Restyling museo Bottacin sede chiusa un mese

28/09/2020 14:18

Al Museo Bottacin presso Palazzo Zuckermann iniziano interventi di aggiornamento degli impianti. Per consentire lo svolgimento dei lavori il Museo sarà chiuso dal 29 settembre a fine ottobre 2020.

La Biblioteca del Museo Bottacin rimarrà invece aperta al pubblico, con ingresso su prenotazione nelle giornate di martedì (9-13.30 e 15-17.30), mercoledì (9-13.30) e giovedì (9-13.30 e 15-17.30) al numero tel. 049 820 5675 o alla mail: [email protected]

Email inviata con successo

Linea Padova-Carmignano, cambiano alcuni orari

28/09/2020 09:08

A partire da lunedì 28 settembre entrano in vigore le seguenti modifiche:

- La corsa Carmignano, Piazzola S.B., Padova delle ore 6.30, soltanto nei giorni dal lunedì al venerdì scolastico nella tratta Carmignano – Piazzola, viene anticipata alle ore 6.25, per riprendere il consueto orario, alle 6.51, da Piazzola per Padova.

- La corsa bis Padova, Piazzola delle ore 12.25 viene posticipata alle ore 12.35 e non effettuerà fermate intermedie.

Email inviata con successo

Dr Chiarelli in pensione targa di riconoscenza

26/09/2020 10:56

E’ andato in pensione, dopo ben 41 anni di servizio a Pozzonovo, uno dei due medici di base del territorio, il dottor Luigi Chiarelli. Ieri sera in sala consiliare, gli è stata consegnata una targa da parte dell’Amministrazione, come riconoscenza al "dottore di famiglia" che per tanti anni ha rappresentato un punto di riferimento per tutti, non solo a livello sanitario. “E’ stato come un padre, sempre disponibile ad aiutare e consigliare – ha detto il sindaco Arianna Lazzarini -. Questo gesto di riconoscenza era doveroso a nome di tutta la cittadinanza, perché lui è stato davvero una figura insostituibile per il rapporto di fiducia e stima consolidatosi nel tempo”.

Alla cerimonia sono stati invitati anche il dottor Valter Volpe, l’altro medico di medicina generale di Pozzonovo, e il farmacista dottor Lino Zerbinato, “ambedue punti di riferimento importanti per una comunità piccola come la nostra, con i quali abbiamo portato avanti progetti importanti come Medicinsieme, il presidio ambulatoriale inaugurato nel 2017 mettendo loro a disposizione ambienti comunali per un servizio di assistenza rivolto soprattutto agli anziani”, conclude Lazzarini.

Email inviata con successo

CGIA: con covid rischio lavoro in nero

26/09/2020 09:42

La crisi determinata dall’emergenza sanitaria potrebbe far “esplodere” l’esercito degli abusivi e dei lavoratori in nero presenti in Italia. Stando alle previsioni dell’Istat, infatti, entro la fine di quest’anno circa 3,6 milioni di addetti rischiano di perdere il posto di lavoro.

Sebbene sia difficile prevedere quante persone perderanno il posto di lavoro nel Triveneto, non è da escludere che nel nostro territorio altri 450-500 mila lavoratori saranno espulsi dal mercato del lavoro entro la fine di quest’anno. Auspicando che la dimensione del numero di coloro che perderanno il lavoro sia decisamente inferiore a quella a rischio, l’Ufficio studi della CGIA ipotizza che una parte di questi esuberi verrà sicuramente “assorbita” dall’economia sommersa. Non saranno pochi, infatti, coloro che, dopo aver perso il posto in fabbrica o in ufficio, si rimboccheranno le maniche in qualsiasi modo, anche ricorrendo al lavoro in nero.

