Tramonto al Giardino di Valsanzibio

24/06/2020 11:19

Un’occasione per passeggiare nelle più fresche ore serali al tramonto in coppia, tra amici e con la famiglia tra fontane, scherzi d’acqua e alberi secolari del Giardino realizzato 350 anni fa dalla famiglia Barbarigo come voto a Dio perché la peste del 1630 era stata sconfitta. Il Giardino si estende in 12 ettari, presenta alberi da tutto il mondo oggi di 400 anni.

In esposizione per tutta l’estate opere d’arte selezionate dalla Biennale di Arte Contermporanea Sacra.

Su richiesta si può percorrere il labirinto. Aperitivo alle Scuderie fino alle ore 22. Ultimo accesso al Giardino ore 21. La visita prevede il regolare biglietto d’ingresso. Info e whatsapp 335 5634918.

Email inviata con successo

Aria in provincia in linea con bacino padano

24/06/2020 10:28

E' stata pubblicata nel sito ARPAV la relazione annuale sugli esiti del monitoraggio della qualità dell'aria condotto in provincia di Padova nel 2019. La relazione riporta le elaborazioni aggiornate al 2019, delle serie storiche degli inquinanti atmosferici rilevati presso le stazioni di monitoraggio dislocate sul territorio provinciale con specifici approfondimenti su alcuni aspetti meteorologici che maggiormente caratterizzano i processi di accumulo, ristagno o deposizione degli inquinanti sospesi in atmosfera.

Dal punto di vista meteorologico il 2019 è risultato in linea con la media degli anni precedenti; nonostante si registri un lieve aumento della piovosità media, sono prevalse le condizioni poco dispersive e in estate le condizioni favorevoli alla formazione dell’ozono.

Il monitoraggio della qualità dell’aria ha evidenziato quali elementi di criticità il particolato fine, gli idrocarburi policiclici aromatici e l’ozono. Anche il biossido di azoto, in alcune stazioni, si mantiene su livelli di attenzione.

Si evidenza infine che, nonostante negli ultimi anni si sia registrata una riduzione delle emissioni di buona parte degli inquinanti atmosferici, la qualità dell’aria del Bacino Padano, e quindi anche della provincia di Padova, risulta ancora critica per vari inquinanti.

Email inviata con successo

Covid e aria, la situaizione a Vo'

24/06/2020 10:21

A Vo' Euganeo, la cittadina padovana primo focolaio del Covid-19 in Veneto, le polveri fini e ultrafini e gli ossidi di azoto sono crollati nel periodo del lockdown della Fase 1; per il Pm10 i dati sono risultati inferiori ai corrispondenti valori di tutte le altre centraline della rete presenti nel territorio.

Il dato emerge dalla relazione pubblicata oggi a cura dell'Agenzia regionale per l'ambiente (Arpav) che analizza in particolare quanto raccolto dalla centralina "Parco Colli" che monitora la qualità dell'aria nella zona Ovest dei Colli Euganei, dove insiste il territorio del comune di Vo', e relativo al periodo dal 10 febbraio al 3 maggio scorsi.

Il centro di Vo' Euganeo dista meno di 3,5 chilometri in linea d'aria dalla stazione di monitoraggio, che presenta i dati migliori di qualità dell'aria di tutta la provincia di Padova, con concentrazioni di polveri fini di norma inferiori del 25% rispetto alla media delle altre stazioni, comprese le centraline urbane del capoluogo. Nel periodo del lockdown questo andamento trova conferma Per le polveri fini PM10, la comparazione evidenzia una prima fase. tra il 10 e il 22 febbraio, senza sostanziali variazioni rispetto alla media precedente; a partire dal 23 febbraio e fino al 3 maggio la media presenta uno scarto dell'8-13%.

Complessivamente, tra il 10 febbraio e il 3 maggio si registra uno scarto negativo del 7%. Per gli ossidi di azoto (NO, NO2, NOx) le concentrazioni medie tra il 10 febbraio e il 3 maggio evidenziano un andamento "a scalino" in corrispondenza dei principali decreti. Vi sono cioè due diminuzioni, la prima dopo il 23 febbraio (tra il 30 e il 45 %), la seconda dopo il 22 marzo (tra il 46 e il 61%).

