CULTURA

Riapre la mostra:
Egitto di Belzoni

14/05/2020 15:52

La grande mostra dedicata all’esploratore padovano Giovanni Battista Belzoni ritorna ad essere accessibile al pubblico da lunedì 18 maggio. Una data importante, dopo più di due mesi di chiusura a causa del Corona Virus. Già oltre 20 i gruppi che hanno prenotato e numerose anche le famiglie e i singoli visitatori che hanno acquistato i biglietti. Stringenti le misure di sicurezza del Centro Culturale Altinate San Gaetano e le disposizioni adottate dagli organizzatori: l’impianto di areazione garantisce sempre aria pulita, senza ricircolo di quella esistente, potrà accedere solo chi è munito di mascherine e tutte le sale e gli spazi comuni saranno sanificati costantemente. Inoltre, l’audio guida è scaricabile sul proprio smartphone grazie all’app disponibile per Android e iOS.


Novità anche per quanto riguarda i biglietti e gli orari di apertura. Dal 18 maggio, infatti, saranno applicati sconti sulle entrate: il biglietto intero sarà a 12 € invece che 16 € e i ridotti (quindi i ragazzi dai 6-17 anni, gli studenti universitari dai 18 ai 25 con presentazione documento appropriato, over 65, persone disabili dai 18 anni e convenzionati) saranno a 10 € invece che 14 €. Nuovi anche gli orari di apertura: dal lunedì al venerdì la mostra sarà aperta dalle 10 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 20. Saranno previste inoltre delle visite guidate con archeologhe esperte: le partenze saranno contingentate, con persone distanziate di almeno un metro tra loro, e si potranno effettuare il venerdì alle ore 16 e il sabato e la domenica alle ore 11 e alle ore 17, ma sarà possibile organizzarle on demand anche in altri giorni.


«La riapertura della mostra – commenta l’Assessore alla cultura del Comune di Padova Andrea Colasio – è un segnale importante per tutta la città e per la cultura in generale. Nei mesi precedenti alla chiusura stava riscuotendo un successo enorme fra le scuole di ogni ordine e grado, moltissimi erano i gruppi prenotati e costante era il flusso di turisti che venivano a Padova, da tutta Italia e dall’estero, per conoscere le gesta di Belzoni. In questi mesi di lockdown abbiamo lavorato costantemente insieme al team di Gruppo icat, organizzatori della mostra, per assicurare misure di sicurezza importanti per garantire ai visitatori di accedere alla mostra con serenità e poter godere delle avventure di un esploratore unico nella storia. Per ora la data di chiusura, prevista per il 28 giugno è confermata, ma stiamo lavorando per valutare se ci sono le condizioni per prolungare l’apertura anche nei mesi successivi».


 
Nessun commento per questo articolo.