Stiamo parlando di quelle persone che non riuscendo a trovare una nuova occupazione accetteranno un posto di lavoro irregolare o si improvviseranno come abusivi. Grazie a questa scelta riusciranno a percepire qualche centinaia di euro alla settimana; pagati poco e in contanti, tutto ciò avverrà in nero e senza alcun versamento di imposte, contributi previdenziali e assicurativi.

Oltre alla probabilissima espansione del lavoro irregolare, la situazione di difficoltà economica in cui versa il Paese sembra non essere avvertita dalle forze politiche e in generale dall’opinione pubblica. Anche in Veneto, che rimane la regione triveneta più importante, i confronti statistici non lasciano presagire nulla di buono. Afferma il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo: “Nel 2009, che viene ricordato come l’annus horribilis anche dell’economia veneta degli ultimi 75 anni, il Pil della nostra regione scese del 5 per cento e la disoccupazione nel nostro territorio nel giro di qualche anno passò dal 3,5 al 7 per cento. Quest’anno, invece, se le cose andranno bene la contrazione del Pil nel Veneto sarà del 10 per cento: una riduzione doppia rispetto a quella registrata 11 anni fa. Alla luce di ciò, è molto probabile, dal momento in cui verranno meno la Cig introdotta nel periodo Covid e il blocco dei licenziamenti, che il tasso di disoccupazione assumerà una dimensione molto preoccupante. Secondo le previsioni di Prometeia, infatti, nel 2021 potrebbe salire all’8 per cento”.

Ad “ammortizzare” una parte dei posti di lavoro persi a causa dell’emergenza sanitaria ci penserà l’economia sommersa. Gli ultimi dati disponibili ci dicono che in Italia ci sono oltre 3,3 milioni di occupati in nero, il tasso di irregolarità1 è del 13,1 per cento e tutte queste persone producono un valore aggiunto in nero di 78,7 miliardi di euro. Nel Triveneto, fortunatamente, questa piaga sociale ed economica ha dimensioni molto contenute. A fronte di una stima di 316.300 lavoratori in nero, il tasso di irregolarità è di poco inferiore al 10 per cento e il valore aggiunto generato dall’economia sommersa nelle nostre 4 realtà territoriali ammonta a 8,7 miliardi di euro all’anno. A livello regionale la situazione più difficile si registra nel Friuli Venezia Giulia che presenta un tasso di irregolarità degli occupati del 10,5 per cento (14° posto a livello nazionale). Scende al 10,3 per cento quella in Provincia di Trento, mentre Veneto e Bolzano sono le aree più virtuose del Paese, rispettivamente con il 9,1 e il 9 per cento di tasso di irregolarità.

TASE E BUROCRAZIA

“Con troppe tasse, un sistema burocratico e normativo eccessivamente oppressivo e tanta disoccupazione – segnala il segretario della CGIA Renato Mason -  l’economia irregolare ha trovato un habitat ideale per diffondersi, soprattutto in alcune aree del Paese. Inoltre, chi opera completamente o parzialmente in nero fa concorrenza sleale, altera i più elementari princìpi di democrazia economica nei confronti di chi lavora alla luce del sole ed è costretto a pagare le imposte e i contributi fino all’ultimo centesimo.  Anche per questo è necessario che l’esercizio abusivo delle professioni artigianali vada contrastato e perseguito”.

Come si è detto, a rimetterci non sono solo le casse dell’erario e dell’Inps, ma anche le tantissime attività produttive e dei servizi, le imprese artigianali  e quelle commerciali che, spesso, subiscono la concorrenza sleale di questi soggetti. I lavoratori in nero, infatti, non essendo sottoposti ai contributi previdenziali, a quelli assicurativi e a quelli fiscali consentono alle imprese dove prestano servizio – o a loro stessi, se operano sul mercato come falsi lavoratori autonomi – di beneficiare di un costo del lavoro molto inferiore e, conseguentemente, di praticare un prezzo finale del prodotto/servizio  molto contenuto. Condizioni, ovviamente, che chi rispetta le disposizioni previste dalla legge non è in grado di offrire. Inoltre, non vanno nemmeno sottovalutate le condizioni lavorative a cui sono sottoposti gli irregolari: spesso a queste persone vengono negate le più elementari tutele previste dalla legge in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e in queste condizioni, gli incidenti e le malattie professionali rischiano di essere molto frequenti.

