ORDINANZA

E' la seconda domenica
con i negozi chiusi

29/03/2020 10:47

Aperte solo edicole, farmacie e parafarmacie: il resto? Tutti a casa. Il 29 marzo è la seconda domenica dove si osserva lo stop deciso dal Veneto con un'ordinanza del Governatore Luca Zaia. La disposizione ha previsto che per le domeniche del 22 e del 29 marzo sia osservato l’obbligo di abbassare le saracinesche per supermercati e le rivendite di alimentari e bevande.

"Questo è il fine settimana della svolta - ha detto Luca Zaia all’alba del weekend - La prossima settimana sarà ancora più impegnativa: ce lo dice il modello di previsione. Ci stiamo avvicinando sempre più al picco di metà aprile". E così, le restrizioni. In modo che i cittadini si spostino il meno possibile e in modo che chi ha lavorato, spesso in turni complessi, durante la settimana, possa avere una giornata di pausa. L’ordinanza, emanata inizialmente dai governi delle regioni più colpite, è stata ripresa per questa domenica anche da altri territori sul suolo nazionale.


La chiusura dei negozi non è ovviamente l’unica indicazione per contenere il contagio: rimane lo stop alle passeggiate e all’attività fisica entro un limite di 200 metri dalla propria abitazione. Si sono però registrate alcune deroghe: principalmente per le persone con gravi disabilità intellettive, disturbi dello spettro autistico e patologie psichiatriche ad elevata necessità di supporto possono uscire con più libertà. "Sono persone a cui va riservata tutta l'attenzione possibile perché hanno problemi comportamentali incompatibili con una lunga permanenza negli spazi chiusi - ha spiegato l’assessore alla Sanità del Veneto, Manuela Lanzarin - La circolare prevede che queste persone possano uscire con un accompagnatore e con tutte le misure di prevenzione previste: distanza interpersonale con terze persone, uso di mascherine. L'accompagnatore dovrà portare con sé l'autocertificazione e il certificato medico attestante la sussistenza delle condizioni di salute".


 
Nessun commento per questo articolo.