L'INTERVISTA A ZAIA

"Natale? Prima il
rispetto per i sanitari"

30/11/2020 07:55

"Proporrei prima di avere rispetto per i lavoratori della sanità, visto che non potranno spostarsi per stare al lavoro: da qui a Natale c'è un'era glaciale". Lo ha detto il Presidente del Veneto Luca Zaia ieri durante la trasmissione 'Che tempo che fa' parlando delle festività di fine anno. "Il Natale per me sarà in famiglia, ristretto - ha aggiunto - non certo fatto di veglioni e di piazze riempite".

"Io ho emesso delle ordinanze di autorestrizione regionale per scoraggiare gli assembramenti" ha detto il Presidente del Veneto rispondendo ad una domanda sull'ipotesi di zone bianche avanzata dal Governatore della Liguria Toti. "Se non si controllano i contagi - ha aggiunto - questi continueranno a crescere". Ha poi rivendicato il ruolo delle Regioni nella gestione della pandemia. "I ministeri non hanno i pazienti sull'uscio di casa - ha osservato - noi sì. Finiamola con la narrazione che le Regioni si sta contrapponendo al Governo, abbiamo votato tutti i dpcm".

E insiste poi: "E' inaccettabile pensare che a seconda della regione dove si risiede si possano avere chance diverse di cura", ma è altrettanto vero "che non si deve puntare ad una equa divisione del malessere. Dobbiamo fare in modo che chi amministra male se ne vada da quelle posizioni e amministri meglio - ha sottolineato - ci sono tutti gli indicatori per dare le pagelle".

GOVERNO, ZAIA CHIEDE DI TORNARE AL VOTO

"L'unica soluzione vera è andare a votare" dice Zaia su un eventuale ingresso di Forza Italia nel Governo. Per il Governatore la questione non può essere risolta "con stampelle o appoggi temporanei".


 
Nessun commento per questo articolo.