INSEGUIVA ALCUNE DONNE

Stazione: 35enne
arrestato per resistenza

16/09/2020 13:08

La polizia è intervenuta ieri mattina in zona stazione dopo la segnalazione da parte di una donna che diceva di essere inseguita da uno straniero.

Giunti sul posto gli agenti lo hanno subito individuato e identificato scoprendo che si trattava di un 35enne del Togo.

Una seconda volante ha individuato la donna che spiegava di aver notato lo straniero camminarle molto vicino e, temendo uno scippo, aveva accelerato il passo ed avvertito la Polizia. Diceva inoltre agli operatori che non sapeva spiegarsi quel comportamento in quanto lo stesso non aveva in alcun modo interagito con lei, ma comunque il suo atteggiamento ed il fatto che la aveva seguita ossessivamente l’aveva molto scossa.

Visto che l'uomo non aveva commesso alcun reato, veniva semplicemente allontanato fagli agenti che però avevano deciso comunque di osservarlo da lontano visto che su di lui vi era un precedente del mese di agosto in cui aveva aggredito due anziani per starda senza motivo.

Gli agenti hanno inseguito così l'uomo che ha attraversato Piazza de Gasperi per poi dirigersi verso viale Codalunga e fare ritorno in piazzale Stazione all’intersezione con via Cairoli. Proprio lì si è fermato e ha iniziato ad osservare i passanti finchè non gli è passata vicino una donna e si è messo ad inseguirla. L'ha pedinata fino ad un bar per poi tornare in piazzale stazione. Poco dopo ha inseguito un'altra donna fino ad un altro bar in via Donghi dove si è seduto senza consumare e continuando ad osservare gli altri clienti. Un agente ha deciso così di intervenire per chiedere spiegazioni, ma alla sua vista il 35enne si è messo in fuga in direzione via della Pace spintonando bruscamente i clienti e i passanti. E' così scattato l'inseguimento durato poche centinaia di metri: la polizia è riuscita a bloccarlo non senza fatica vista la sua imponente corporatura anche grazie all'aiuto di un collega fuori servizio che passando di la ha assistito alla scena.

Portato in questura è stato visitato da medici che escludono patologie psichiatriche. E' quindi stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e per le lesioni nei confronti dei due operatori della volante che hanno riportato ferite guaribili in 7 e 3 giorni.


 
Nessun commento per questo articolo.