizioni normative e contrattuali vigenti, il decreto di riparto delle risorse a favore delle istituzioni scolastiche improntato a criteri equi: il numero degli studenti, il dato sulla condizione socioeconomica delle famiglie". Lo ha detto al question time la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina. "Non ho voluto una ripartizione risorse "a pioggia" ma che tenga conto della concreta condizione degli studenti, per supportare nei termini dell'eguaglianza sostanziale quelli che ne hanno più bisogno. E' stato disposto anche un incremento di 2 milioni del Fondo per l'emergenza del Piano scuola digitale. In merito, poi, alla formazione dei docenti, voglio rimarcare il lavoro importante che stanno facendo nelle scuole i circa 8.200 animatori digitali, unitamente ai circa 24.000 docenti dei team per l'innovazione presenti in ciascun istituto, nonché l'impegno dei 120 docenti delle équipe formative territoriali e delle reti di scuole dei Future Labs, che stanno utilizzando tutte le risorse disponibili per promuovere webinar e seminari on line per lo sviluppo delle competenze digitali dei docenti. Nei giorni scorsi è stato altresì erogato un contributo di mille euro a ciascuna istituzione scolastica, per un totale di 8,2 milioni di euro, che potranno essere spesi per l'anno 2020 anche per il potenziamento dell'apprendimento a distanza. Posso rassicurarla che stiamo approntando tutte le misure necessarie affinché nessuno resti indietro", ha concluso rispondendo all'on Muroni.


 
Nessun commento per questo articolo.