EMERGENZA SANITARIA

Tamponi in Veneto, Zaia:
"Siamo a quota 100mila"

29/03/2020 13:10

Un traguardo. Lo annuncia Luca Zaia durante il consueto punto stampa a Marghera. Riguarda i tamponi: "Posso dirlo: ad oggi, dall'inizio dell'emergenza, sono stati fatti 100mila tamponi". Il governatore è poi entrato nel dettaglio.

"Ad oggi sono 11mila i tamponi quotidiani. Considerate che però nei primi giorni di emergenza potevamo farne diverse migliaia: circa 3mila ogni giorno. Poi i numeri sono incrementati progressivamente.".

C'è un limite, però, nella pratica dei laboratori: "Li stiamo facendo con un numero elevato ma il grande fattore limitante sono i reattivi che mancano dalle grande aziende: abbiamo le macchine ma non ci inviano i reattivi, quindi non riusciamo ad avere prima le risposte". Questo perché, ha spiegato ancora Zaia "Tutto il mondo si è reso conto che fare tamponi serve, e le richieste di reattivi si sono di conseguenza moltiplicate".

Ecco allora una nuova soluzione per rilevare il contagio. "Sono in arrivo dalla Cina oltre 700mila test istantanei. Questo ci permetterà di integrarli con i tamponi. In più verrà attivata una nuova modalità di screening attraverso il prelievo del sangue". E' in fase di sperimentazione il test con la goccia di sangue: al quarto, se non al quinto giorno di sintomi, il test fornisce una risposta attendibile.

Ancora tamponi, infine, nelle case di riposo. Il controllo massiccio di ospiti e dipendenti, ha assicurato, continua ed è stato intensificato. "Siamo al fianco delle gestioni, pensiamo ai nostri anziani, siamo vicino a tutti i famigliari: risolvere quanto sta succedendo negli istituti è una prorità".








 
Nessun commento per questo articolo.