CONFERENZA STAMPA

Zaia:"Arrivate in Veneto
7.800 dosi di Moderna"

13/01/2021 12:47

"Penso che oggi arriveranno 7.800 dosi del vaccino Moderna, che verranno distribuiti alle Regione in percentuale alla popolazione over 80".

Lo ha affermato il presidente del veneto Luca Zaia. Per il vaccino Pfizer, Zaia "abbiamo in carico 81.998 dosi siamo al 70,15% delle somministrazioni, e ormai stiamno arrivando già nella fase dei primi richiami a quelli vaccinati il 27 dicembre".

Ha poi aggiunto: "Non dobbiamo abbassare la guarda anche se c'è un po' di calo ora. La tendenza si può invertire da un giorno all'altro. Basta vedere la Germania che ha numeri drammatici ed ora continua col Lockdown totale. Dobbiamo evitare assembramenti: al supermercato andiamo in orari che non siano di punta. Sono vicino a tutti gli operatori sanitari: la sanità veneta funziona bene e non lascia a terra nessuno".

A proposito della crisi di Governo spiega: "Votare in questo momento sarebbe traumatico. Da osservatore esterno vedo che i rapporti di fiducia tra alcuni ministri e il premier sono ridotti al minimo: ci sono due ipotesi, o cambia il premier o ci sarà una nuovo governo Conte, il terzo. Votare ora non mi sembra possibile. Nuove regole col Dpcm? Da quello che mi risulta noi dovremmo rimanere arancioni".

Zaia ha concluso: "La Regione va in difficoltà non perché fa tanti tamponi e trova tanti casi ma perché gli ospedali sono pieni. I parametri sulle restrizioni si basano principalmente sulla tenuta delle varie sanità regionali. Il rifiuto del vaccino tra gli operatori sanitari? E' loro diritto. Punto. Ma tra il personale sanitario nostro - ha aggiunto - abbiamo un'adesione al 98%. Abbiamo qualche problema nelle Rsa, dove ci sono meno adesioni. C'è opera di coinvolgimento, ma è nelle prerogative dell'operatore non farsi il vaccino", ha concluso.


 
Nessun commento per questo articolo.