Email inviata con successo

“Ripartiamo da qui” di AcegasApsAmga

24/06/2020 10:11

“Ripartiamo da qui”: è questo il claim della nuova campagna social di AcegasApsAmga finalizzata a valorizzare le eccellenze del territorio padovano e il profondo legame della multiutility con la comunità servita. L’iniziativa, sviluppata nella particolare fase di ripartenza post emergenza Covid-19, vuole sottolineare l’orgoglio per la multiutility di operare a servizio delle comunità. Programmata con uscite settimanali sui canali Instagram, Twitter e Linkedin di AcegasApsAmga, la campagna associa ai più caratteristici luoghi e monumenti della città, lo storytelling dei servizi aziendali e dei principali interventi realizzati dalla multiutility per costruire città sempre più resilienti e sostenibili. Ad accompagnare il racconto, una speciale galleria fotografica celebra i luoghi del cuore di Padova, come ad esempio Piazza delle Erbe, sede del principale mercato ortofrutticolo padovano, di cui ogni giorno l’Azienda si prende cura garantendo la raccolta differenziata dei rifiuti dei commercianti grazie anche a uno speciale compattatore interrato.

La campagna affianca alla più consolidata informazione tecnica, una comunicazione storico-emozionale, interattiva e di marketing territoriale, per trasmettere il senso più profondo della propria missione sui territori.

I CANALI SOCIAL

Come detto, AcegasApsAmga è attiva su Twitter, Linkedin e Instagram, per rivolgersi real-time ai propri utenti. La presenza dell’Azienda sui social vuole essere una porta sempre aperta all’interazione smart con i cittadini, senza sostituire i tradizionali canali di contatto: call center, sportelli clienti, e-mail, sito web e app il Rifiutologo e Acquologo, che rimangono gli unici accessi per le informazioni relative all’utilizzo e alla prenotazione dei servizi.

Su Instagram, grazie alla comunicazione per immagini e all’intrattenimento con le stories, tipiche di questo social network, è possibile essere sempre aggiornati su attività, iniziative ed eventi in cui la multiutility è coinvolta. Il profilo Linkedin di AcegasApsAmga è stato potenziato per fornire maggiori informazioni sull’azienda, sulle iniziative e sui progetti innovativi in corso.

Twitter, oltre a fornire aggiornamenti sulle attività dell’azienda, è il canale più diretto e di servizio per aggiornamenti in tempo reale su attività in pronto intervento, eventi aziendali, iniziative in corso.

Email inviata con successo

Comandate cittadellese alla Stazione di Bibione

23/06/2020 12:52

Nuovo Comandante dei Carabinieri alla Stazione di Bibione. Ne dà notizia oggi il comando provinciale dell'Arma.

Alla Stazione di Bibione il nuovo comandante, dal 15 giugno, è il maresciallo capo Pietro Gaddeo, 49 anni, originario di Cittadella, che ha svolto numerosi incarichi in particolare in Friuli Venezia Giulia. Diventato Carabiniere nel 1991, in servizio a Meduno (Pordenone), dal 1993 è stato trasferito alla Stazione di Ampezzo (Udine) e nel 1997 a Lignano Sabbiadoro (Udine). Dal 2002 è diventato Maresciallo, comandando la Stazione di Lignano.

Email inviata con successo

Chic Nic “post Covid” un gran successo

23/06/2020 11:30

Una tre giorni nel pieno rispetto delle norme quelle che a Villa Contarini a Piazzola sul Brenta si è svolta questo weekend (19-20-21 Giugno), un’edizione diversa dalle solite, che ha trovato anche il plauso del Governatore della Regione Veneto Luca Zaia attraverso la sua pagina Facebook. Un’iniziativa di Chic Nic caratterizzata da una particolare attenzione alle precauzioni messe in atto per contrastare assembramenti e per le rispettare le indicazioni predisposte dai decreti ministeriali.

Tre giorni dove il parco della “Versailles Italiana” ha accolto il pubblico di Chic Nic che si è rivelato particolarmente collaborativo e paziente nel seguire le linee guida suggerite dall’organizzazione. 

Si è trattata di una delle prime iniziative post covid del territorio, un’edizione dello Chic Nic un po’ di diversa dal solito questa volta di 3 giorni, per dilazionare gli ingressi ed evitare assembramenti. Sono state potenziate le prevendite online per contingentare e monitorare gli ingressi, sono stati messi a disposizione più di 50 persone per la sicurezza (dotati di termoscan per rilevare la temperatura corporee delle persone all’ingresso) che si sono assicurati di non creare assembramenti, il pubblico è stato dotato di guide cartacee su come dover utilizzare le mascherine all’interno del parco (per chi non ne fosse stato munito le mascherine erano a gratuitamente a disposizione), sono state allestite aree per igienizzare le mani ed è stata adottata un sistema di comunicazione capillare in loco, con messaggi in filodiffusione, cartelli, grandi banner informativi e regolamenti scannerizzabili attraverso la tecnologia del QR Code.

