CRISI DEL SETTORE PRIMARIO

Prezzo del latte
Insorge la CIA

05/05/2020 15:30

"Nemmeno in un periodo di emergenza sanitaria si evita di speculare sulla pelle degli agricoltori", sbotta il direttore della Confederazione degli Agricoltori del Veneto, Maurizio Antonini, commentando la rettifica del prezzo base del latte. "I 5 centesimi al litro che vengono tolti ai produttori sono un colpo durissimo per gli allevatori, che non potranno più coprire le ingenti spese. Il settore rischia il collasso, è il rischio. La politica deve intervenire con forza", è l'appello. "Il settore del latte oggi è in difficolta e non si capisce perchè il valore del latte è stato ridotto a 30 centesimi al litro. Ricordo che oggi per produrre un litro di latte ogni allevatore spende mediamente 39 centesimi è quindi inspiegabile questo deprezzamento. Anche perchè sappiamo che nella grande distrubuzione i prodotti caseari hanno avuto un aumento nelle vendite del 25%, ancor meno si comprende allora il perchè della riduzione del valore del latte", chiude Antonini.


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.