ARRESTATO

E' un 38enne irregolare
l'autore delle spaccate

16/09/2020 11:51

Nella serata di ieri, al termine di serrate indagini ed impegnative ricerche, la Polizia ha bloccato e arrestato un 38enne senza fissa dimora, di origini marocchine, irregolare sul territorio nazionale, ritenuto responsabile della tentata rapina aggravata e delle lesioni procurate la sera del 13 settembre in via Filiberto ai danni di un 60enne, colpito alla testa con una bottiglia di vetro.

Il 38enne è ritenuto anche responsabile di ben quattro episodi di “spaccate” ai danni di attività commerciali della città consumate le notti scorse. Dal primo di questi ultimi episodi, avvenuto la sera del 10 settembre nella gelateria “Gianni” di via Altinate, hanno preso avvio le indagini. Le immagini delle telecamere di sorveglianza hanno reso possibile individuare il marocchino, autore già in passato di altri reati. A lui sono imputate le spacacte avvenute a “Le Forbici Pizza Crunch” verso la mezzanotte del 12 settembre, al bar “Brenta” di via Pontevigodarsere e al ristorante “Antica Cina” del 15 settembre.

Il 38enne era stato individuato già il 13 settembre in occasione della “spaccata” al bar “Brenta”, bloccato in di una punta di trapano di 15cm. In assenza di altri elementi utili per procedere era stato denunciato a piede libero.

A seguito dell’aggressione al 60enne si sono intensificate le ricerche che hanno poi portato all’arresto dello straniero in piazza Mazzini. L’uomo agiva da solo per motivi di disagio sociale, non apparteneva ad alcuna banda. Era già stato espulso dal territorio nazionale ma non sussistevano elementi sufficienti per poterlo reputare pericoloso e procedere all’arresto.

L'uomo per mettere a segno le spaccate usava un tubo di ferro mentre ha usato una bottiglia di prosecco per ferire il 60enne per il quale la prognosi non è ancora stata sciolta a causa di un ematoma cerebrale. Inoltre usava sempre un cappello giallo e questo ha aiutato lo svolgimento delle indagini. Fondamentale è stato anche l'aiuto di due cittadini che hanno segnalato alle forze dell'ordine a seguito di una spaccata.

L'uomo, che si spostava sempre a piedi, viveva da solo in un giaciglio a Ponte di Brenta e si pensa che spendesse i soldi per alcolici e probabilmente anche per comprare della droga.

Le spaccate gli avrebbero fruttato un bottivno di circa 1.000 euro.

Il Questore, Isabella Fusiello, ha così commentato: "Noi lavoriamo e ci siamo nel territorio, lo dimostrano la celerità delle ricerche e del fermo. I sistemi di videosorveglianza si rivelano essenziali per individuare i colpevoli di questi reati. Non fa parte di una banda, ció peró non esclude che le bande non ci siano".






 
Nessun commento per questo articolo.