Oltre 2000 le sedute messe a disposizione per distanziare accuratamente il pubblico nei 50 ettari del parco più grande del Veneto, ma buona parte del pubblico ha amato sistemarsi nei grandi prati con le proprie coperte, godendosi le giornate e i tramonti all’aria aperta.

Chic Nic ha messo in moto una rete di collaborazioni che ha reso possibile l’esito positivo del progetto, dalla gestione dei parcheggi da parte del Comune, coinvolgendo le associazioni locali, ai volontari del Progetto Giovani di Padova, fondamentali per far garantire l’ordine in loco.

L’offerta food & beverage è stata curata da ristoratori padovani, dall’Antica Trattoria Ballotta, capofila delle Tavole Tauriliane, fino a Tartare 18, dall’antico mercato del Sotto il Salone, premiato come miglior street food del Veneto dal Gambero Rosso. Piatti della tradizione e sapori autentici reinterpretati in chiave street food, assieme anche al contributo del Tinto Cafè, Sugo e Osterie Meccaniche.

Sold out tutte le attività previste dal programma di Chic Nic, dai corsi di yoga, tai chi e meditazione, alle degustazioni enogastronomiche e le attività per i bambini. Un'esperienza davvero positiva che che ha consentito a migliaia di persone di salutare l'estate nel cuore della natura, in una delle cornici bucoliche più caratteristiche del Veneto, tra le aree relax lounge, in stile vintage e provenzale allestite dall'organizzazione alla stregua di salotti en plein air.

Email inviata con successo

Mercoledì notte lavori allo svincolo con A13

23/06/2020 09:54

Concessioni Autostradali Venete comunica che per lavori di manutenzione della pavimentazione stradale lo svincolo di entrata in carreggiata sud dell’Autostrada A13 per chi proviene dalla carreggiata est (direzione Trieste) della A4 rimarrà chiuso dalle ore 21.00 di mercoledì 24 alle ore 6.00 di giovedì 25 giugno.

In caso di rallentamenti ed incolonnamenti gli utenti saranno costantemente informati in tempo reale della situazione del traffico attraverso i pannelli a messaggio variabile posti sui portali in avvicinamento alla zona.

Email inviata con successo

Studenti di Vo' si ritrovano per un saluto

23/06/2020 09:21

Venerdì 26 giugno a villa Contarini Giovannelli Venier di Vo' Vecchio alcuni studenti delle scuole di Vo' si troveranno per una breve saluto di fine anno.

L'amministrazione comunale con la protezione civile ha voluto organizzare un momento di ritrovo per tutti i ragazzi che hanno frequentato l'ultimo anno della scuola d'infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria.

All'evento sono invitati stati invitati gli alunni, un genitore per ragazzo, i maestri/professori, il dirigente scolastico e il comitato genitori.

Alle 18.30 ci sarà il saluto scuola d’infanzia, alle 19.00 ci sarà il saluto scuola primaria e alle 19.30 sarà il turno della scuola secondaria.

Durante l'evento sarà obbligatorio l'uso della mascherina e dovranno essere rispettate le distanze di sicurezza interpersonali.

Email inviata con successo

Giovedì manifestazione per la scuola sul Liston

23/06/2020 09:13

Giovedì 25 giugno, dalle 17.30, si terrà sul Liston in centro a Padova una manifestazione del mondo della scuola.

"Siamo donne e uomini – insegnanti, genitori, studenti e studentesse – che hanno a cuore l’ educazione. Vogliamo dire a voce alta al governo della nazione, delle regioni e delle città che non è possibile far passare invano l’estate e arrivare a settembre con i nodi sulla riapertura dell’anno scolastico ancora da districare.

Per questo Giovedì 25 giugno si svolgerà la manifestazione nazionale del Comitato

Priorità alla Scuola, nel corso della quale ribadiremo ancora una volta che, respingendo i tentativi di smantellamento della SCUOLA PUBBLICA, che causerebbe una drammatica regressione culturale e sociale del Paese:

- NON vogliamo la Didattica a Distanza come parte strutturale dell’orario scolastico

- NON vogliamo la riduzione delle ore didattiche da 60 a 40 minuti

- NON vogliamo la riduzione del tempo scuola

- NON vogliamo la esternalizzazione di servizi educativi che completino il tempo-scuola con il rischio di un aumento del lavoro precario.

