COVID

Maratona musicale
sui social network

02/05/2020 10:50

Sarà una vera maratona. Sono settantuno gli artisti protagonisti di “Padova che unisce, il concerto di solidarietà”


organizzato on line che sarà trasmesso domani, domenica 3 maggio dalle 16.00 su Facebook .


Non una scelta a caso quella del concerto perché i musicisti oggi sono una categoria la cui filiera è messa in ginocchio. Proprio loro hanno scelto di essere


parte integrante di una comunità che si organizza per guardare oltre l'emergenza sanitaria e dare sostegno alla rete di volontariato attivata in aiuto delle


persone più fragili della città e della provincia di Padova.


Sarà una occasione per conoscere meglio i “nostri” musicisti e portare in tutte le case la bellezza e l'incanto della musica e nello stesso tempo raccogliere fondi per il progetto "Per Padova noi ci siamo".


Il progetto nasce da un'idea del musicista Alessandro Friso e della giornalista Micaela Faggiani.


“Chi fa spettacolo, musica di professione o quasi si è visto bloccato, che doveva cambiare vita per un bel po' di tempo, ma la musica non si può fermare e nemmeno l'amicizia. Ecco perché mi è venuta un'idea e ho chiamato Micaela per dare una mano a me e agli altri musicisti e tornare sul palco per un giorno” spiega Alessandro Friso, batterista, conosciuto a Padova come collante della musica, capace di mettere assieme e di portare nei locali padovani artisti locali e nazionali.


"Quando Alessandro mi come collante della musica, capace di mettere assieme e dha chiamato ho pensato a Padova capitale europea del volontariato che in questo periodo avrebbe visto tantissime iniziative organizzate per questa bellissima occasione. Allora perché non mettere assieme tutte queste occasioni non tanto mancate ma rimandate sia sul versante musica che volontariato, mettendo al centro la città e soprattutto chi si spende per aiutare i più deboli? Ho chiamato il Csv, ho raccontato la nostra idea e in pochi minuti abbiamo organizzato l'evento – racconta Micaela Faggiani - Sarà una maratona molto semplice, fatta in casa nel vero senso dalla parola, con nomi davvero "alti" della musica nazionale ma anche artisti padovani giovani e non, che hanno voluto partecipare a questa festa”.


Tra gli artisti che si sono proposti oltre, naturalmente, a Friso spiccano: Andrea Braido, chitarrista tra gli altri di Ligabue, Antonella Ruggero, Vasco Rossi; Ricky Portera, storico collaboratore di Lucio Dalla, chitarrista di Ron, Eugenio Finardi e Loredana Bertè; Frida Bollani figlia d’arte e gran voce; il veneto Marco Pandolfi che vanta collaborazioni con alcuni dei più conosciuti bluesmen a livello mondiale (basti citare Paul Oscher e Bob Margolin della leggendaria Muddy Waters Band); Lisa Manara che spazia dal blues al jazz e Gloria Turrini che propone soprattutto il blues delle Maestre Bessie Smith, Ma Raney, Big Mama Thorton, Etta James.


La diretta sarà trasmessa sulla pagina facebook di Padova capitale europea del volontariato e sul canale YouTube del Csv , Video a Padova.


La scelta di trasmettere il concerto il 3 maggio non è casuale. Domenica, dovrebbe essere l'ultima giornata della cosiddetta “fase 1”, la fine del lockdown, e la data è stata scelta dal Csv proprio per guardare al futuro con più speranza e senso di comunità, pensando a una ripartenza che coinvolga tutti, soprattutto chi non potrà ancora mettersi in gioco e ripartire con il lavoro.


L'evento si inserisce nel progetto "Per Padova noi ci siamo" promosso da CSV Padova, Comune di Padova e Diocesi.


 
Nessun commento per questo articolo.