IN VENETO -12,9%

In calo raccolta di
sangue e plasma

23/02/2021 16:47

A gennaio sono calate sia la raccolta di sangue che di plasma, una tendenza che dura da tutto lo scorso anno dovuta principalmente alle difficoltà legate al Covid. Lo segnala il monitoraggio mensile del Centro Nazionale Sangue (Cns), secondo cui rispetto allo stesso mese del 2020 il calo è del 4,9% per il sangue e del 13,5% per il plasma.

Secondo i dati presentati per quanto riguarda la produzione dei globuli rossi i cali maggiori si sono avuti in Veneto (-12,9%) e Molise (-16,3%), mentre è aumentata in Toscana (+10,8%) e Valle D'Aosta (+17,2%). Complessivamente nel primo mese dell'anno sono state prodotte circa 191mila unità, 10mila in meno rispetto allo stesso periodo del 2020, un calo compensato da una riduzione nello stesso mese del 15% del fabbisogno. Per quanto riguarda le donazioni di plasma i cali maggiori della raccolta si sono avuti in Molise (-69%) e Puglia (-49%), con aumenti invece solo in cinque regioni, e un totale di circa 63mila chili conferiti alle aziende, contro i 73mila del gennaio 2020.

L'andamento di gennaio riflette quello di tutto il 2020, in cui si è registrato complessivamente un calo del 5% dei globuli rossi e del 2% del plasma. "Nel 2020 le attività dei servizi trasfusionali sono state sotto pressione - afferma Vincenzo De Angelis, direttore del Cns -. E' importante sottolineare che grazie allo sforzo di tutti gli attori, dal Cns alle associazioni, si è riusciti a garantire una donazione in sicurezza anche nei periodi peggiori della pandemia, l'invito è quindi di contattare il centro o l'associazione più vicina per programmare una donazione".


 
Nessun commento per questo articolo.