CHIEDIAMO invece:

- RISORSE straordinarie assegnate alla scuola, non solo per far fronte all’emergenza, ma anche per un piano strategico nazionale di investimenti economici e culturali

- PERSONALE docente e ATA adeguato alle esigenze della scuola

- ASSUNZIONE dei docenti e delle docenti precari e precarie dalle graduatorie provinciali

- Una DIDATTICA INCLUSIVA che non penalizzi alunni e alunne diversabili o privi di mezzi

- MAGGIOR NUMERO di spazi dedicati a tutte le scuole di ogni ordine e grado

- INVESTIMENTI STRUTTURALI per l’edilizia scolastica

- PREVENZIONE sanitaria nelle scuole.

Il 25 giugno manifesteremo in molte città della regione (Padova, Vicenza, Verona) e in decine di altre in tutta Italia, da Roma a Palermo, da Napoli a Torino, da Milano a Firenze e così via.

L’appuntamento padovano è previsto a partire dalle 17:30 sul Listòn, davanti a Palazzo Moroni.

Interverranno rappresentanti degli insegnanti, dei genitori, degli studenti e delle studentesse. Esperti e testimoni del mondo educativo, culturale, sanitario.

E’ necessario RIDURRE LE DISTANZE tra il recente passato e il presente che ci hanno visto tutte e tutti impegnati ad affrontare una difficilissima situazione di emergenza e un prossimo futuro che non può essere quello di una scuola resa sempre più fragile dalle incertezze e dalla carenza di scelte effettive, decise e concrete".

Email inviata con successo

Parte il Fistomba Social Park

22/06/2020 11:41

Annullato il concerto d’apertura della Relic Blues Band per le avverse previsioni meteorologiche di venerdì scorso, martedì 23 giugno, ore 22, prende il via la stagione estiva del Fistomba Social Park, la rassegna musicale che animerà ogni settimana il martedì e venerdì sera del parco Venturini Natale di Ponte Ognissanti.


Salvo nuovi imprevisti dovuti al meteo, martedì 23 giugno sarà di scena il Brown Style, un super trio che vede la partecipazione del cantante Luca Brighi, Michele Bonivento al piano e organo hammond e Francesco Inverno alla batteria. Tre musicisti dal respiro internazionale che,  grazie a una straordinaria intesa musicale, riescono a condurre il pubblico in un intenso viaggio fra i binari del ritmo e dell’anima.


Brighi, nato a Nato a Recife (Brasile), è un vocalist dal timbro ricco di sfumature che si sta facendo molto apprezzare a livello europeo, riportando alla memoria la grande tradizione soul degli intramontabili Marvin Gaye, Stevie Wonder e Teddy Pendergrass; Bonivento, produttore e tastierista, vanta all’attivo 60 dischi e una ventennale esperienza dal vivo in ambito blues, funk, gospel e soul con artisti del calibro di Dana Gillespie, Cheryl Porter, Joyce Yuille, Ronnie Jones, Vincent Williams, Carl Verheyen, Ian Siegal, Luisiana Red, Tino Gonzales e molti altri; Inverno è una delle più interessanti giovani leve del gospel-funk beat che ha già suonato con lo stesso Joyce Yuille, Wendell Simpkins, Josie St. Aimee, Julia St. Louis, Kenn Bailey ed Eugenio Finardi.


La loro musica si ispira alla classe degli intramontabili artisti dell’epoca motown e al funk più verace e autentico.


Venerdì 26 giugno, ore 22, sarà la volta di uno degli ospiti più rinomati della rassegna. Stiamo parlando del chitarrista padovano Ruggero Robin, un habitué del Fistomba Social Park, forte di uno stuolo di collaborazioni pregiate che inizia dallo storico gruppo Le Orme a fine anni ’80 passando poi per Giorgia, Andrea Bocelli, Nomadi, Riccardo Fogli, Zucchero, Bobby Solo e tantissimi altri artisti del panorama pop e jazz. Per l’occasione suonerà con un suo trio che comprende il bassista Nicola Sorato e il batterista Eric Cisbani.


Il parco Venturini Natale (ex Fistomba) chiude tutti i giorni alle 19.30. L’ingresso successivamente è riservato ai clienti del bar e del ristorante. I concerti si terranno sul palco all’aperto.

Email inviata con successo