ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO

Destro nuovo presidente
di Assindustria

30/10/2020 18:30

L’Assemblea Generale di Assindustria Venetocentro - Imprenditori Padova Treviso, che si è tenuta in parte privata e in collegamento da remoto, ha eletto Leopoldo Destro Presidente dell’Associazione per il quadriennio 2020-2024 con l’96,5% dei voti favorevoli. Il voto è avvenuto a scrutinio segreto su piattaforma protetta.

Nel corso dei lavori è intervenuto in videoconferenza il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi che ha portato il suo saluto agli imprenditori di Assindustria Venetocentro e le sue congratulazioni e auguri di buon lavoro al Presidente Neoeletto Leopoldo Destro.

La Parte Pubblica dell’Assemblea verrà riprogrammata nei prossimi mesi, in base alle disposizioni di sicurezza sanitaria che saranno vigenti.

Il neo Presidente era stato designato dal Consiglio Generale lo scorso 1 ottobre.

Leopoldo Destro è il primo Presidente unico di Assindustria Venetocentro, con la sua elezione si conclude il periodo fondativo seguito alla costituzione dell’Associazione il 15 giugno 2018 dall’integrazione tra Confindustria Padova e Unindustria Treviso, che ha visto alternarsi alla guida nel primo biennio i Presidenti Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco.

«Ringrazio tutti i colleghi imprenditori di Assindustria Venetocentro per l’onore ricevuto, la vicinanza e la fiducia - ha dichiarato il Neo Presidente Leopoldo Destro subito dopo il voto -. Un ringraziamento forte e sentito a Maria Cristina Piovesana e a Massimo Finco, di cui raccolgo l’importante testimone, perché grazie alla loro passione, tenacia e coraggio è stata creata una grande Associazione con un modello innovativo che supera i tradizionali confini e che rafforza la rappresentanza delle nostre imprese e del nostro territorio. Inizio il mio mandato in un periodo indubbiamente difficile per la nostra comunità e le nostre imprese, e questo se possibile mi motiva ancora di più a dare il massimo insieme alla mia squadra e a tutta l’Associazione. Costruiamo il nostro futuro, è il messaggio che caratterizzerà il mio programma di Presidenza, unendo la capacità di reagire e di cambiare in direzione del capitale umano, della digitalizzazione, della sostenibilità, del rafforzamento infrastrutturale del territorio, guardando sempre più all’Europa. Un’Associazione aperta ed inclusiva, insieme attore sociale e sindacato d’impresa nel dialogo con il territorio e a livello nazionale. In questo momento così difficile il valore della coesione, della condivisione e del lavorare insieme è fondamentale, come ha più volte sottolineato il nostro Presidente della Repubblica. Lo sentiamo nostro, lo sento mio: Cominciamo a costruire insieme».


 
Nessun commento per questo articolo.