PADOVANI SOCCORSI

Soccorso alpino al
lavoro senza tregua

28/06/2020 23:17

Non c'è stata tregua oggi per le Centrali operative del 118 Veneto.

Questa mattina alle 11.20 circa la Centrale del 118 di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno per due escursionisti in difficoltà a tre quarti della Ferrata del Vajo Scuro, a 1.500 metri di quota.

I due amici, entrambi trentaduenni di Padova, stavano salendo il percorso attrezzato, quando uno di loro si era fatto male a un braccio e non era più in grado di proseguire. Mentre una squadra si portava sul posto, un soccorritore, che si trovava nelle vicinanze, per primo ha raggiunto i due e, dopo averli assicurati, li ha calati per un centinaio di metri fino alla base della parete. Assieme agli altri soccorritori poi, i due escursionisti sono stati aiutati a risalire un altro tratto di ferrata per raggiungere il sentiero principale e da lì, in una mezz'ora a piedi, sono stati accompagnati al parcheggio. I due si sono poi allontanati autonomamente.

INTERVENTO SUI COLLI EUGANEI

Attorno alle 20 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Padova a seguito della richiesta dei genitori di un ragazzo che era caduto in mountain bike lungo il sentiero ad anello del Monte Ricco.

Il quattordicenne di Monselice, che era da solo, perso il controllo della bici era finito a terra perdendo i sensi. Appena ripresosi, aveva chiamato a casa. Un squadra ha quindi raggiunto il luogo dell'incidente alla fine del sentiero, vicino a una strada bianca, assieme all'ambulanza, il cui personale ha prestato assistenza al giovane, per probabile trauma cranico e al torace.

Il ragazzo è stato quindi caricato a bordo e trasportato all'ospedale di Schiavonia.


 
Nessun commento per questo articolo.