GIORDANI

Ospedale, nuovo appello:
"No troppa burocrazia"

03/07/2020 11:14

Il sindaco di Padova, Sergio Giordani, lancia un appello al Governo affinchè inserisca anche le infrastrutture sanitarie nel decreto innovazione, per consentire che progetti come il nuovo polo ospedaliero del capoluogo euganeo non restino invischiati nei tempi della burocrazia. "A Padova - afferma - abbiamo lavorato due anni con Regione e Università per mettere ai nastri di partenza quella che sarà la più grande e moderna azienda ospedaliera del Paese. Un opportunità di ricerca e progresso per tutta Italia. Se applichiamo le procedure attuali finiremo nel 2030, se il governo imbocca la strada del coraggio e della semplificazione come col ponte Morandi già nel 2024 possiamo avere a disposizione le strutture". "Qui - aggiunge Giordani - non c'entrano la politica e i colori politici, guadagnare 6 anni è un dovere delle istituzioni e un diritto delle persone. La salute è un bene primario e mai come in questo momento è il caso di far parlare i fatti". "Dopo quello che il Paese e anche la mia città ha passato con il Covid - insiste Giordani - la politica a Roma si cali nella realtà e faccia i conti col fatto che è impensabile impiegare 10 anni, di cui metà esclusivamente dedicati alla burocrazia, per dotare di moderne strutture ospedaliere i nostri operatori sanitari". "Il Governo - conclude il sindaco di Padova - faccia del decreto innovazione la grande occasione per sburocratizzare e accelerare anche con la nomina di commissari straordinari le progettualità di sostegno alla sanità pubblica".


 
Nessun commento per questo articolo.