CON MASERA' E CASALSERUGO

Albignasego,investimenti
per la sicurezza

17/10/2020 13:36

È stato approvato il 15 ottobre dalla Giunta dell’unione Pratiarcati il progetto di ampliamento e potenziamento del sistema di videosorveglianza per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, con la conseguente richiesta di finanziamento da presentare, tramite Prefettura, al Ministero dell’Interno.

Un progetto di ampliamento della rete di sorveglianza elettronica che si estende sui tre Comuni afferenti all’unione (Albignasego, Casalserugo e Maserà) dal costo complessivo di 439 mila euro, 307 mila di quali sarebbero coperti appunto dal finanziamento ministeriale appena richiesto. In caso di approvazione del contributo economico, arriverebbero 26 nuove telecamere a sorvegliare i siti sensibili e 14 varchi per la lettura delle targhe, da installare nelle vie di accesso ai tre Comuni.

Un progetto importante, che estenderebbe in maniera consistente la sorveglianza del territorio ricadente sotto l’unione Pratiarcati. Per quanto riguarda Albignasego, il territorio è già sorvegliato da un impianto composto da 22 telecamere cosiddette “dome” ossia in grado di ruotare, 15 telecamere fisse e 6 varchi per la lettura delle targhe dei veicoli in transito. Sette di queste telecamere fisse sono state installate a giugno ed entro la fine di ottobre saranno allacciate alla rete di videosorveglianza e messe in funzione. Contestualmente prenderanno avvio anche i lavori per l’installazione di ulteriori sei telecamere dome e per la manutenzione dell’intero apparato esistente, che sarà adeguato alle tecnologie più recenti per aumentarne l’efficacia di funzionamento. I lavori termineranno entro la fine di novembre. "Siamo stati tra i primi Comuni ad avviare il progetto di videosorveglianza" dichiara il sindaco di Albignasego, Filippo Giacinti "e ovviamente in questo momento andiamo anche ad eseguire la manutenzione dell’impiantistica più datata, rimodernandola con tecnologie più al passo con i tempi".

Se, infine, il nuovo progetto trovasse finanziamento, ad Albignasego arriverebbe un’ulteriore dotazione di telecamere, collocate in ogni quartiere e nei punti di accesso della Città, per completare così la rete di protezione con questi impianti capaci di leggere le targhe e collegati con la banca dati dei veicoli rubati.

Il nuovo progetto, nel suo complesso, è stato ideato per estendere la copertura del sistema di sorveglianza dell’intera unione Pratiarcati, che soprattutto attraverso i varchi controllerà in maniera sinergica il vasto territorio compreso tra Albignasego, Casalserugo e Maserà. "Viene a crearsi così un unico territorio, monitorato in tutti i suoi accessi" prosegue il sindaco Filippo Giacinti. "Grazie a questo strumento, che fornisce l’immediato allarme al passaggio di un’auto sospetta, siamo in grado di vigilare e intervenire tempestivamente. Continuiamo, così, la nostra attività di prevenzione, per garantire la sicurezza e il decoro del nostro territorio".

Oltre ai varchi, è previsto che in ogni Comune siano installate delle telecamere a sorvegliare i punti sensibili. "Da anni investiamo cifre importanti sui sistemi di controllo del territorio, per garantire la sicurezza ai nostri cittadini" illustra il sindaco di Maserà, Gabriele Volponi, presidente dell’unione Pratiarcati. "Il territorio dell’unione è già ampiamente coperto dalla videosorveglianza, che sarà incrementata grazie a questo progetto, per il quale auspichiamo la concessione del finanziamento da parte del Governo".

Grazie al nuovo progetto, infine, il Comune di Casalserugo potrà strutturare in maniera sostanziale un impianto di videosorveglianza a tutela del proprio territorio. "È prevista l’aggiunta di nuove telecamere a quelle esistenti" annuncia il sindaco Matteo Cecchinato "per monitorare le zone più sensibili, specialmente le scuole. Nei prossimi anni la dotazione di occhi elettronici nel nostro territorio sarà ulteriormente estesa".


 
Nessun commento per questo articolo.