Email inviata con successo

Omaggio a Morricone a Montegrotto Terme

26/09/2020 09:17

In caso di maltempo, il concerto Omaggio a Morricone del Silver Ensemble diretto dal maestro Fabrizio Castania in programma per domani, domenica 27 settembre alle 21, sarà spostato da piazza Primo Maggio alla sala Paradise dell’hotel Petrarca, sempre a Montegrotto Terme.

Il Silver Ensemble è formato da eccellenti musicisti diplomati nei conservatori del Veneto e che svolgono attività concertistica in Italia e all’estero. Per questo programma musicale dedicato al grande Maestro Ennio Morricone, Fabrizio Castanìa, compositore e direttore d’orchestra, ha scelto tra i suoi collaboratori anche due bravissimi colleghi: Stefania Miotto (soprano) e Davide Squarcina (pianista). Assieme a loro e ad altri 10 musicisti di talento verrano proposti i più celebri brani delle colonne sonore composte da Morricone: dal Buono, il Brutto e il Cattivo, alla Leggenda del pianista sull’oceano, da C’era una volta il west a Nuovo Cinema Paradiso. Una carrellata di famosissimi temi, che verrano eseguiti durante la proiezione di alcuni fotogrammi dei film. Un concerto unico, imperdibile, pensato e creato appositamente per il Comune di Montegrotto - Assessorato alla Cultura.

Per informazioni: Teatro della Gran Guardia: 393 981 2287

Email inviata con successo

Prima neve in Veneto, fiocchi sulle Dolomiti

26/09/2020 09:02

Risveglio con il primo manto di neve nel bellunese. I fiocchi sono caduti nella notte dal fondovalle a Cortina fin sopra i 1.400 metri.

Lo rivela Coldiretti Veneto s​ottolineando che gli allevatori hanno provveduto in tempo alla transumanza del bestiame liberando le malghe e rientrando nelle aziende agricole. Sull'Altopiano di Asiago, nel comune di Enego si e' invece abbattuta una copiosa grandinata che ha creato disagi agli agricoltori proprio durante i preparativi per l'organizzazione dei mercati di Campagna Amica e iniziative promozionali in programma nel fine settimana.

"Si chiude una stagione estiva caratterizzata dal maltempo ma che ha visto la montagna veneta protagonista - commenta Coldiretti - con un turismo vocato alle passeggiate, escursioni, attivita' sportive dopo un periodo di emergenza sanitaria che ha portato al bisogno di aria aperta e ad una rinnovata ricerca di tipicita', benessere e salute. Pienone nei rifugi e tante presenze negli agriturismi - sottolinea Coldiretti - che con vademecum e carta della qualita' hanno garantito ospitalità e ristorazione alle famiglie. La prospettiva ora e' di un autunno all'insegna dello sport e dello sci".

Coldiretti Veneto ricorda che gli agricoltori sono le sentinelle del territorio: grazie alle buone prassi agricole piste, sentieri sono curati e conservati assicurando la bellezza di un paesaggio da tutelare anche con una legislazione ad hoc che tenga conto del patrimonio economico culturale e sociale della montagna veneta.

Email inviata con successo

A Teolo interruzione servizio idrico

25/09/2020 15:47

Il personale tecnico del Settore Idrico di Etra sarà impegnato in un intervento in zona Teolo il 29 settembre prossimo: si tratterà del rifacimento di un importante nodo idraulico all’interno della centrale della frazione di Villa che permette l’approvvigionamento di acqua potabile ad una vasta area abitata.

