COLDIRETTI

Persi 7 miliardi con
crollo consumi

02/05/2020 17:18

Conto amaro per il settore agroalimentare nazionale che con il valore dei mancati acquisti in cibi e bevande per la preparazione dei menu porta a una perdita di circa 7 miliardi per l'intero 2020. Il risultato è il frutto del crollo dei consumi fuori casa con la chiusura forzata di bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi. L'effetto negativo a valanga sul comparto è registrato da Coldiretti con un'analisi sugli effetti della riduzione del 33,3% dei consumi in bar e ristoranti stimata da Confcommercio per l'emergenza coronavirus. Il lungo periodo di chiusura e le prevedibili difficoltà alla ripartenza per tutto il 2020 - sottolinea Coldiretti - pesano su molte imprese dell'agroalimentare Made in Italy, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità. L'organizzazione agricola rileva, sulla base dell'indagine Coldiretti/Ixè, che "da quando è cominciata la pandemia Covid-19 in Italia il 57% delle aziende agricole ha registrato una diminuzione dell'attività con un impatto che varia da settore a settore con picchi anche del 100% come per l'agriturismo dove sono chiuse per le misure anti contagio tutte le 24 mila strutture italiane


 
Nessun commento per questo articolo.