LE PAROLE DI FONTANA

"Non mi sono dimesso,
spero in nuova guida"

17/11/2020 10:54

"Io non mi sono dimesso, ho solo detto che spero si possa individuare una nuova guida per la Liga Veneta".

Lo chiarisce Lorenzo Fontana dalle pagine del Gazzettino, in relazione alla sua nomina a capo dipartimento e all'auspicio, espresso domenica in una nota, che "visti gli impegno di valenza nazionale e la portata del nuovo incarico si possa individuare una nuova guida per la Liga Veneta". Fontana dice di non sapere "che tempistiche ci saranno. Sulle cose di Matteo (Salvini) non voglio entrarci". E sulle ipotesi che circolano e danno un Carroccio veneto commissariato, il segretario difende l'operato di questi mesi. "Spero si capisca che si è lavorato bene - commenta - la transizione dal vecchio al nuovo partito, le elezioni regionali e amministrative".

Fontana pensa ad un giovane come sostituto. "Ce ne sono diversi - sostiene -. Penso ai segretari provinciali e ai membri del direttorio, tutte persone in gamba". In ogni caso, è pronto a giurare, Salvini non vuole fare "una cosa punitiva - si spinge a dire -. Anzi, sono convinto che si andrà avanti sicuramente nella continuità, altrimenti vorrebbe dire che abbiamo lavorato male. E io manterrei la formula del direttorio". Con lei dentro? "Se mi vorranno - conclude - ci sono sempre".


 
Nessun commento per questo articolo.