Si segnala agli utenti che tra le ore 13.30 e le ore 18.00 di martedì 29 settembre, in concomitanza con lo svolgimento dei lavori, sarà possibile il verificarsi di interruzioni del servizio e cali della pressione dell’acqua in uscita dai rubinetti, per le ore strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento, in località Teolo “Alta”, “Passo del Vento” e Castelnuovo in Comune di Teolo.

Nel caso l'acqua si presentasse con una lieve torbidità, prima di utilizzarla è sufficiente farla scorrere per alcuni minuti fino a che non ritorna limpida.

Se il problema dovesse persistere gli Utenti sono invitati a contattare il Servizio manutenzione al numero verde 800 013027.

In caso di maltempo l’intervento verrà rinviato al giorno seguente nei medesimi orari.



Email inviata con successo

Ghiraldo confermato alla FIDA nazionale

25/09/2020 15:13

Squadra che vince non si cambia.

L’assemblea della FIDA (la Federazione dei dettaglianti alimentari di Confcommercio) ha infatti confermato per acclamazione Donatella Prampolini alla presidenza della Federazione per il quinquennio 2020-2025 e contemporaneamente ha rinnovato il consiglio federale che ora annovera ben tre presenze venete: oltre al riconfermato Michele Ghiraldo, aponense, presidente provinciale per Padova e regionale della Fida Ascom Confcommercio, Alberto Teso per Venezia e Riccardo Zanchetta per Treviso.

Il nuovo consiglio, implementato della componente veneta, porterà sicuramente ad una più ampia eterogeneità nella visione d’insieme del comparto, con l’arricchimento dell’esperienza veneta nel campo del commercio alimentare di vicinato, affinatasi e specializzatasi con straordinaria duttilità nel periodo del lockdown. “Dobbiamo capitalizzare in modo efficiente il patrimonio esperienziale che ci arriva dalla crisi provocata dal Covid – ha detto Michele Ghiraldo, al rientro da Roma – perché il ritorno alla normalità ci conferma come il cliente, che si è avvicinato a noi nel periodo più critico della pandemia è un capitale straordinario che non possiamo perdere”.

Nonostante l’assedio senza sosta dei supermercati “under 1.500 metri” e il proliferare dei supermercati “local” nei centri storici, il negozio di vicinato rimane una ricchezza per il tessuto cittadino e la sua funzione sociale che in alcun modo può essere assolta dai supermercati. “Siamo stati noi i primi a garantire la spesa a domicilio per i clienti che ne avevano bisogno – ribadisce Ghiraldo – soprattutto gli anziani e le persone in difficoltà. Non possiamo lasciare che tutto questo vada dimenticato. Il consumatore sarà al centro della nostra attenzione e degli impegni politici della FIDA per i prossimi anni, e trovo che sia un impegno nel quale dovremo investire moltissimo: ne va della sopravvivenza delle nostre attività”.

Email inviata con successo

Torna il sabato ecologico all'Arcella

25/09/2020 10:17

Sabato 26 settembre dalle ore 9 alle ore 13, all’Arcella in piazzale Azzurri d’Italia, tornano i “Sabati Ecologici e del Riuso”, iniziativa mensile di sostenibilità promossa da Comune e AcegasApsAmga, in collaborazione con l’Associazione Rete Riuso Padova. L’accesso contingentato sarà consentito nel rispetto delle misure adottate in materia di contenimento e gestione dell’emergenza COVID-19 e verrà disciplinato dagli operatori.

L’iniziativa si svolgerà ogni ultimo sabato del mese, sempre in piazzale Azzurri d’Italia, dalle ore 9 alle ore 13. Dunque, i prossimi appuntamenti che vedranno sempre la possibilità di donare anche oggetti riutilizzabili, si svolgeranno con il seguente calendario: 31 ottobre, 28 novembre, 19 dicembre.

SABATI ECOLOGICI

I cittadini che si recheranno nel piazzale situato nel cuore dell’Arcella, dalle ore 9 alle ore 13, troveranno allestito il centro di raccolta mobile di AcegasApsAmga, presso cui conferire quelle particolari tipologie di rifiuti che non possono essere gettate nei normali contenitori della differenziata, come ad esempio piccoli e grandi elettrodomestici, RAEE, materassi, divani, pile e batterie, etc. Ad accogliere i cittadini, gli operatori della Multiutility, pronti a verificare gli ingressi e a fornire tutte le informazioni utili per il conferimento in sicurezza.

MODALITA' DI ACCESSO

Come detto, in linea con le direttive di contrasto al Coronavirus, l'accesso al centro di raccolta mobile sarà regolato dagli operatori. L'ingresso sarà consentito a un massimo di due utenti alla volta, indossando la mascherina e mantenendo una distanza interpersonale di almeno un metro tra i presenti. L’obiettivo è quello di garantire la salute di cittadini e operatori, razionalizzando lo spostamento delle persone, minimizzando i rischi di assembramento e garantendo nel modo migliore possibile il rispetto di tutte le misure precauzionali.

SABATO DEL RIUSO

Nel piazzale, i cittadini troveranno anche il desk di “Rete Riuso Padova”, l’associazione a cui donare i propri oggetti in alternativa al conferimento ad AcegasApsAmga. Gli oggetti, anziché essere trattati come rifiuti, potranno essere portati a nuova vita: quanto raccolto contribuirà a sostenere programmi di inserimento lavorativo e di solidarietà. La promozione del riuso mira a sensibilizzare verso una cultura del consumo responsabile e del risparmio sia economico che di risorse. Gli operatori di Rete Riuso raccoglieranno solo alcune tipologie di oggetti, fra cui: mobili, soprammobili, casalinghi, biciclette, dischi vinile, dvd, libri.

CENTRI DI RACCOLTA

Al di là dell’iniziativa Sabati Ecologici, si ricorda che è sempre possibile conferire i rifiuti ingombranti, elettronici, insoliti e pericolosi presso i quattro Centri di Raccolta cittadini gestiti da AcegasApsAmga, oppure prenotando al numero verde 800 955 988 il servizio gratuito per il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti. Di seguito indirizzi e orari dei Centri di Raccolta:

• Centro di Raccolta Guizza: via Pontedera – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

• Centro di Raccolta Euganea: via Montà, 29 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

• Centro di Raccolta Stanga: via Corrado, 1 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

• Centro di Raccolta ZIP: corso Stati Uniti, 5 – aperto da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 16.00; sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 16.00

Email inviata con successo

Strade chiuse in città per lavori, ecco dove

25/09/2020 10:15

Saranno chiuse temporaneamente al traffico veicolare:

via Sebastiano Caboto, tratto prospiciente il numero civico 15, mercoledì 30/09/2020 dalle ore 8.30 alle ore 17.30, per il un getto di calcestruzzo all’interno di un cantiere;

via Giuseppe Cesare Abba, da mercoledì 30/09/2020 a giovedì 1/10/2020 dalle ore 9.00 alle ore 12.00, per il rifacimento della pavimentazione esterna di un edificio;

via Dei Fabbri, in prossimità del numero civico 15, lunedì 28/09/2020 dalle ore 13.30 alle ore 15.30, per un trasloco presso un immobile con contemporanea istituzione del senso unico alternato a vista in via San Martino e Solferino, tratto compreso tra via Dei Fabbri e via Dell’Arco;

via Monterotondo, tratto prospiciente il numero civico 25, da lunedì 28/09/2020 a mercoledì 30/09/2020 dalle ore 8.30 alle ore 18.30, per dei lavori urgenti di modifica all'allacciamento del gas, con contemporanea istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta dei veicoli in via Monterotondo, tratto prospiciente il numero civico 25, ambo i lati.

Email inviata con successo